09-06-2014

Da Barcellona a Parigi, per un mese da MUN grazie a Giovani nel Mondo! Il reportage di viaggio di Alessio.

Partecipare ad un Model United Nations è sempre intrigante. E' stato grazie all'Associazione Giovani nel Mondo che ho avuto modo di affacciarmi a questo mondo entusiasmante ed ora ne sono parte attiva!!! C’è chi dice “che bello vai in vacanza!”, o c’è chi proprio non capisce di cosa si tratti. A mio avviso, restano una delle maggiori opportunità per uno studente per accumulare esperienza pratica durante gli anni di studio. 

Personalmente ho iniziato l'esperienza di MUNer proprio al RomeMUN 2013 come delegato; poi quest'anno ho avuto la grande opportunità di partecipare al RomeMUN 2014 come Official svolgendo il ruolo di Director dello UNHRC e poi, grazie ancora allo staff di Giovani nel Mondo, ho avuto la ancor più grande ed emozionante possibilità di fare due ulteriori esperienze formatitve di altissimo livello! Tutto grazie all'Associazione Giovani nel Mondo! 

 
Nel preciso, di recente sono stato al C’MUN di Barcelona come Chair dell’UNAoC, e al PIMUN di Paris, come Deputy Chair dell’UNSC. Specialmente, la mia partecipazione al PIMUN è stata possibile grazie ad un exchange program agreement concluso dal RomeMUN Team con il PIMUN che ha reso possibile una maggiore collaborazione tra i due MUN di Roma e Parigi...e la mia esperienza da protagonista ne La Ville Lumière !
 
Riguardo il primo, il C'MUN di Barcellona è stato più che altro un colpo di fortuna. Un’amica, Agnese Cigliano, avrebbe dovuto partecipare alla conferenza nel ruolo di Chair dell’AoC; purtroppo però, a pochi giorni dalla partenza, si è trovata nelle condizioni di non poter più partire. Mi ha chiamato, chiedendomi se potessi andare al posto suo, e io ho accettato ben volentieri.
A dirla tutta la prima impressione della conferenza non mi ha lasciato ben sperare: il comitato era vasto, con molti ragazzi alla prima esperienza (per la maggior parte ispanofoni), e con i due argomenti di discussione che non erano assolutamente di facile dibattito: ci si occupava infatti di Democrazia e di Risoluzione delle Situazioni Post-Conflittuali.
Fortunatamente i ragazzi hanno seguito i consigli che io e il mio co-chair davamo loro, e devo dirmi piuttosto soddisfatto dei frutti del nostro lavoro: le due risoluzioni sono risultate contenutisticamente abbastanza valide, e inoltre approvate quasi all’unanimità. Non tralasciando mai i social events durante un’esperienza MUN, sebbene secondo programma risultavano piuttosto carenti, non abbiamo perso tempo ad aggiornare gli appuntamenti, trovando diversi modi per “animare le serate”: dall’Hard Rock Cafè all’ultima serata terminata solo di primo mattino, di certo se ci fosse stato qualche insonne non avrebbe avuto modo di annoiarsi!
 
Il PIMUN di Parigi è stato parimenti arrangiato in fretta e furia, con la mia posizione confermata a poco meno di un mese dalla partenza. I due topics erano davvero ostici, con la “Riforma del Consiglio di Sicurezza” in primis e “La disputa territoriale su Cipro” come secondo (e sul quale non siamo riusciti a dibattere per mancanza di tempo); ad ogni modo i ragazzi sono riusciti (per quanto possibile in base ai poteri statuari del consiglio) a programmare una minima riforma dei membri non permanenti, cosa che già di per sé rappresenta un buon risultato, avendo avuto solo due giorni di negoziato!!

Dovendo dare un giudizio finale, consiglio entrambe le esperienze, considerando soprattutto che sono accessibili sia a “nuove reclute” che a delegati già con una certa esperienza. Sperando di incontrarci al prossimo RomeMUN 2015, vi aspetto di sicuro in giro per il MUNdo!!
 
Alessio Mirra
Letto 2713 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.