Oxfam Italia cerca traduttori volontari per i suoi uffici stampa ad Arezzo, Firenze, Milano e Roma
 
Per opportunità simili visita la nostra sezione Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: Oxfam è una delle più importanti ONG specializzata in aiuti umanitari. Fondata nel 1942, è composta da 17 organizzazioni confederate che agiscono in oltre 90 paesi. L’azione dell’organizzazioni a livello internazionale si basa su 3 fronti: miglioramento delle condizioni di vita delle persone, interventi di emergenza nelle aree di crisi e campagne di sensibilizzazione.
 
Dove: Arezzo, Firenza, Milano e Roma
 
Destinatari: Italofoni che conoscono altre lingue
 
Durata: Variabile, disponibilità immediata
 
Scadenza: Applicazioni spontanee
 
Descrizione offerta: Il candidato si occuperà di traduzione di documenti e altro materiale per l’ufficio stampa
 
Requisiti: Ottima conoscenza dell’italiano e di un'altra lingua
 
Retribuzione/Costi: Posizione non retribuita
 
Documenti richiesti: CV
 
Guida all’application: Invia il CV (possibilmente in formato europeo) a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nell’oggetto “Volontario_traduzioni_nome_cognome”. Alla dimostrazione di interesse potrebbe seguire colloquio (anche online su Skype) e/o prova di traduzione
 
Info utili: Per far fronte ai bisogni della popolazione siriana colpita dalla crisi, Oxfam ha iniziato ad intervenire a sostegno dei rifugiati principalmente in Libano ed in Giordania attraverso il lavoro congiunto di Oxfam Italia, Oxfam Great Britain e Oxfam Novib (Olanda). Oxfam lavora in Libano dagli anni della Guerra civile, 1975 e sta rispondendo alla crisi siriana attraverso tre sue affiliate presenti sul campo: Oxfam Italia, Oxfam Great Britain e Oxfam Novib. Le tre Oxfam presenti hanno istituito un team umanitario di risposta rapida che comprende esperti umanitari generalisti e di settore, in particolare per quando riguarda fornitura di acqua, cibo e protezione ai diritti (WASH, EFSVL e Protection)
 
Link:

Contatti utili:
- Indirizzo: Oxfam Italia, Via Concino Concini, 19, 52100 Arezzo
- Tel. +39 0575 182481
- Fax +39 0575 1824872
- Codice Fiscale: 92006700519
- NUMERO VERDE: 800 99 13 99
 
A cura di Marco Durante
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
Scegli il tuo percorso per salvare vite. Aiuta persone le cui vite sono state sradicate dai disastri e dalle guerre. Parti volontario negli USA con International Rescue Committee!
 
Per altre offerte simili visita il nostro sito alla sezione Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: L’International Rescue Committee è un’associazione che risponde alle peggiori crisi umanitarie del mondo, contribuendo a ripristinare la salute, la sicurezza, l’educazione, il benessere economico e aiuta a far riprendere la dignità e sicura in se stessi alle persone devastate da conflitti e guerre. Fondata nel 1933, ora IRC è in operazione in oltre 40paesi e 26 città degli Stati Uniti per aiutare le persone a recuperare il controllo del loro futuro e aiutare loro a sentirsi a casa. Dal 1933 ad oggi: una realtà di aiuti e cooperazione decisamente funzionante
 
Dove: Stati Uniti
 
Destinatari: chiunque
 
Durata: dipende dai progetti
 
Scadenza: sempre aperta
 
Descrizione dell’offerta: l’IRC ha 26 uffici negli Stati Uniti e offrono una varietà di opportunità di volontariato anche in giro per il mondo. Le attività tipiche sono:
- Assistenza psicologica a rifugiati e a eventuali famiglie
- Aiutare i rifugiati a trovare un lavoro e a prepararsi a eventuali colloqui insegnando loro la lingua
- Organizzazione di varie attività a seconda dei progetti
 
Requisiti: buona conoscenza della lingua inglese. Il candidato sarà sottoposto ad un colloquio con il personale di IRC per verificare le sue attitudini e le sue competenze.
 
Retribuzione: non specificata
 
Documenti Richiesti: Curriculum Vitae
 
Guida all’application: per esplorare le varie attività di volontariato e le diverse opportunità cliccare sul seguente Link e selezionare la voce “Select an Office”. Successivamente vi sarà richiesto di Compilare la domanda di volontariato e inviarla. In seguito verrete ricontattati per partecipare ad un colloquio con il personale di IRC.
 
Info utili: IRC si impegna a fornire assistenza per soluzioni durature. Chi parte volontario per IRC deve impegnarsi al meglio non solo in attività di assistenza ai rifugiati ma anche per la promozione e la sensibilizzazione degli americani verso i diritti umani. Con IRC puoi finalmente dare il tuo contributo e fare la differenza.
 
Link utili:
 
 
A cura di Laura Grandinetti
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente..
 
LA REDAZIONE
Sei un studente universitario o hai già conseguito una laurea? Vuoi intraprendere un’esperienza di  altamente formativa? Cogli al volo le opportunità di internship mette a disposizione per te dall’American Red Cross
 
Per opportunità simili visita la nostra sezione  Nazioni unite e Organizzazioni internazionali
 
Ente: La Croce Rossa Americana (ARC), con sede a Washington, è un'organizzazione umanitaria che fornisce assistenza di emergenza, in caso di catastrofe e l'educazione all'interno degli Stati Uniti
 
Dove: Washington, D.C, U.S.A.
 
Destinatari: lLureati e studenti
 
Durata: 3/6 mesi
 
Scadenza: Aperta tutto l'anno
 
Descrizione: La Croce Rossa Americana offre una serie di programmi di stage che introducono giovani laureati nel lavoro dell’organizzazione. I programmi di stage offrono agli studenti un’esperienza caratterizzata dal coinvolgimento diretto in progetti fondamentali  per il lavoro quotidiano dell’organizzazione. ARC offre programmi di stage retribuiti e non retribuiti  anche nel periodo estivo. La Croce Rossa Americana fornisce inoltre, allo stagista la possibilità di valutare cosa significa lavorare in un ambiente non-profit
 
Requisiti: Le posizioni sono aperte per studenti iscritti ad un corso di laurea triennale o specialistica
 
Documenti richiesti:  CV
 
Retribuzione: La Croce Rossa offre programmi di stage di retribuiti che non retribuiti. Per questi ultimi è prevista una retribuzione pari a 10$/ 20$ l’ora a seconda dell’esperienza e del livello di istruzione dello stagista
 
Guida all’application: Effettua la registrazione al portale,  visualizza la posizione per cui intendi candidarti e invia il tuo curriculum vitae.  Tutti i candidati selezionati saranno contattati e dovranno superare la successiva fase di selezione
 
Link utili:
 
Contatti utili:
American Red Cross National Headquarters
2025 E Street, NW
Washington, DC 20006

1-800-RED CROSS
(1-800-733-2767)

National Headquarters Staff Directory
202-303-5214
Clicca qui per visualizzare altri contatti utili
 
Informazioni utili:
Il mondo della Croce Rossa si articola in varie realtà locali e internazionali. Leggi il nostro approfondimento per saperne di più
 
A cura di Mariangela Rosato
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
ALISEI ti offre la possibilità di collaborare alle sue attività di volontariato in Italia e nel mondo! Partecipa alle sue iniziative!
 
 
Ente
ALISEI - Associazione per la cooperazione internazionale e l'aiuto umanitario - è un'Organizzazione Non Governativa (ONG) senza fini di lucro nata in Italia, nel 1998. È riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri come idonea a gestire interventi di cooperazione, aiuto umanitario informazione ed educazione allo sviluppo nei Paesi terzi e in Italia. Dal 1994 è partner della Direzione Generale per l’Aiuto Umanitario della Commissione Europea (ECHO). ALISEI lavora, come scelta strategica da oltre 20 anni, per la crescita di una società  di eguali al Sud ed al Nord del mondo; promuove e gestisce programmi e progetti di cooperazione internazionale e aiuto umanitario in contesti di emergenza, al Nord e al Sud del Mondo, per contribuire a sostenere e appoggiare processi duraturi di sviluppo e di riabilitazione e ricostruzione post bellica e a seguito di disastri naturali.
 
Dove:
In Italia e all’estero
 
Destinatari:
Tutti coloro che hanno un forte interesse per l’inclusione sociale, cooperazione in ambito umanitario
 
Durata:
A seconda del progetto
 
Scadenza: 
Non è prevista scadenza
 
Descrizione dell’offerta:
L’associazione ALISEI offre molte opportunità di svolgere attività di volontariato in ambiti diversi. Con tre aree di intervento specifiche, sviluppo-emergenza-educazione allo sviluppo, offre la possibilità di impegnarsi sia sul territorio nazionale che nel resto del mondo.
In Italia:
promuove, tramite progetti mirati  per le scuole e la popolazione, temi come l’inclusione sociale, la sensibilizzazione allo sviluppo e la cooperazione interraziale
Nel mondo:
realizza progetti di sviluppo per le popolazioni rurali e interventi umanitari di ricostruzione e sviluppo sostenibile in territori coinvolti in conflitti
 
Requisiti:
Non specificati
 
Documenti richiesti:
curriculum vitae
 
Guida all’application:
Invia il tuo curriculum vitae a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili:
Per maggiori informazioni sui progetti dell’associazione clicca qui
 
Link Utili:
 
Contatti utili:
VIA COLAUTTI, 1 20125 MILANO
Tel. +39 02 66.80.52.60
Fax.+39 02 66.80.97.23
Per altre opportunità simili, vai alla sezione "Cooperazione, sviluppo e volontariato"
 
A Cura di Elisa Maglio
 
Per il nuovo anno accademico 2014-2015 Carriere Internazionali ha selezionato per i suoi iscritti SILVER e GOLD centinaia di opportunità, frutto di accordi siglati con prestigiosi Enti attivi in campo internazionale. Per maggiori informazioni su Silver e Gold CLICCA QUI!
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa alla più grande simulazione Onu in Europa! Non perdere questa opportunità!”
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
 
In occasione della Giornata Mondiale dei Diritti Umani (Human Rights Day) intervista a Cristiano Gentili, funzionario internazionale per i Paesi del Sud del mondo e scrittore
In ricordo del giorno in cui l’Assemblea Generale della Nazioni Unite ha adottato la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (10 dicembre 1948), il 10 dicembre di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale dei Diritti Umani (Human Rights Day) per non dimenticare principalmente che “tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza” (Articolo 1, Dichiarazione Universale dei Diritti Umani). 
Proprio gli ideali di libertà,eguaglianza e fratellanza hanno spinto Cristiano Gentili a lavorare nel settore umanitario e della cooperazione allo sviluppo. Cristiano Gentili è stato funzionario internazionale per l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, OIM (International Organization for Migrations, IOM) operando sul campo nei Balcani, in Africa, Asia e America del Sud. 
Alla luce delle numerose tragedie del mare cui si assiste troppo spesso recentemente e in vista della Giornata Mondiale dei Diritti Umani abbiamo chiesto a Cristiano Gentili di condividere con noi la sua esperienza nel settore dell’emergenza umanitaria e della tutela dei diritti dei migranti. 
Durante l’intervista, a Cristiano Gentili abbiamo chiesto di: parlare della sua esperienza professionale; sottolineare le difficoltà che si riscontrano nel garantire efficacia ai mezzi di tutela dei diritti umani nel rispetto di culture estranee a quelle dei cosiddetti “Paesi occidentali”; fornire delle linee guida per chiunque fosse interessato ad iniziare la sua stessa carriera a livello internazionale.   
 
Il 10 dicembre p.v. si celebra la Giornata Mondiale dei Diritti Umani. Per tanto tempo hai lavorato presso l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) cercando, in particolare, di preservare la dignità umana dei migranti. Com’è iniziata la tua esperienza nell’Organizzazione e, in particolare, di cosa ti sei occupato? 
Sin da quando ho iniziato l’università il mio desiderio è sempre stato quello di lavorare nel settore umanitario e della cooperazione allo sviluppo. 
Grazie all’interesse dell’OIM sull’argomento della mia tesi di dottorato ho avuto la possibilità di collaborare con questa organizzazione e di svolgere la ricerca “sul campo”, in Kosovo. Ho iniziato con un contratto di consulenza, per poi ottenere un contratto da Junior Professional Officer (JPO) e da Professional. Nei dieci anni con l’IOM mi sono occupato di sviluppo, incentrandomi sulla relazione tra migrazione e sviluppo economico, e di aiuti umanitari lavorando in Sudan e nel Sud Sudan e a Banda Aceh dopo lo Tsunami del 2004. L’incarico più gratificante è stato anche il più breve purtroppo: solo cinque mesi sull’Isola di Lampedusa fornendo supporto ai migranti che raggiungevano l’Italia dalle coste del Nord Africa.
 
La tua esperienza professionale sul campo ha avuto luogo in posti del mondo caratterizzati da una concezione dell’individuo/della comunità ben diversa da quella che vige nei cosiddetti “Paesi occidentali”. Di conseguenza, ciò ha un impatto anche sull’implementazione dei meccanismi di tutela dei diritti umani. Da questa constatazione nasce anche la discussione sul ruolo delle Organizzazioni internazionali o delle ONG, tematica che emerge anche nel tuo romanzo “Ombra bianca” che parla delle condizioni in cui sono costretti a vivere gli albini africani. Secondo te è possibile per questi Enti (occidentali) riuscire a tutelare effettivamente i diritti umani nel rispetto della cultura locale. E se si, in che modo?
“Ombra Bianca” è un romanzo corale sull’Africa che mi ha permesso di offrire uno spaccato dei principali problemi che affliggono la vita di questo continente, tra cui appunto il dramma degli africani con albinismo. In un mondo globalizzato come questo, dove gli interessi ed equilibri politici ed economici sono molto più importanti della tutela dei diritti umani, è sempre più difficile la tutela dei diritti fondamentali nel rispetto di una cultura locale. Molto spesso sia le Organizzazioni Internazionali sia le ONG implementano i propri programmi sulla base delle proprie priorità e, spesso, tenendo in considerazione le aspettative e la volontà dei Paesi/Enti donatori. Tuttavia, le Organizzazioni sono fatte di persone e, per fortuna, ce ne sono ancora molte dai forti ideali … auguriamoci che queste raggiungano posizioni apicali il prima possibile.
 
Che tipo di percorso accademico consiglieresti di intraprendere a chiunque volesse iniziare la tua stessa esperienza professionale all’interno di OIM?
Dopo la Laurea triennale suggerirei un’esperienza di volontariato in un Paese del Sud del mondo per capire il settore che più ci interessa e se questa ambizione lavorativa è solo fine a se stessa o è parte integrante della propria personalità. È molto più importante acquisire un’esperienza professionale e meglio se sul campo. Dopodiché si può pensare ad una specializzazione. E sarà più semplice accedere a dei corsi veramente qualificanti in università con un alto ranking a livello mondiale piuttosto che frequentare un Master/Dottorato in Italia che nella maggior parte dei casi corrisponde ad un rigo nel curriculum e niente più.
 
La condivisione dell’esperienza professionale di Cristiano Gentili ci offre ulteriori spunti di riflessione in vista della Giornata Mondiale dei Diritti Umani. In particolare, essa ci aiuta a meglio comprendere che lavorare in determinati settori quali quello umanitario e della cooperazione allo sviluppo non può e non deve essere considerato un impiego fine a se stesso. Esso è piuttosto una scelta di vita caratterizzata da un anelito verso l’eguaglianza, il rispetto e la tutela universale di tutti gli individui.
 
Ritalba Mazzara  
Pubblicato in Rubrica
Le Winter School ISPI offrono l’opportunità a studenti e neolaureati di approfondire le tematiche internazionali più rilevanti. Che cosa aspetti, hai ancora pochi giorni per effettuare la registrazione!
 
Ente: L’ISPI si occupa di formazione fin dal 1950 ed attualmente propone un'ampia offerta formativa pensata per coloro che, a diversi livelli, vogliono scoprire, conoscere e approfondire le problematiche legate allo scenario internazionale, agli affari europei, al mondo della cooperazione e a quello dell’assistenza umanitaria.
 
Dove: Milano, Italia.
 
Destinatari: Studenti, neolaureati e giovani professionisti.
 
Quando: da Novembre 2013 a Maggio 2014
 
Scadenza: scadenze varie. Consultare in fondo alla pagina l'elenco dei prossimi corsi
 
Descrizione dell’offerta:  I corsi brevi dell’ISPI, della durata di 15 ore ciascuno, si svolgono il venerdì e sabato, dalle 9.30 alle 12.45 e dalle 13.45 alle 18.30. Il programma permette la partecipazione a uno o più corsi nel periodo Novembre - Maggio.
L'approccio multidisciplinare adottato consente un'analisi storica, politica, giuridica, economica e culturale delle tematiche affrontate, fornendo ai partecipanti gli strumenti necessari per ulteriori approfondimenti.
La didattica di tipo "tradizionale" è integrata da testimonianze, esercitazioni, simulazioni, illustrazioni di casi pratici, nonché dal coinvolgimento attivo dei partecipanti attraverso lavori di gruppo.
I corsi della Winter e della Summer School dell'ISPI sono riconosciuti da alcune facoltà universitarie della Lombardia ai fini dell'ottenimento di crediti formativi.
Rifugiati, sfollati, migranti, nuovi nomadi, schiavi. Ogni anno milioni di persone sono costrette a lasciare le loro case ed i paesi di origine a causa di conflitti e violazioni dei diritti umani. Altri sono spinti dalla poverta' a cercare nuove prospettive di vita nell'emigrazione, o vengono sfollati per fare posto a grandi progetti di sviluppo, oppure sono costretti a vivere da nomadi, alla continua ricerca di lavoro. Altri ancora sono vittime del traffico di essere umani e delle vecchie e nuove forme di schiavismo.
Gli spostamenti di popolazione riguardano ormai centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, forzate a vivere in una sorta di limbo giuridico e politico, e pongono problemi crescenti al sistema umanitario, che tenta di proteggerne i diritti fondamentali.
I movimenti migratori hanno assunto il carattere di crisi umanitarie vere e proprie. Innanzitutto in termini di protezione dei diritti di rifugiati e migranti, in secondo luogo per le caratteristiche da esodo biblico di tali migrazioni, sempre piu' spesso affidate alla criminalita' organizzata e condotte in condizioni disumane. In terzo luogo per la prepotente rinascita del traffico di schiavi, che interessa oggi circa un milione di persone l'anno, destinate al mercato della prostituzione, al lavoro coatto, al traffico di organi umani, alla sessualita' minorile. 
Il corso intende offrire un'analisi dei movimenti di popolazione a livello mondiale, con particolare attenzione ai tema dei rifugiati, degli sfollati e all'impatto delle migrazioni a livello europeo.
 
Requisiti: Per partecipare alla winter school è necessario essere studenti o  neolaureati  in discipline attinenti alle tematiche trattate. Sono ammesse lauree in Giurisprudenza, Scienze Politiche ed Economia.
 
Costi: La quota di partecipazione ad un singolo corso, comprensiva di materiali didattici, è pari a 200 euro.
 
Guida all’application: Per iscriversi alla winter school è necessario registrarsi al sito www.ispionline.it al seguente link. Una volta effettuata la registrazione seguire la procedura direttamente dalla pagina.
Qualora vi fossero problemi nella compilazione delle domanda on-line siete pregati di inviare un'e-mail aQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiamare il numero 02-863313275.
 
Link utili:
Elenco dei Corsi della Winter School
Sito Ispi.
 
Contatti utili:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiamare il numero 02-863313275
 
ELENCO DEI PROSSIMI CORSI
 
La logistica nelle emergenze umanitarie
07 Febbraio 2014 - 08 Febbraio 2014
Fundraising e cooperazione
07 Febbraio 2014 - 08 Febbraio 2014
Al Qaeda 3.0 - Le nuove sfide del jihadismo
07 Febbraio 2014 - 08 Febbraio 2014
Project Cycle Management
14 Febbraio 2014 - 15 Febbraio 2014
Corso di lingua portoghese - livello intermedio 1 - lunedì-mercoledì (h. 18.30-20.30)
17 Febbraio 2014 - 07 Maggio 2014
Corso di lingua portoghese - livello intermedio 2 - lunedì-mercoledì (h. 18.30-20.30)
17 Febbraio 2014 - 07 Maggio 2014
Corso di lingua portoghese - livello base - martedì-giovedì (h. 18.30-20.30)
18 Febbraio 2014 - 08 Maggio 2014
Corso di conversazione in lingua portoghese - martedì-giovedì (18.30-20.30)
18 Febbraio 2014 - 08 Maggio 2014
L'Europa nel mondo: la politica estera, di sicurezza e difesa dell'Ue
21 Febbraio 2014 - 22 Febbraio 2014
Migrazione e azione umanitaria
21 Febbraio 2014 - 22 Febbraio 2014
Corso di lingua portoghese - livello base - sabato (h. 10.00-13.00)
22 Febbraio 2014 - 24 Maggio 2014
Corso di lingua portoghese - livello intermedio 1 - sabato (h. 10.00-13.00)
22 Febbraio 2014 - 24 Maggio 2014
ONG e Sviluppo
28 Febbraio 2014 - 01 Marzo 2014
Il diritto nelle emergenze umanitarie
28 Febbraio 2014 - 01 Marzo 2014
L'Europa sociale: le politiche dell'UE
28 Febbraio 2014 - 01 Marzo 2014
Monitoraggio e valutazione nell'aiuto umanitario
07 Marzo 2014 - 08 Marzo 2014
I progetti europei. Finanziamenti e metodi di europrogettazione.
07 Marzo 2014 - 08 Marzo 2014
Media e crisi umanitarie
14 Marzo 2014 - 15 Marzo 2014
Corporate Social Responsibility
14 Marzo 2014 - 15 Marzo 2014
Il futuro dell'Unione Europea: integrazione e istituzioni (Corso proposto in modalità distance learning)
17 Marzo 2014 - 07 Aprile 2014
I diritti umani in Europa
21 Marzo 2014 - 22 Marzo 2014
Il negoziato nelle operazioni internazionali
21 Marzo 2014 - 22 Marzo 2014
Project Cycle Management
28 Marzo 2014 - 29 Marzo 2014
Green Economy and Development
04 Aprile 2014 - 05 Aprile 2014
Humanitarian Protection
04 Aprile 2014 - 05 Aprile 2014
I progetti europei. Tecniche e strumenti di europrogettazione.
11 Aprile 2014 - 12 Aprile 2014
Food Security
11 Aprile 2014 - 12 Aprile 2014
Disaster Risk Reduction: il nuovo approccio della Cooperazione Internazionale per la prevenzione delle crisi
09 Maggio 2014 - 10 Maggio 2014
Result Based Management
16 Maggio 2014 - 17 Maggio 2014
Turismo responsabile, sviluppo sostenibile e cooperazione internazionale
16 Maggio 2014 - 17 Maggio 2014
 
Per i dettagli e le scadenze, consulta il link http://www.ispionline.it/it/ispi-school/tipologie-di-corsi/winter-e-summer-school/winter-school/corsi

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.