L'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) in Italia sta cercando candidati qualificati disponibili a lavorare su chiamata in diverse località nelle regioni del Sud Italia (Puglia, Calabria, Campania, Sardegna e Sicilia). Scopri l'offerta e candidati!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Organizzazioni Internazionali

 

Ente: IOM, International Organization for Migration (OIM, Organizzazione Internazionale per le Migrazioni) è la principale organizzazione intergovernativa in ambito migratorio. L’Organizzazione è stata fondata nel 1951 con il nome di Comitato Intergovernativo Provvisorio per il Movimento dei Migranti dell’Europa, PICMME (Provisional Intergovernmental Committee for the Movement of Migrants from Europe) in risposta ai fenomeni migratori che caratterizzarono l’Europa dopo la Seconda Guerra Mondiale.  La mission dell’IOM è l’attuazione di una migrazione ordinata e rispettosa della dignità umana per favorire lo sviluppo economico e sociale dei migranti. Attualmente l’Organizzazione è composta da 151 Stati Membri. L’Italia è uno dei Paesi fondatori e vanta la presenza di una Missione IOM sul territorio nazionale.

 

Dove: regioni del Sud Italia (Puglia, Calabria, Campania, Sardegna e Sicilia)

 

Destinatari: mediatori culturali

 

Quando: non specificato

 

Scadenza: open

 

Descrizione dell’offerta: Mediatori culturali qualificati disponibili su chiamata saranno reclutati dall'OIM al fine di fornire assistenza alla mediazione culturale al Ministero dell'Interno italiano - Dipartimento della sicurezza pubblica nelle regioni selezionate.

Quando necessario e sulla base della lingua richiesta, i mediatori culturali disponibili saranno chiamati dall'IOM Italia per l'assegnazione dell’incarico con un breve preavviso e con contratto su base giornaliera.

Il candidato dovrà:

- Fornire supporto generale al Ministero degli Interni - Dipartimento di pubblica sicurezza nei porti, nei punti di sbarco principali, negli uffici di immigrazione e uffici di polizia locali delle aree selezionate

- Tradurre dall'italiano verso la madrelingua dei migranti e viceversa

- Assistere nell'attività di mediazione in modo obiettivo e imparziale

- Facilitare la comprensione delle leggi e delle procedure amministrative nazionali

- Rimanere disponibile per viaggiare da/verso siti nell'area della stazione di lavoro assegnata

- Assistere l'Assistente di area e il Project Manager con la preparazione di tutte le informazioni finanziarie pertinenti e la documentazione relativa al progetto (pagamento / rimborso / viaggio)

- Disponibilità 24/7 per fornire supporto linguistico per un periodo limitato

- Qualsiasi altro servizio correlato, qualora richiesto

 

Requisiti:

- residenza italiana/permesso di lavoro in Italia

- diploma di scuola superiore

- almeno 3 anni di esperienza nella mediazione culturale nel quadro dell'assistenza dei migranti

- esperienza precedente con organizzazioni internazionali, ONG, agenzie dell'UE e / o Polizia di frontiera italiana sarebbe un vantaggio

Competenze:

- ottime capacità comunicative

- capacità di lavorare in squadra

- capacità di essere proattivi, con buon senso e buone capacità interpersonali

- impegno personale, efficienza

- madrelingua in almeno una delle seguenti lingue: inglese, francese, arabo, bengalese, cinese, hindi, amarico, tigrino, urdu, pashtu, dari, somalo, pular, mandinka, fula, hausa e twi

- la conoscenza di altri dialetti africani è considerata un vantaggio

 

Costi o Retribuzioni: contratto a chiamata su base giornaliera

 

Guida all’application: I candidati interessati con le qualifiche richieste dovranno presentare il loro curriculum vitae in italiano o inglese al seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., specificando come oggetto: “CFCV 2018 02 Cultural Mediator (su chiamata)”

 

Link utili:

link all’offerta

OIM Italia

 

Contatti Utili:

OIM Missione di Collegamento per l’Italia, Malta e la Santa Sede

Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo

Casale Strozzi Superiore, Via L.G. Faravelli snc, 00195 Roma

Tel: (+39) 06 44 23 14 28

Fax:(+39) 06 44 02 53 3

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

a cura di Ludovica Mondati

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

L’Ufficio per la Coordinazione degli affari umanitari delle Nazioni Unite offre diverse posizioni di tirocinio all’interno dei suoi uffici di Ginevra. Scopri tutte le offerte disponibili!

Per altre opportunità simili visita la sezione Organizzazioni Internazionali

 

Ente: L’ Office for the Coordination of Humanitarian Affairs è un ufficio dell'ONU creato nel 1991 dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite per dare un più efficace e rapido intervento durante le crisi umanitarie e coordinare le agenzie ONU durante le catastrofi per fornire una risposta omogenea alle emergenze.

L’OCHA coordina le varie azioni umanitarie per assicurare assistenza e protezione alle popolazioni affette da crisi. Il loro lavoro mira a superare ostacoli che impediscono assistenza umanitaria in situazioni di emergenza, e fornisce leadership nella mobilitazione di assistenza e risorse per conto del sistema umanitario internazionale.

L’OCHA non è un’agenzia operativa direttamente impegnata nell’implementazione di programmi umanitari, il suo valore aggiunto è invece un lavoro di advocacy globale che fornisce supporto a tutto il sistema. Nella realizzazione del suo mandato, l’OCHA lavora secondo i principi di umanità, neutralità, imparzialità e indipendenza.  

 

Dove: Ginevra

 

Destinatari: studenti in possesso dei requisiti

 

Quando: non specificato

 

Scadenza: 29 maggio 2018

 

Descrizione dell’offerta: L’offerta riguarda diverse opportunità di internship all’interno dei seguenti dipartimenti dell’OCHA:

Office of the Director-(OD)

Inter-Agency Standing Committee-(IASC) secretariat

Coordination and Response division-(CRD)

Emergency Services branch-(ESB)

Partnerships and Resource Mobilization branch-(PRMB)

Programme Support branch-(PSB)

 

Il candidato dovrà supportare l’OCHA nella realizzazione della sua missione di coordinare azioni umanitarie in collaborazione con attori nazionali e internazionali; sostenere i diritti delle persone in bisogno; promuovere prontezza e prevenzione e facilitare soluzioni sostenibili.

In generale, il candidato dovrà assistere attività e progetti nelle rispettive aree che verranno assegnate. I compiti giornaliere dipenderanno dal background del candidato e comprenderanno: fornire assistenza nella preparazione di studi su disastri, emergenze umanitarie e altri topic; ricerca, analisi e presentazione di informazioni; collaborare alla stesura di documenti e fornire supporto durante meeting e conferenze; possibilità di altre mansioni qualora richiesto.

Oltre ai compiti generali sopra indicati, al candidato verranno richiesti altri compiti relativi al dipartimento al quale verrà assegnato:

- Il Segretariato dell’Inter-Agency Standing Committe (AISC) è responsabile di fornire supporto tecnico ai vari organi dell’AISC e di monitorare l’attuazione delle decisioni

- Il dipartimento Coordination and Response (CRD) gestisce gli uffici sul campo e fornisce ulteriore supporto agli uffici regionali e nazionali OCHA e ai Resident Coordinators/Humanitarian Coordinators

- L’unità Humanitarian Leadership Strengthening (HLSU) incentra il suo lavoro sulla leadership umanitaria

- L’Emergency Services branch (ESB) supporta l’OCHA a l’intera comunità internazionale in risposta alle nuove emergenze e disastri.

- Il Partnerships and Resource Mobilization branch (PRMB) coordina le partnership dell’OCHA con gli stati membri, organi regionali e interregionali e con il settore privato

- Il Programme Support branch (PSB) aiuta OCHA e partner a gestire risposte congiunte e più efficaci usando strumenti e servizi innovativi

 

Requisiti:

- essere iscritti ad un corso di laurea magistrale o all’ultimo anno di un corso di laurea triennale in scienze politiche, scienze sociali, relazioni internazionali, economia, ingegneria o altri campi relativi

- oppure aver concluso gli studi da non più di un anno

- ottime capacità di comunicazione

- capacità a lavorare in team

- saper gestire le relazioni con i clienti

- non è richiesta esperienza lavorativa

 

Costi o Retribuzioni: non retribuito

 

Guida all’application: per presentare l’application visitare la pagina dell’offerta

 

Link utili:

link all’offerta

unocha

 

Contatti Utili:

per contattare l’organizzazione compilare il format a questa pagina

 

 

a cura di Ludovica Mondati

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

AIESEC offre l’opportunità di prendere parte ad un progetto di volontariato  di sei settimane a Şişli, Turchia, per diffondere la consapevolezza legata all’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile n.15: Vita sulla Terra

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione

 

Ente: AIESEC è un'organizzazione no-profit internazionale interamente gestita da studenti tra i 18 e i 30 anni che dal 1948 mira al raggiungimento della pace e dello sviluppo del potenziale umano sbloccando caratteristiche di leadership tra i giovani tramite esperienze pratiche in contesti stimolanti. Assieme ad altre organizzazioni partner, AIESEC facilita un network di scambi internazionali sotto forma di esperienze di volontariato e di tirocinio.

L'organizzazione oggi conta di più di 40.000 giovani in tutto il mondo che hanno partecipato ad un'esperienza per lo sviluppo della leadership. è presente in più di 120 paesi e possiede più di 8000 organizzazioni partner.

AIESEC ha inoltre lo status consultivo con il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC), è affilitato con l'UN DPI, membro del ICMYO, e ufficialmente riconosciuto dall'UNESCO.

Nel 2015 AIESEC ha cominciato a promuovere e ad implementare la partecipazione dei giovani all'interno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile promossi dalle Nazioni Unite. La rilevanza e il contributo di AIESEC in questo campo sono chiari e trasparenti. 

I Sustainable Development Goals sono gli obiettivi lanciati dalle Nazioni Unite per raggiungere obiettivi concreti di sviluppo adeguato alle risorse del Pianeta e alle esigenze umane. Il progetto è in liea con il Sustainable Development Goauls nr. 15 - life on Earth

 

Dove: Şişli, Istanbul

 

Destinatari: giovani tra i 18 e 30 anni

 

Quando: dal 29 luglio al 10 settembre

 

Scadenza: 28 giugno 2018

 

Descrizione dell’offerta: Il progetto “Save the Animals” si svolgerà a Şişli, uno dei 39 distretti situato nella parte europea di Istanbul con durata di 6 settimane e dà l’opportunità al volontario di aiutare il veterinario a svolgere funzioni di assistenza agli animali e di condurre ricerche sui diritti di quest’ultimi in Turchia. Obiettivo principale è la riabilitazione della fauna e l’aumento della consapevolezza dei diritti di questi nelle varie realtà locali.

La giornata di lavoro sarà dalle 10 alle 16, weekend esclusi.

Incrementare gli sforzi volti a combattere il bracconaggio e il traffico di specie protette,  aumentando la capacità delle comunità locali di perseguire opportunità di sviluppo sostenibile, è parte integrante della strategia racchiusa all’interno del Global Goal n.15:  Vita sulla Terra, sancito nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite

 

Requisiti:

- giovani tra i 18 e 30 anni

- background preferibilmente in psicologia o scienze dell’educazione

- capacità di adattamento e lavoro di squadra

- buona conoscenza dell’inglese

 

Costi o Retribuzioni:  Il costo di partecipazione per il programma Global Volunteer è di 300 euro. L’alloggio è incluso nella quota di partecipazione

 

Guida all’application: Per candidarsi al progetto o scoprirne di nuovi, visitare il sito aiesec.org

 

Informazioni utili: per i volontari è obbligatorio il visto e un’assicurazione medica per tutta la durata del viaggio

 

Link utili:

link al progetto

aiesec

 

Contatti Utili:

Per maggiori informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

AIESEC ltalia

Via Montepulciano 17 - 20124 Milano - Italia  

+39 02 674 81070

 

 

a cura di Ludovica Mondati

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Candidati come agente di servizio e inizia la tua carriera internazionale

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Organizzazioni internazionali

 

Ente: UNHCR - United Nations Higher Committee for Refugees -  è la principale organizzazione al mondo impegnata in prima linea a salvare vite umane, a proteggere i diritti di milioni di rifugiati, di sfollati e di apolidi, e a costruire per loro un futuro migliore, come evidenziato nel nostro statuto. Lavora in 127 Paesi del mondo e si occupa di oltre 60 milioni di persone. Il mandato dell’UNHCR è di guidare e coordinare, a livello mondiale, la protezione dei rifugiati e le azioni necessarie per garantire il loro benessere. L’Agenzia lavora per assicurare che tutti possano esercitare il diritto di asilo e di essere accolti in sicurezza in un altro Stato. Insieme ai governi, l’UNHCR aiuta i rifugiati a tornare a casa, ad essere accolti nel paese dove hanno trovato rifugio o in un paese terzo. È costantemente alla ricerca di candidati di talento e compassionevoli con alta integrità per rafforzare la propria capacità di rispondere con urgenza alle crisi con le giuste competenze. Data la natura del lavoro dell'UNHCR, è essenziale che la sua forza lavoro abbia il giusto mix di abilità e qualità per adempiere al suo mandato.

 

Dove: varie destinazioni

 

Destinatari: Tutti coloro che sono interessati

 

Quando: Non specificato

 

Scadenza: 29 giugno 2018

 

Descrizione dell’offerta: La Divisione delle relazioni esterne dell'UNHCR è alla ricerca di persone di talento per integrare la propria squadra. Le funzioni tipiche possono includere:

- Tenersi aggiornati su tutti gli sviluppi dell'attività per preparare report appropriati, briefing e note informative, e altra documentazione come richiesto

- Mantenere i contatti con tutte le unità al fine di raccogliere dati accurati sui rifugiati e sulle attività di assistenza

- Consolidare e analizzare i dati sul programma (ad es. nutrizione, salute, acqua e servizi igienico-sanitari) per facilitare la preparazione di rapporti periodici, ad esempio Sitreps, rapporti specifici sull'attività, a seconda delle necessità

- Lavorare a stretto contatto con il personale di gestione delle informazioni e GIS, ove necessario, per assicurare presentazione, grafici e mappe efficaci dei dati

- Preparare e distribuire i verbali delle riunioni di coordinamento

- Preparare le informazioni richieste per le missioni e i visitatori sulle attività dell'UNHCR

- Aiutare a dare visibilità ai contributi del governo all'UNHCR

- Bozze e / o rapporti di controllo

- Bozze di relazioni e rapporti finanziari sui contributi, in conformità con i requisiti specifici dei donatori Requisiti

 

Requisiti: Generali per tutti i livelli:

- Comprovate capacità di redazione e redazione in inglese (o un'altra lingua nei casi in cui l'ufficio lavori e rapporti non siano in inglese)

- Conoscenza approfondita delle attività operative dell'UNHCR, dei suoi programmi di assistenza e protezione, esigenze di finanziamento e priorità strategiche

- Comprensione delle sfide affrontate dalle operazioni sul campo, dai problemi di attuazione dei programmi ai vincoli di negoziazione con le autorità locali e le persone interessate

- Familiarità con la struttura del bilancio dell'UNHCR e requisiti di segnalazione dei donatori pertinenti

- L'esperienza con l'UNHCR / altra agenzia delle Nazioni Unite nella raccolta di fondi, nella gestione dei programmi o nelle relazioni esterne è un vantaggio

- Abilità comunicative eccellenti con forti capacità interpersonali e di negoziazione

- Ottima padronanza dell'inglese e un'altra rilevante Linguaggio delle Nazioni Unite (scritto, orale, comprensione) e abilità di redazione altamente sviluppate

- Ottime competenze informatiche (MS Word, Excel e PowerPoint essenziali)

 

Qualifiche ed esperienza professionale richieste:

Per posizioni a livello P2

- Formazione: Laurea specialistica in Giornalismo, Diritto , Relazioni internazionali, Economia, Economia aziendale / Gestione, Scienze sociali o settori correlati

- Esperienza lavorativa: minimo di 2 anni (3 anni con una laurea di primo livello) esperienza professionale (relazioni esterne, relazioni con i donatori, difesa politica e programma) in attività umanitarie di protezione / protezione

- Lingue: è richiesta la padronanza dell'inglese

 

Per le posizioni al livello P3

- Istruzione: Diploma universitario avanzato in giornalismo, giurisprudenza, relazioni internazionali, economia, amministrazione aziendale / management, scienze sociali o settori correlati

- Esperienza lavorativa: minimo di 5 anni (6 anni con una laurea di primo livello) esperienza lavorativa a livello professionale (relazioni esterne, relazioni con i donatori, difesa politica) in attività umanitarie di protezione / protezione e in una capacità internazionale

- Lingue: è richiesta la padronanza dell'inglese

 

Costi o Retribuzioni: Non specificato

 

Guida all’application: Compila qui la tua candidatura

 

Link utili: Link all’offerta

 

Contatti Utili:

Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati

Via A. Caroncini, 19

00197 Roma

Tel.: +39 06 802121

Numero verde: 800.298.000

 

a cura di Daniela Esposito

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

ONU e Unione Europea hanno lanciato ’Spotligh Initiative’ con un ha un budget di 500 milioni di euro per contrastare la piaga sociale della violenza sulle donne, che  coinvolge in media una donna su tre.

L’Unione europea ha avviato in collaborazione con le Nazioni Unite ‘Spotlight Initiative’, un progetto per eliminare tutte le forme di violenza contro le donne. Lo ha annunciato l’alta rappresentante Ue per la Politica estera e di sicurezza, Federica Mogherini. “Dobbiamo innanzitutto garantire che le donne e le ragazze vivano in sicurezza, in modo che possano sviluppare pienamente le loro potenzialità,” ha detto la vicepresidente.

Il contributo economico delle Nazioni Unite, al momento, non è però rilevante. Il progetto, finanziato con un Fondo fiduciario multilaterale, parte con un budget di 500 milioni di euro, praticamente tutti versati dall’Unione europea. Troppo poco secondo il commissario per la Cooperazione internazionale e lo sviluppo Neven Mimica. “Per apportare un reale cambiamento, invito tutti i partner ad aderire alla nostra iniziativa”, ha detto il croato. “La violenza contro donne e ragazze è una delle ingiustizie più grandi del nostro tempo, e attraversa ogni frontiera, generazione, nazionalità e comunità”.

La violenza contro le donne e le ragazze è una delle più diffuse e devastanti violazioni dei diritti umani ed è presente in tutto il mondo. Essa riguarda ogni società e oltrepassa ogni genere di confine generazionale, socioeconomico, educativo o geografico. Oggi, complessivamente, oltre un miliardo di vite umane subiscono violenze. Si stima che il 35% delle donne è stato vittima di violenza nel corso della propria vita - una percentuale che in alcuni paesi raggiunge addirittura il 70%.
Inoltre, più di 700 milioni di donne in tutto il mondo vengono unite in matrimonio ancora bambine, prima dei diciotto anni. Di queste, più di 1 su 3 prima dei quindici anni: si tratta di circa 250 milioni di ragazze. Almeno 200 milioni di donne e ragazze in 30 paesi hanno subito mutilazioni genitali.
Questa piaga è un ostacolo alla parità di genere, all'emancipazione di donne e ragazze e, in generale, allo sviluppo sostenibile, oltre a essere un ostacolo alla realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Secondo il Segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, l’iniziativa Spotlight “ha una portata storica e rappresenta un investimento pionieristico nella parità di genere e nell’emancipazione femminile”. È espressione della stessa volontà politica dimostrata dalla comunità internazionale nell'adottare gli obiettivi di sviluppo sostenibile, non solo l'obiettivo 5 incentrato specificamente sulla parità di genere ma anche obiettivi quali il porre fine alla violenza contro le donne e le ragazze nonché l'integrazione della parità di genere nel quadro complessivo degli obiettivi di sviluppo sostenibile.
Il nuovo consenso europeo in materia di sviluppo e il nuovo approccio globale dell'UE allo sviluppo sostenibile negli anni a venire evidenziano anche l'impegno dell'UE e di tutti gli Stati membri in materia di parità di genere.

'Spotlight' dovrebbe fornire alle donne sostegno su vasta scala, organizzare attività di sensibilizzazione, implementare il quadro normativo e migliorare la raccolta dati in Africa, America Latina, Asia, nel Pacifico e nei Caraibi. Il tutto per eliminare, appunto, la violenza contro le donne: una piaga sociale che coinvolge, in media, una donna su tre. La percentuale delle vittime sale però al 70% in alcuni Stati dell’Africa e dell’Asia. Qui, a soffrire, sono soprattutto le giovani, date in sposa quando sono ancora bambine (700 milioni i casi), o infibulate (200 milioni).

 

Giuditta Pecorari

 

Per saperne di più

Spotlight Initiative - UE

Commissione Europea

ONU

Si è conclusa il 25 Settembre la 72esima sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite tenutasi a New York, che è stata sede di dibattito di 196 Capi di Stato, di governo e delegazioni. I temi al centro del dibattito hanno rispecchiato le problematiche e le sfide più pressanti del presente a livello mondiale quali la lotta al terrorismo, la minaccia del nucleare, la crisi dei rifugiati e la questione ambientale.

In rappresentanza dell’Unione Europea, il 20 settembre è intervenuto il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk. Il suo intervento, perfettamente in linea con i temi chiave della sessione, si è concentrato su elementi quali:

- il contributo dell'UE nel far fronte alla crisi dei rifugiati e le ulteriori azioni necessarie per porre un freno alla tratta di esseri umani

- la necessità di perseguire una denuclearizzazione pacifica della penisola coreana

- la necessità di potenziare la lotta al terrorismo, intensificando convergendo le forze per contrastare la radicalizzazione

- la necessità di mettere al centro la questione ambientale attraverso l'impegno dell'UE ad attuare pienamente e con rapidità l'accordo di Parigi.

È stata data inoltre ampia rilevanza alla figura della donna attraverso il lancio dell'iniziativa congiunta "EU-UN Spotlight" volta ad eliminare tutte le forme di violenza contro donne e ragazze. In particolare l’iniziativa si concentrerà su aree quali il traffico di donne e ragazze, lo sfruttamento sessuale ed economico, la violenza di genere e i femminicidi.

 Tuttavia, il vero e principale tema del dibattito, è stato l’invito a concentrarsi sugli individui nella lotta per la pace e una vita dignitosa su un pianeta sostenibile, ponendo le persone al centro delle attività delle Nazioni Unite e rilevando il ruolo che le riforme proposte hanno ai fini di una riorganizzazione dell’ONU. Tale raccomandazione risulta chiaramente visibile nelle parole del Presidente dell’Assemblea Miroslav Lajčák:

 “Durante la scorsa settimana abbiamo affrontato molte questioni. Avete discusso dell’impatto che hanno sui Paesi del mondo e sui loro popoli. Abbiamo ascoltato resoconti di persone che fuggono dal fuoco dei conflitti, della potenza di bombe che esplodono distruggendo. Storie di individui che sopravvivono un’intera settimana con quello che alcuni di noi pagano per un caffè. Persone costrette a dover decidere se mettere a repentaglio le loro vite per restare o per fuggire. Persone che si chiedono dove colpirà il prossimo uragano, o se il loro villaggio sarà sommerso tra qualche anno. Persone che stanno cominciando a perdere – o hanno già perso – la speranza nei processi di pace internazionali. Persone che aspettano ancora che giustizia e diritti umani divengano parte della loro realtà quotidiana”.

A conclusione della sessione dell’Assemblea, è stata ribadita l’importanza di rafforzare le Nazioni Unite quale asse portante dell'ordine globale fondato su regole, sul dialogo e sul multilateralismo, attraverso l’impegno a favore dell’ONU e dei suoi membri.  Aggiunge infine con forza il Presidente Lajčák “Avete anche sostenuto che qualsiasi alternativa rischierebbe di replicare errori già commessi nella storia”.

 

 

Barbara Parisse

 

Per saperne di più

72° Assemblea

Assemblea Generale ONU

 Le Nazioni Unite sono la tua passione? Vorresti iniziare la tua Carriera Internazionale in una delle più affascinanti città europee? Non perdere tempo e candidati adesso!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Organizzazione Internazionali

 

Ente: Il Mine Action Service (UNMAS) delle Nazioni Unite fu creato con l’obiettivo di salvare vite e si occupa di riserve di armi e munizioni non sicure e mal gestite, di ordigni esplosivi improvvisati, ordigni inesplosi, magazzini a rischio, mine e munizioni a grappolo. L’UNMAS fa parte del  Department of Peacekeeping Operations (DPKO) delle Nazioni Unite, che assiste gli stati membri e il Segretario nello sforzo di mantenera la pace e la sicurezza internazionale. Il DPKO si occupa di organizzare le missioni di peacekeeping, di fornire appoggio politico e  logistico alle missioni di pace, di gestire i contributi economici e di coordinare il lavoro tra il personale civile e militare durante le operazioni di pace. Il dipartimento nacque ufficialmente nel 1992, quando Boutros Boutros-Ghali divenne Segretario Generale delle Nazioni Unite

 

Destinatari: studenti

 

Dove: Ginevra, Svizzera

 

Scadenza: 30 Settembre 2018

Descrizione dell’offerta: il tirocinio prevede una durata di sei mesi e coinvolge le seguenti attività:

-condurre ricerche e redigere documenti ufficiali relativi alle priorità dell’UNMAS

-dare supporto al lavoro dell’ Inter-Agency Working Group sulla Mine Action

-dare supporto all'impegno dell’ufficio con la comunità umanitaria

-fornire assistenza su questioni relative ai trattati

-partecipare a conferenza e incontri per conto di UNMAS e fornire note informative orali e scritte a colleghi

- condurre risorse specifiche sugli sviluppi correnti nel campo dell’azione antimine e non solo

-contribuire al lavoro giornaliero del team secondo la necessità, incluse questioni di amministrazione e comunicazione

-esercitare altre funzioni sotto indicazione del supervisore

 

Requisiti: ai candidati sono richiesti i seguenti requisiti:

-essere iscritti ad un corso universitario o essere a meno di un anno dal conseguimento del titolo di studi

-essere in grado di utilizzare il computer

-dimostrare un sincero interesse nel lavoro nelle Nazioni Unite e un allineamento i principi espressi nella Carta

-sapere interagire con individui provenienti da orizzonti culturali differenti, dimostrando tolleranza verso opinioni e principi diversi dai propri

-non è richiesta alcuna esperienza lavorativa

-ottima conoscenza dell'inglese sia scritto che parlato e la conoscenza della lingua francese è auspicabile. La conoscenza di un’altra lingua ONU è considerata un vantaggio

 

Retribuzioni: non specificato

 

Guida all’application: per potersi candidare è necessario seguire la procedura indicata dalla piattaforma “Inspira” delle Nazioni Unite, la quale è disponibile sulla Pagina Offerta (vedi “Link Utili”) cliccando sulla voce “Apply Now”

 

Link utili:

Pagina offerta

UNMAS Sito Ufficiale

Department of Peacekeeping Operations  

 

Contatti Utili:

1 United Nations Plaza, New York, NY 10017

+1 212-963-8897

a cura di Elisa Onorati

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

UN Volunteers offre un sacco di opportunità in vari e diversi settori

 

Cerchi altre opportunità? Vai su Organizzazioni Internazionali

 

Ente: Le Nazioni Unite (o ONU) sono un’organizzazione intergovernativa fondata nel 1945 da 51 Stati Membri e estesasi fino a comprendente, nei giorni nostri, ben 192 Paesi.  Il lavoro dell’ONU rotea su quattro funzioni principali: mantenere la pace e la sicurezza internazionali; sviluppare relazioni amichevoli fra le nazioni; cooperare nella risoluzione dei problemi internazionali e nella promozione dei diritti umani; rappresentare un centro per le diverse iniziative nazionali. L'ONU è oggi strutturato in diverse aree e agenzie ognuna destinata ad occuparsi in maniera specifica di un ambito territotoriale o di policy

United Nations Volunteers (UNV) è un programma dell’UN nato con lo scopo di diffondere la pace e lo sviluppo nel mondo attraverso il volontariato. Onlive Volunteering aiuta i volontari a trovare e individuare tutti i problemi relativi allo sfruttamento umano, alla fame e alle guerre

 

Dove: Varie sedi ed in remoto

 

Destinatari: Tutti coloro che soddisferanno i requisiti

 

Quando: Ogni offerta ha un diverso periodo di tempo

 

Scadenza: open

 

Descrizione dell’offerta:

I settori sono:

- Traduzione 

- Scrittura e revisione Writing 

- Arte e design

- Sviluppo della tecnologia

- Sviluppo dei progetti e management

- Ricerca

-  Insegnamento e formazione

- Leadership e strategia

- Assistenza sociale e sostegno

- Coordinazione della comunità

- Organizzazione di eventi

- Gestione dei volontari

Ogni settore ha diversi compiti

Fondamentale è avere:

- Accesso ad Internet e agli strumenti necessari per svolgere il proprio lavoro. Il Candidato dovrà avere un accesso regolare ai dispositivi di comunicazione, come smartphone, tablet, laptop o computer

- Tempo. Decidere quanto tempo si ha a disposizione per le proprie attività di volontariato

- Disponibilità. Sarà necessario rendersi disponibile ad ogni teleconferenza, incontri o check-in richiesti dall’ente per cui si svolge l’attività di volontariato

 

Requisiti: Ogni settore richiede differenti requisiti

 

Retribuzione: Non specificato

 

Guida all’application:

- Registrarsi come volontario con il UNV Online Volunteering service

-Una volta registrato, puoi cercare le opportunità che ti interessano di più

- L’ente offerente svolgerà un processo di selezione tra i vari candidati

- Una volta completato il tuo incarico, invia ad UNV un feedback raccontando loro la tua storia

- Una volta inviato il feedback riceverai un certificato da parte dell’ente per cui hai svolto il lavoro

 

Link Utili: Clicca qui per tutte le informazioni e le OFFERTE

 

Contatti Utili:

Online Volunteering service

United
Nations Volunteers

Postfach
260 111

D-53153
Bonn

Germany

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

A cura di Silvia Cortese

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente

LA REDAZIONE

 

United Nation Enviroment  Programme è alla ricerca di 20 Volontari dal diverso profilo professionale da inserire in un progetto a Nairobi
 
Per altre opportunità simili consultare la sezione Nazioni Unite e Organizzazioni Internazionali dalla pagina del nostro sito carriereinternazionali
 
Ente: UNEP affronta come tema principale quello dei cambiamenti climatici. Si impegna a contrastare questi processi che possono compromettere l’ecosistema, individuando le migliori strategie ecocompatibili. Opera a tutela dell’ambiente e per l’uso sostenibile delle risorse naturali. I suoi principali obiettivi consistono nel prevenire disastria mbientali con politiche e tecnologie adeguate, nel raggiungere accordi contro il riscaldamento globale attraverso conferenze annuali, nell’individuare soluzioni comuni attraverso un’intensa attività di cooperazione con le altre organizzazioni internazionali, gli Stati nazionali, le Ong e con esponenti del settore privato e della società civile. Il lavoro dell’UNEP si svolge per livelli: valutando le condizioni ambientali; stipulando accordi con le maggiori potenze; mettendo in relazione sviluppo economico e ambiente; dedicandosi all’informazione e promuove il coinvolgimento dell’opinione pubblica sulle tematiche della gestione ambientale.
 
Dove: Nairobi
 
Destinatari: Laureati di almeno 25 e con almeno tre anni di esperienza professionale
 
Durata: 12 mesi
 
Scadenza: Scadenze cicliche
 
Descrizione dell’offerta: UNEP è alla ricerca di 20 volontari dinamici, creativi e motivati da coinvolgere nel suo programma di volontariato a Nairobi. In particolare si reclutano scrittori/ricercatori che si occupino di raccogliere,  studiare e scrivere storie, risultati e contenuti editoriali circa le attività di UNEP; grafici web in grado di sviluppare alternative vincenti per la scienza e la ricerca rivolte al pubblico; gestori nel servizio ai clienti; esperti in comunicazione ed organizzatori/gestori eventi in grado di organizzare eventi pubblici e non dall’alto profilo volti a veicolare le attività svolte da UNEP, nonché di gestire il premio Champion of the Earth promosso da UNEP ogni anno. Si richiedono, pertanto, profili dinamici, avventurosi, appassionati di comunicazione, in grado di stare a contatto con il pubblico e in grado di lavorare anche sotto pressione quando necessario.
 
Requisiti: Laurea, almeno tre anni di esperienza, almeno 25 anni compiuti, notevoli abilità interpersonali e organizzative, inclinazione a lavorare in un ambiente multiculturale, abilità ad affrontare e ad adattarsi a condizioni di vita anche difficili, conoscenza di almeno una delle tre lingue ufficiali parlate nelle Nazioni Unite (Inglese – Francese – Spagnolo)
 
Documenti richiesti:  CV oppure copia della propria application form da effettuare online dopo aver creato un proprio profilo registrandosi al sito UNV website
 
Retribuzione: Non specificato
 
Guida all’application: Invia di Documenti richiesti a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili:  L’UNEP offre diverse opportunità per collaborare in seno ai suoi programmi. Esse sono rivolte a personale motivato, energico e qualificato e si distinguono in:
 
-Stage/programmi di internship,i quali offrono la possibilità di lavorare in un’organizzazione internazionale sia in attività strategiche che amministrative e per i cui requisiti si richiede una laurea magistrale e la cui durata oscilla tra i 3 e i 6 mesi con disponibilità a lavorare full-time.
-Attività di volontariato: in questo caso l’offerta è rivolta a personalità estremamente motivate e che abbiano una pregressa esperienza in merito all’area che si va a ricoprire. Requisiti: diploma di Laurea Magistrale, minimo 25 anni di età, almeno tre anni di esperienza professionale, buona conoscenza di una delle tre lingue adottate in seno alle Nazioni Unite: inglese/francese/spagnolo, capacità di lavorare in ambienti multiculturali, forti valori dei principi di volontariato. Durata:6 mesi, massimo un anno.
Sul sito UNEP vengono inoltre pubblicati periodicamente offerte di lavoro che riguardano:
 
- consulenze            
- posizioni professionali
- servizi generali    
- Junior Professional Officers
 
Link utili:
 
 
Contatti utili:
 
UN Volunteers
UN Campus
Platz der Vereinten Nationen 1
53113 Bonn, Germany
 
 
A cura di Emilia Sgariglia
 
La redazione carriere internazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE
 
 
Il programma Nazioni Unite Volontari (UNV) cerca volontari per aiutare l’Ecuador in crisi dopo il terremoto dello scorso aprile.
 
Per opportunità simili visita la sezione Cooperazione, Volontariato e Sviluppo
 
Ente: Il programma Nazioni Unite Volontari (UNV) è un organizzazione delle Nazioni Unite la quale contribuisce alla pace e allo sviluppo attraverso il volontariato globale. La sede è situata a Bonn, Germania, UNV è attivo in circa 130 paesi ogni anno.
 
Dove: Ecuador
 
Destinatari: Interessati al volontariato globale
 
Durata: non specificato
 
Scadenza: non specificato
 
Descrizione dell’offerta: L’UNV cerca volontari per rispondere alla crisi ecuadoriana causata dal terremoto del 16 aprile 2016, in particolare ricerca figure specializzate in aree di ingegneria civile, servizi medici (in particolare servizi psicologici), architettura, riduzione dei disastri, monitorazione e valutazione, comunicazione ed altri settori inerenti. Inoltre lo UN Giovani Volontari, ricerca giovani tra i 18 e i 29 anni.
 
Requisiti:
-ottima conoscenza dello spagnolo
-preferibilmente figure specializzate in ambito di disastri naturali
 
Documenti richiesti: non richiesti
 
Retribuzioni: non prevista
 
Guida all’application: registrazione al sito dell’UNV e successivamente selezionare la voce  "ECUADOR_2016" nella sezione “Special Recruiment” per registrarsi
                                                                                                          
Informazioni utili: Una scossa di terremoto  di magnitudo 7.8 ha colpito il 16 aprile scorso la zona costiera centrale dell'Ecuador. L’epicentro è a 27 chilometri a sud-est di Muisne, a una profondità di 19 chilometri. Il sisma è stato avvertito anche a Quito. Proclamato lo stato di emergenza nelle province di Esmeraldas, Manabí, Santa Elena, Guayas, Santo Domingo e Los Ríos.
 
Link utili:
 
 
 
 
A cura di Luigi Pappalardo
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.