05-04-2014

Erasmus Plus, una reale opportunità internazionale

Entriamo nel dettaglio di cos’èErasmus Plus e quali reali possibilitàdi formazione, mobilitàe borse di studio offre ai cittadini dell’Unione Europea.
Per unìintroduzione generale al Programma Erasmus Plus, vai all'articolo "Erasmus Plus, tra innovazione e continuità"
 
L’Erasmus + è diviso in tre “Key Actions”, esse sono:
-      Key Action 1: la parte principale del nuovo programma. Essa organizza e disciplina la mobilità individuale, ovvero le opportunità di studio per gli studenti e professori. Accrescendo non solo i fondi, ma anche il bacino d’utenza del programma Erasmus+.
-      Key Action 2: riguardante la cooperazione per l’innovazione e le buone pratiche. Esso pone enfasi sul rafforzamento dei partenariati tra istituti di istruzione ed imprese.
-      Key Action 3: concentrata sulle riforme politiche che punteranno a rafforzare gli strumenti e l’impatto dei metodi aperti di coordinamento nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù, attuando anche la strategia Europea 2020 della Commissione Europea.
Concentriamoci però sul punto di maggiore interesse per noi: la Key Action1. Le più importanti innovazioni introdotte dall’Erasmus+ nell’ambito di questa area di implementazione sono:
-     Rafforzamento del supporto linguistico offerto ai partecipanti ai progetti di mobilità. Infatti, a partire dal 2014 la Commissione Europea lancerà un supporto online per facilitare  l’apprendimento delle lingue straniere.
-     Estendere il programma di mobilità a nuove organizzazioni, finora al di fuori, per differenziare il campo d’azione e delle attività verso nuovi settori socioeconomici (NGOs, organi pubblici, tra gli altri)
-     Oltre ai programmi di lungo periodo, l’Erasmus+ va ad organizzare anche attività di medio - periodo. Attraverso l’assegnazione di una borsa di studio, di un periodo di 2 anni, al coordinatore di un progetto di mobilità che permetta agli individui di andare all’estero in Paesi partecipanti al programma.
La Key action 1 si articola in quattro sub-attività fondamentali:
1.    Progetti di mobilità, nel campo dell’istruzione, della formazione e della gioventù;
2.    Eventi di larga scala dell’European Voluntary Service;
3.    Joint Master Degree;
4.    Master Student Loan Guarantee
Cominciamo con i progetti di mobilità, nel campo dell’istruzione, della formazione e della gioventù, essi promuovono la mobilità transazionale ed indirizzate a due categorie di soggetti, i learners (studenti, tirocinanti, apprendisti, volontari) e staff (professori, maestri, educatori, giovani lavoratori o quelle persone che lavorano nell’ambito dell’educazione/formazione).
La prima domanda che ci viene in mente è: cos’è un progetto di mobilità? Un progetto di mobilità è definito come quel processo che consiste nelle seguenti fasi:
•       Preparazione (la selezione stessa dei partecipanti e la rete di accordi tra le attività partner e i partecipanti prima della partenza);
•       Implementazione delle attività di mobilità;
•       Follow-up (inclusa la valutazione delle attività, il riconoscimento formale delle attività svolte dai partecipanti al programma e alla divulgazione delle recensioni sul programma svolto)
I progetti di mobilità possono comprendere  una o più delle seguenti attività: la student mobility e la staff mobility.
La student mobilityè quella che più ci interessa perché è quella che si rivolge agli studenti e ai giovani lavoratori. Essa può comprendere sia un periodo di studi all’estero in una higher education instituion (HEI) che periodi di tirocini all’estero. Per assicurare l’alta qualità di questo scambio, l’attività di mobilità deve essere conforme al piano di studi o alle aspirazioni professionali del partecipante ed essere svolta all’interno di un ciclo di studi superiori.
La staff mobility, invece, si articola in teaching periods, permettendo ai professori periodi di insegnamento presso HEI in qualsiasi tipo di area accademica o disciplina di studi. Anche in questo caso sono previsti finanziamenti per attività a supporto dello sviluppo professionale dello staff accademico e non.
Ma, all’interno di questa sub categoria della “key action 1” qual è il peso delle borse di studio per gli studenti partecipanti al programma Erasmus+?
La somma totale, della copertura costi del viaggio e la permanenza durante il periodo di studio o tirocinio all’estero, verrà definita dalle Agenzie Nazionali in accordo con le Autorità Esecutive. La somma precisa verrà pubblicata sul sito delle Agenzie Nazionali, essa sarà compresa tra il minimo/massimo previsto, una delle prime certezze è, comunque, che sono previste delle fasce differenziate di borse di studio rispetto allo “spostamento”dello studente partecipante. Ovvero, dopo aver fissato un valore medio della borsa di studio da erogare, sarà presa in considerazione la differenza nelle condizioni di vita tra il Paese di appartenenza e quello dove si andrà a svolgere il programma di mobilità. Per rendere più chiaro il discorso, i Paesi sono divisi in tre gruppi, rispetto al costo della vita:
-      Group 1, Paesi partecipanti con condizioni di vita superiori alla media: Danimarca, Irlanda, Francia, Italia, Austria, Finlandia, Regno Unito, Liechtenstein, Norvegia
-      Group 2, Paesi partecipanti con condizioni di vita nella media: Belgio, Repubblica Ceca, Germania, Grecia, Spagna, Croazia, Cipro, Lussemburgo, Paesi bassi, Portogallo, Slovenia, Islanda, Turchia.
-      Group 3, Paesi partecipanti con condizioni di vita inferiori alla media: Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Malta, Polonia, Romania, Slovacchia, Repubblica di Macedonia.
Il candidato può capire quale sarà il valore della borsa di studio che riceverà una volta che avrà confrontato il Paese di appartenenza con quello dove andrà ad effettuare lo scambio.
-          Mobilitàverso un paese con medesimo costo della vita, ovvero, Group1-Group1 / Group2-Group2 / Group 3-Group3: gli studenti riceveranno una borsa di studio di valore medio compresa tra 200€/450€.
-          Mobilità verso un paese con un costo della vita superiore a quello di appartenenza, ovvero, Group2-Group1 / Group3-Group1 / Group3 - Group2: gli studenti riceveranno una borsa di studio superiore al valore medio, compresa tra 250€/500€.
-          Mobilitàverso un paese con un costo della vita inferiore a quello di appartenenza, ovvero,  Group1-Group2 / Group1-Group3  / Group 2-Group 3: gli studenti riceveranno una borsa di studio inferiore al valore medio, compresa tra 150€-400€.
Ma  come fanno le Agenzie Nazionali a definire le somme specifiche da assegnare ai beneficiari? Secondo quanto previsto, esse dovranno tenere in conto:
-      La disponibilità e il livello di altre forme di finanziamento supplementari, siano esse private/pubbliche/locali/regionali o nazionali.
-      La richiesta generale degli studenti che vogliono partecipare al programma di mobilità.
Sono previsti inoltre, ulteriori stanziamenti economici per specifici gruppi, attività e zone geografiche, ovvero:
-      Gli studenti provenienti da contesti svantaggiosi, potranno divenire i beneficiari di una borsa di studio mensile compresa tra 100€-200€. Questo a discrezione delle Agenzie Nazionali, che dovranno giudicare questi contesti.
-      Gli studenti che partecipano ad un programma di mobilità per la formazione professionale, riceveranno un ulteriore borsa di studio compresa tra 100€-200€ mensili. Il livello verrà fissato dall’Agenzia Nazionale o dalla HIE, rispetto al numero delle domande e al livello di co-finanziamento per questo tipo di mobilità.
-      Gli studenti provenienti dai paesi geograficamente più lontani - come Cipro, Malta, Islanda, Malta e i territori d’oltre mare - riceveranno ulteriori stanziamenti economici in base al paese dove si andrà ad effettuare lo scambio di mobilità. Ovvero, per i Paesi Group 1: 750€, per i Paesi Group 2: 700€, per i Paesi Group 3: 650€. Inoltre, verranno definiti ulteriori stanziamenti sempre a seconda delle spese di viaggio sostenute dallo studente/stageur.
Proseguiamo, ora con la seconda sub-categoria ovvero gli eventi di larga scala dell’European Voluntary Service. Anche qui, prima di descrivere le condizioni di accesso dobbiamo definire cosa sia un evento di larga scala dell’European voluntary service (EVS). Esso è descritto come quel progetto che ha come fine il supporto di eventi che coinvolgano almeno 30 volontari dell’European Voluntary Service (EVS), nel contesto di attività europee o mondiali nel campo della gioventù, cultura e sport. Esso è articolato nelle seguenti fasi:
-      Preparazione
-      Implementazione delle attività di EVS e attività complementari;
-      Follow-up
Ma quali sono le attività supportate all’interno di questa seconda sub-categoria rientrante nella “key action1”?  Essenzialmente due: le attività dell’EVS e le attività complementari.
-      European Voluntary Service:  permette alle persone tra i 17-30 anni di età di vivere un’esperienza di volontariato fino a 2 mesi in un altro Paese. Ai volontari è data l’opportunità di contribuire al periodo precedente alle attività e iniziative organizzate nel contesto di un evento europeo o internazionale. Le organizzazioni saranno responsabili per la sistemazione, l’organizzazione e il supporto ai volontari. Prerogativa èche l’attività non abbia costi vivi per i volontari. Infatti, tutti i costi previsti saranno coperti dal finanziamento ricevuto, ad esclusione di possibili costi di viaggio eccessivi o spese considerevoli che non saranno soggette ad alcuna forma di rimborso. I costi essenziali per le spese di viaggio e di alloggio saranno soggetti a rimborso, attraverso la concessione di una borsa di studio per ciascun volontario. Le esperienze sporadiche e non continuative di volontariato, anche nell’ambito di attività ESV, non saranno considerate come attività soggette a rimborso economico.
-      Attività complementari: questa categoria comprende tutte quelle attività come workshop, conferenze, seminari ed incontri che abbiano come soggetto principale la promozione dei valori del volontariato.
Gli eligibility criteria per questa sub-categoria sono:
-    Chi può fare domanda: qualsiasi associazione, sia essa privata o pubblica, con sede in uno dei Paesi partecipanti al programma e direttamente coinvolti nell’organizzazione dell’evento europeo/internazionale nel campo della gioventù, culture o sport. Gli individui non possono fare domanda per uno stanziamento economico.
-    Attività soggette al finanziamento: come abbiamo già detto EVS e attività complementari come seminari, workshop, incontri e conferenze.
-    Durata del progetto: dai 3 ai 12 mesi.
-    Luogo del progetto: gli eventi di larga scala dell’EVS devono essere svolti in uno dei Paesi compresi nel programma Erasmus+.
-    Dove fare domanda: all’Education, Audiovisual and Culture Agency (EACEA) a Bruxelles.
-    Quando fare domanda: l’associazione richiedente deve sottomettere la propria domanda per il finanziamento del progetto di EVS entro il 24 Marzo per le 12.00 (ora di Bruxelles) per un progetto che abbia inizio dal 1 Ottobre al 31 Luglio 2015.
-    Come fare domanda: il processo per fare domanda è diviso in 4 step. Si ricorda che gli individui non sono autorizzati a fare domanda, ad eccezione di quegli individui che fanno domanda per conto di un gruppo di giovani attivi nel lavoro giovanile ma non necessariamente solo organizzazioni giovanili (esse infatti sono definite come “informal group of young people”).
I quattro step sono:
1)   registrazione al Partecipant Portal: tutte le organizzazioni che vogliono partecipare all’Erasmus+ Programme devono registrarsi e fornire tutti i loro dati fiscali/legali nell’Unique Registration Facility(URF) del Participant Portal del Commissione Europea. Quindi la persona incaricata di seguire il processo per conto della propria organizzazione devono creare un login ed una password per l’accesso all’URF registrandosi all’Authentication Service (ECAS) della Commissione Europea. E’ disponibile anche un manuale per la compilazione, al seguente link. L’unica cosa che si raccomanda è che per le richieste di borse di studio superiori a 60000 euro bisogna provvedere a caricare specifici documenti per dare prova della capacità finanziaria.
2)   controllare le condizioni di eleggibilità e di accesso per il programma: prima di sviluppare il progetto e prima di richiedere un supporto da parte dell’Unione Europea, devono verificare che il progetto rispetti i criteri di eleggibilità, eventuale esclusione e dei premi concessi.
3)   controllare le condizioni per il finanziamento: i tipi di finanziamenti concessi possono essere di diversa natura: finanziamenti per specifiche porzioni di eleggibili parti finanziabili collegate alle persone con specifiche necessità; finanziamenti sulla base dei costi unitari; finanziamenti in un’unica rata (per le attività correlate ai Progetti Jean Monnet o eventi sportivi no-profit); combinazione delle categorie menzionate. Il meccanismo di finanziamento applicato nella maggior parte dei casi è basato sulla base dei costi unitari. Per capire quale tipo di finanziamento è quello più interessate ai fini dell’attività che si intende svolgere, si consiglia di consultare la sezione “financing mechanism” nella parte delle “funding rules” nella parte b, della seguente guida.
4)   compilare e inviare l’application form: per fare domanda per questo tipo di finanziamento bisogna compilare moduli specifici in base al tipo di finanziamento richiesto. Questi moduli sono disponibili presso le Agenzie Nazionali o presso le Agenzie Esecutive. Se si invia una domanda per conto di consorzi organizzativi di eventi eleggibili per un finanziamento, l’organizzazione deve inviare solo una application per tutto il progetto e per tutte le parti partecipanti al progetto stesso
Per maggiori informazioni rispetto agli step da seguire, si rimanda alla già citata guida al presente link.
Passiamo ora alla terza sub-categoria: quella disciplinante la Joint Master Degrees. Gli scopi di questo programma sono:
-    migliorare la qualità della ricerca, innovazione, eccellenza ed internazionalizzazione dell’HEIs.
-    migliorare la qualità e l’attrattiva dell’European Higher Education Area (EHEA) supportando le azioni esterne dell’UE nel campo dell’educazione superiore, offrendo borse di studio complete per i migliori studenti di programmi di master in tutto il mondo.
-    migliorare il livello delle competenze e le abilità dei laureati, in particolare rispetto alla loro rilevanza all’interno del mondo del lavoro, attraverso uno sviluppo del coinvolgimento dei datori di lavoro.
Sono queste caratteristiche che rendono il programma di Joint Master Degrees il contributo agli obiettivi previsti dalla strategia Europe 2020, Strategy and Education and Training Strategic Framework 2020 (ET2020). In poche parole il programma di Joint Master Degrees continuerà e rafforzerà i successi raggiunti con l’esperienza iniziata con l’Erasmus Mundus Master Courses (EMMCs).
Ma cos’è un Joint Master Degree? il Joint Master Degree (JMD) è un programma di formazione superiore corrispondente a 60, 90, 120 ECTS, rilasciati da un consorzio internazionale di higher education institution (HEI) e da altri partner con una specializzazione ed interesse nelle aree di studio/campi professionali coperti dal Joint Programme.
Passiamo ora all’ultima sub-categoria rientrante nella Key Action 1 è il Master Student Loan Guarantee. Questa è un’altra categoria interessante per noi. Infatti gli studenti che vogliono continuare i propri studi universitari (Laurea Magistrale o programmi di Master) possono fare domanda per una borsa di studio che copra parte dei costi sostenuti potendo richiedere prestiti agevolati presso selezionati intermediari finanziari per il prossimo anno accademico (ovvero 2014/2015).
Lo Student Loan Guarantee facility verrà stabilito in cooperazione con l’European Investment Bank Group. Questo programma garantirà una parziale garanzia contro i loan default (tassi di inadempienza) dei prestiti rilasciati da banche o da agenzie che garantiscono prestiti agli studenti dei Paesi partecipanti al Programma Erasmus+. La parziale garanzia fornita dall’European Investment Bank Group andrà a mitigare i rischi per gli istituti di credito che forniscono prestiti agli studenti. Potendo così poi offrire dei contratti con condizioni agevolate, ovvero con dei prezzi di mercato migliori o forme di pagamento dilazionato nel tempo per permettere allo studente di trovare un lavoro prima di cominciare a ripagare il prestito contratto.
In seguito all’invito a manifestare interesse per il programma a livello europeo, verranno selezionati gli intermediari finanziari che potranno operare all’interno di questo programma, sulla base di criteri trasparenti e aperti alla consultazione. Solo questi intermediari finanziari saranno l’interfaccia ufficiale per gli studenti che vogliono sottoscrivere tali prodotti finanziari. Questo Programma avrà inizio a partire dell’anno accademico 2014/2015 (ovvero a Settembre 2014). Maggiori informazioni a riguardo saranno disponibili sul sito della Commissione Europea.
Dopo aver esaminato a fondo la Key Action 1, andiamo a vedere cosa è previsto rispetto agli eventi sportivi no-profit. Infatti, una delle novità comprese dall’Erasmus+ è proprio la possibilità di finanziare attività sportive no-profit a livello europeo.
La Commissione Europea andrà a supportare economicamente quelle organizzazioni che si impegnano a preparare/organizzare quegli eventi trasnazionali che avranno luogo contemporaneamente in più nazioni partecipanti al Programma e che abbiano un numero minimo di partecipanti pari a 30. L’elemento trasnazionale è definito dalla partecipazione di almeno 12  nazionalità  diverse di atleti all’evento sportivo.
Le attività che ricadono sotto questa categoria sono:
-    organizzazione di programmi di allenamento per atleti, allenatori, organizzatori e volontari;
-    organizzazione dell’evento;
-    organizzazione delle attività complementari all’evento sportivo (conferenze, seminari);
-    implementazione delle attività collegate al follow-up dell’evento (valutazioni, redazione di un futuro piano).
Le attività che non sono comprese sotto questa azione sono:
-    competizioni sportive organizzate su base annuale nell’ambito internazionale, europeo o federazioni sportive nazionali o leghe sportive nazionali.
-    competizioni professionali.
Glieligibity criteria per gli eventi no-profit sportivi sono:
-    Chi può richiedere un finanziamento: qualsiasi organizzazione no-profit attiva nel campo sportivo, con sede in uno dei Paesi partecipanti al programma Erasmus+. Non possono fare domanda le organizzazioni sportive pubbliche locali/regionali o nazionali, né le organizzazioni sportive  locali/regionali/nazionali/europee/internazionali.
-    Chi può fare domanda: il coordinatore a livello nazionale di un evento organizzato nell’ambito di un contesto europee, nel campo sportivo.
-    Profilo dei partecipanti: un evento sportivo europeo no-profit deve coinvolgere partecipanti da almeno 12 differenti paesi partecipanti al programma Erasmus+.
-    Durata del progetto: fino ad 1 anno (dalla preparazione al follow-up)
-    Dove fare domanda: all’Education, Audiovisual and Culture Agency (EACEA) a Bruxelles.
-    Quando fare domanda: per i progetti che inizieranno dal 1 Giugno 2014, il termine per presentare le domande è il 14 Marzo 2014. Mentre per i progetti che inizieranno dal 1 Gennaio 2015, il termine per presentare le domande è il 15 Marzo 2014.
-    Come fare domanda:le condizioni per fare domanda sono uguali a quelle già menzionate per il programma di volontariato europeo.
 
 
Letto 13696 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.