13-08-2014

Nippon banzai!!! Due "Giovani nel Mondo” alla scoperta del Sol Levante

Dal 25 giugno al 5 luglio scorsi due membri del Comitato Esecutivo dell’Associazione “Giovani nel Mondo”, Fiorenza De Medici e Roberto De Girolamo, si sono recati in Giappone per una study visit che ha toccato diverse città nipponiche nella regione del Kansai: Osaka, Kobe, Kyoto e Nara.
 
La motivazione alla base della visita è stata principalmente quella di prendere parte alla simulazione diplomatica delle Nazioni Unite “Japan University English Model United Nations” (JUEMUN) svoltasi dal 27 al 29 giugno presso la Kobe City University of Foreign Studies a Kobe; il JUEMUN che ha visto la partecipazione di circa 300 studenti, per lo più giapponesi, provenienti da diverse università nipponiche è uno dei MUN Partner con il quale il Rome Model United Nations ha concluso un accordo di mutuo scambio e partnership già a partire dalla primavera del 2013.
Fiorenza e Roberto, con l’occasione della loro partecipazione come delegati al JUEMUN hanno avuto l’opportunità di incontrare ed intervistare i numerosi guest speaker della manifestazione presenti alla cerimonia inaugurale; tra tutti l’Ambasciatore Mitsuhei Murata e la Prof. Michiko Kuroda, Visiting Professor alla New York City University con una esperienza trentennale alle Nazioni Unite.
Durante i giorni del JUEMUN Fiorenza e Roberto hanno avuto l’opportunità di visitare la Kobe University accompagnati dalla Prof. Michela Rimunicci, giovane insegnante italiana di Diritto dell’Unione Europea presso la stessa università, e dal Prof. Atsushi Kato che ha accolto i due membri di Giovani nel Mondo in compagnia di sue due studentesse che hanno già partecipato ad una moot court competition all’interno della stessa università.
 
Dal 30 giugno al 2 luglio la splendida città di Kyoto ha fatto da sfondo alla study visit. Grazie al contributo indispensabile del Prof. Craig Smith, fondatore e organizzatore del JUEMUN, i rappresentanti dell’Associazione hanno avuto modo di partecipare a diversi e interessantissimi seminari: uno, tenuto dal Prof. Sasaki sull’importanza della memoria storica dei bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki e sul progetto di traduzione delle memorie dei sopravvissuti in diverse lingue, l’altro sul “Nation Branding” tenuto dalla Prof.ssa Nancy Snow della California State University. La giornata si è conclusa con l’incontro con gli studenti della Kyoto Gaidai che avevano partecipato al RomeMUN 2014.
Nell’ultimo giorno di permanenza nella città delle geishe  Fiorenza e Roberto hanno incontrato l’Ambasciatore del Lesotho in Giappone S.E. Richard Ramoeletsi , durante una lecture sulle potenzialità e i legami tra il regno sudafricano e il paese del Sol Levante.  La giornata si è prolungata poi con un un pranzo conviviale insieme a studenti, ospiti e docenti dell’ateneo ed è terminata  con un incontro con i docenti responsabili del Dipartimento di Italianistica, il Prof. Takashi Kiyose e il Prof. Silvio Vita, e con il Vice Direttore del Dipartimento di Relazioni Internazionali, all’interno dell’Ufficio di Relazioni Internazionali della Kyoto University of Foreign Affairs. I professori, oltre ad organizzare corsi e visite per gli studenti giapponesi interessati al Bel Paese, sono anche tra gli organizzatori anche della Settimana della Cultura Italiana e del contest (nazionale) sulla conoscenza della lingua italiana, in collaborazione con la rappresentanza diplomatica in Giappone.
 
Dopo essersi trasferiti da Kyoto ad Osaka il 3 luglio, Fiorenza e Roberto hanno avuto modo di concludere la loro visita il giorno dopo incontrando il Console Generale d’Italia ad Osaka, Marco Lombardi, che li ha accolti calorosamente presso la sede del Consolato Generale; incontro al quale ha partecipato anche il promoter in Giappone del RomeMUN 2014, Tomoki Yamanaka.
Ultimo appuntamento della visita in Giappone dei due membri di Giovani nel Mondo è stato l’incontro con il Prof. Masakazu Kikuchi e la Prof. Luciana Cardi del Dipartimento di Italianistica presso la Osaka University School of Foreing Studies.
Il tempo  di spendere l’ultima sera insieme a tre ex partecipanti del RomeMUN e oramai amici di Giovani nel Mondo, Tomoki Yamanaka, Honami Masutomi e Yuka  Sawamura, ed era giunto oramai il tempo di ripartire, con tante nuove esperienze da raccontare e progetti da portare avanti. E con un unico messaggio per tutti: Mata ne! (A presto)
Letto 4461 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.