06-07-2015

Il vademecum del candidato ideale. Le 10 soft skills per un colloquio di lavoro!

Al giorno d’oggi è sempre più facile imbattersi nella storia, ormai trita e ritrita, del candidato fresco di diploma oppure neolaureato il quale, pur essendo molto competente nel suo campo, non possiede le cosiddette “soft skills”. In questo approfondimento daremo un’occhiata alle soft skills più comuni e ricercate dai datori di lavoro.
Innanzitutto, è necessario specificare che stiamo parlando di abilità che possono essere considerate “trasferibili”, in quanto utili ed applicabili ad ogni tipo di lavoro. Si intendono quelle qualità e quei modi di fare propri dell’individuo che possono essere d’aiuto all’organizzazione del lavoro a livello individuale e collettivo.
Ovviamente, l’aspetto tecnico delle conoscenze gioca un ruolo primario. Questo, paradossalmente, è più facile da acquisire  dall’individuo rispetto alle soft skills, che sono generalmente caratteristiche naturali della persone oppure il risultato di svariati ritocchi e accorgimenti alla propria personalità.
 
1.     Abillità comunicative
Le abilità comunicative sono  probabilmente il requisito più comune in qualunque offerta di lavoro. I comunicatori più esperti sono in buone relazioni con i colleghi, hanno buone capacità di apprendimento, e solitamente riescono a dire la loro senza ricorrere ai toni ostili. Infatti, attraverso un buon uso della dialettica si possono risolvere diverse situazioni, dal gestire positivamente un conflitto al persuadere un compratore. Grazie a tali doti comunicative è possibile sviluppare relazioni di lavoro proficue con i colleghi ed essere capaci di accettare le critiche in maniera costruttiva.
 
2.     Prendere decisioni
Le decisioni possono essere prese in diversi modi, ma ciò che conta realmente è, indovinate un po’, essere decisi. Raccogliere i dati necessari, accettare i consigli, considerare il contesto, valutare possibili alternative e ripercussioni. Questi sono i fattori da prendere in considerazione durante un processo decisionale. Ciò che bisogna evitare, invece, sono i cambiamenti in corso d’opera e le decisioni affrettate.
 
3.     Mostrare impegno
I dipendenti che dimostrano di essere affidabili, interessati e impegnati nel loro lavoro hanno una marcia più rispetto agli altri, poiché necessitano di meno supervisione e motivazioni per portare a termine i loro incarichi.
 
4.     Flessibilità
Sebbene possa sembrare scontato, questa qualità ricopre un ruolo decisivo, poiché sapersi adattare positivamente ai cambiamenti è considerato un grande vantaggio, soprattutto quando siamo costretti ad uscire dalla nostra zona comfort per fare qualcosa di nuovo ed imprevisto. I datori di lavoro prediligono gli impiegati con un atteggiamento ottimistico e positivo.
 
5.     Gestione del tempo
Quando le scadenze si avvicinano, una buona gestione del tempo può contribuire nel dare priorità ai compiti più importanti, cercando di ottenere i massimi risultati con il minimo sforzo. Sapresti gestire diversi progetti contemporaneamente? Sei multitasking?
 
6.     Leadership
Anche se non si è dirigenti le qualità di leadership richiamano sempre l’attenzione dei datori di lavoro, che sono sempre in cerca di personale capace di motivare sé stesso e i propri colleghi. Tuttavia, è importante sapere quando seguire le istruzioni oppure dar sfogo alla propria personalità.
 
7.     Creatività/Problem-solving
La capacità di applicare sia logica che creatività per la risoluzione di un problema è senza dubbio una delle caratteristiche più ricercate. Coloro che sono capaci di individuare il problema tanto quanto la soluzione partono da una posizione di vantaggio.
 
8.     Teamworking
Un lavoratore esperto nel gioco di squadra tiene a mente gli obiettivi comuni così come degli interessi individuali. La figura ideale è rappresentata da un lavoratore aperto e onesto con gli altri, pronto ad offrire un suggerimento utile nel momento del bisogno.
 
9.     Assumersi responsabilità
I datori di lavoro sono sempre in cerca di persone che non si tirano indietro, capaci di dare il massimo per raggiungere uno scopo, a costo di rimetterci la faccia. Sono apprezzate anche abilità come quella di saper riconoscere un proprio errore, mantenendo allo stesso tempo la dignità.  Tutti commettono sbagli, ciò che fa la differenza sta nella nostra reazione e nella lezione che possiamo trarne.
 
10.   Risposta allo stress
Non importa quanto alle strette possa metterti una scadenza o un lavoro urgente apparentemente impossibile da portare a termine; i datori di lavoro cercano qualcuno in grado di gestire lo stress e metterlo da parte per concentrarsi sui compiti da svolgere. Saresti capace di scegliere velocemente l’approccio giusto per ottenere il massimo dei risultati in un breve lasso di tempo, portando così a termine il lavoro?
 
Per concludere, l’ ultimo suggerimento - ma non per importanza - per aumentare le vostre possibilità di impiego riguarda il modo in cui mettere in luce le proprie qualità. Se si è in possesso delle qualità sopraelencate, queste dovrebbero essere citate nel vostro CV. Per rafforzare le vostre affermazioni con qualcosa di concreto, provate a inserire esperienze di vita personale che possano spiegare come una determinata caratteristica faccia parte del vostro bagaglio, attraverso esempi di situazioni reali come scuola, famiglia, sport e via dicendo.
Se vuoi saperne di più su queste ed altre soft skills, partecipa al Carriere Internazionali in Tour per migliorare le tue capacità e costruire un colloquio lavorativo e una carriera di successo!
 
A cura di Vincenzo Streppone
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente. LA REDAZIONE
Letto 4754 volte

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.