Se hai sempre sognato di lavorare nella gestione dei progetti umanitari finanziati, dalla fase iniziale fino alla fase finale di report e auditing allora non puoi perderti questo corso intensivo: “Preparing and Implementing an ECHO Humanitarian Action” della durata di 3 giorni proposto dall’Istituto per gli studi di Politica Internazionale proposto da ISPI e Punto SUD. Affrettati, i posti sono limitati!

 

Per altre opportunità simili vedi qui!

 

Ente: ISPI è stato fondato nel 1934 ed ha sede a Palazzo Clerici, Milano. È un'associazione di diritto privato che si occupa anche di ricerca, pubblicazione, formazione ed organizzazione di eventi. In particolare per l’ambito formativo, l’ISPI si trova fra i primi posti in Italia per aver formato nuovi diplomatici (le statistiche contano che oltre il 20% degli ammessi alla carriera diplomatica negli ultimi 5 anni proviene da questo Istituto). 

Fondazione punto.sud è un'organizzazione non-profit che lavora a livello mondiale nel campo degli aiuti umanitari, della cooperazione internazionale allo sviluppo e della migrazione. Fondata a Milano nel 1999, promuove la responsabilità in questi ambiti attraverso l'adozione di buone pratiche e procedure di qualità, fungendo anche da ponte tra le agenzie di donatori, organizzazioni non-profit, ONG, centri di ricerca e dipartimenti universitari, pubblica amministrazione e settore privato. In questo quadro opera lungo due binari interdipendenti: esecuzione di progetti e fornitura di servizi specifici

 

Dove: Il corso si svolgerà a Palazzo Clerici, 5 Milano (sede dell’ISPI)

 

Data svolgimento: dal 22 al 24 giugno 2017, dalle 9:30 alle 17:00

 

Destinatari: È rivolto a tutti gli studenti universitari, laureati e professionisti che sono interessati a lavorare nel campo degli aiuti umanitari, specialmente ai programmi finanziati da ECHO o che vogliono semplicemente approfondire la conoscenza sulle procedure di ECHO. Inoltre, è necessaria una buona conoscenza della lingua inglese poichè i corsi saranno tenuti interamente in lingua inglese.

 

Scadenza: Hai tempo fino al 30 maggio per prenotarti. Avrai invece una riduzione sulla quota di partecipazione se prenoti entro il 30 aprile

 

Descrizione: Il corso sarà incentrato sui valori ECHO e sui processi degli aiuti umanitari, e sarà così strutturato:

- ECHO overview (legal basis, main actors, decision making process)

- Action planning phase (proposal preparation and submission)

- Action implementation phase (management of costs, supplies, reporting and plan modifications)

- Action closure phase (closure activities, final reporting, payment)

Inoltre, alla fine dei tre giorni riceverete un Attestato di Partecipazione.

 

Costi: Il costo per questo corso intensivo è di 600 € (escluso vitto e alloggio). Se si prenota entro il 30 aprile la quota sarà di 450€

 

Guida all’Application: Per prenotarsi è necessario inviare il proprio CV a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. quando la prenotazione verrà accettata i candidati riceveranno conferma via mail

 

Link utili:

Pagina corso ECHO

Programma dettagliato

Sito ISPI

Sito Punto Sud

 

 

A cura di Roberta Libro

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Ti interessa l’Europrogettazione ma non sai da dove iniziare? Puoi iscriverti al corso ISPI “Europrogettazione: finanziamenti e metodi” che si terrà nei giorni 31 marzo e 1 aprile a Milano (Palazzo Clerici 5).

Due giorni di lezioni frontali e interattive, oltre a esercitazioni e lavori di gruppo, per conoscere il mondo dell’Europrogettazione che, oltre a essere particolarmente interessante, offre diverse opportunità professionali.  

 

Durante il corso “Europrogettazione: finanziamenti e metodi”  potrai acquisire i principali strumenti utili a predisporre e valutare progetti comunitari. Per realizzare progetti vincenti, infatti, serve conoscere le linee di finanziamento, i metodi di valutazione comunitari e le varie fasi del lavoro (dalla redazione e valutazione di un progetto alla ricerca di partner internazionali ai criteri di finanziabilità).  Se vuoi frequentare questo corso, vai direttamente sul sito: le iscrizioni si chiudono a breve!

 

E se poi vorrai continuare con un percorso più approfondito, nei giorni 19 e 20 maggio ci sarà “Europrogettazione: tecniche e strumenti”, organizzato sempre in ISPI per fornire conoscenze applicate nella gestione di progetti europei. Sempre con la partecipazione di docenti esperti del settore, saranno trattati i principali aspetti di Europrogettazione partendo dal quadro di riferimento normativo e dalle opportunità disponibili (Focus su Horizon 2020) per passare poi alle più efficaci pratiche di gestione del budget, rendicontazione e corretta gestione amministrativa.

 

Per avere maggiori informazioni sui corsi di Europrogettazione e su tutti gli altri corsi della Winter e Summer School dell’ISPI, puoi dare un’occhiata online o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

*********************************************

Europrogettazione: finanziamenti e metodi

A partire dalla seconda metà degli anni '80, la crescente disponibilità di risorse erogate dalle istituzioni comunitarie ha rappresentato una nuova opportunità per le società, le amministrazioni pubbliche e le organizzazioni del Terzo settore italiane. Tuttavia, in molti casi tale opportunità non è stata colta pienamente dagli operatori nazionali a causa di una conoscenza limitata delle linee di finanziamento, dei metodi di valutazione comunitari o degli strumenti necessari per la presentazione di "buoni progetti". Obiettivo del corso è fornire i principali strumenti conoscitivi e metodologici per la predisposizione e valutazione di progetti comunitari; la didattica sarà fortemente interattiva poiché, unitamente a sessioni dedicate alle specificità dei finanziamenti comunitari, si procederà con esercitazioni e lavori di gruppi volti all'apprendimento di efficaci metodi di progettazione.

Questo corso è propedeutico per la frequenza del corso "Europrogettazione: tecniche e strumenti".

Corso utile al conseguimento del Diploma in "Affari europei".

DATA SVOLGIMENTO: Venerdì, 31 Marzo, 2017 - Sabato, 1 Aprile, 2017

 

Europrogettazione: tecniche e strumenti

Il corso intende completare l'offerta formativa dell'ISPI in tema di europrogettazione ed è rivolto a chi ha frequentato il corso propedeutico "Europrogettazione: finanziamenti e metodi” (propedeutico obbligatorio). Tramite la presentazione e discussione di tecniche e strumenti di europrogettazione, il corso intende fornire conoscenze applicate al fine di gestire progetti europei seguendo modalità efficaci e strumenti utili. La didattica segue un'impostazione interattiva, con sessioni dedicate alle specificità della gestione dei progetti europei ed esercitazioni/lavori di gruppi volti ad un apprendimento business oriented.

Per poter accedere a questo corso è necessario aver frequentato il corso base di "Europrogettazione" ed avere una buona conoscenza del ciclo del progetto ("Project Cycle Management"), per la quale l'ISPI conta una proposta formativa specifica.

Corso utile al conseguimento del Diploma in "Affari europei".

DATA SVOLGIMENTO: Venerdì, 19 Maggio, 2017 - Sabato, 20 Maggio, 2017

Tutto è pronto per l’attesissima Fiera delle Carriere Internazionali, un evento di portata internazionale inserito all’interno del Festival delle Carriere Internazionali che riunirà i funzionari di grandi ONG in Italia e nel Mondo, HR di prestigiose aziende e rappresentanti delle top Universities e Business School in Italiane e all’estero. La manifestazione si svolgerà nelle giornate del 13 e 14 marzo 2017 presso l’UNINT Università di Roma, via delle sette chiese 139. Ricordiamo che a tutti i partecipanti verrà data l’opportunità non soltanto di incontrare e conoscere importanti realtà internazionali, ma anche di partecipare alle selezioni per sostenere colloqui in loco con i rappresentanti degli eventi partner presenti all’Evento. 

Di seguito la lista completa degli espositori presenti all’Evento: 

– AIESEC
– ALITALIA
– ALPHAGAMMA
– AMNESTY INTERNATIONAL
– BAREL
– BUSINESS HOTEL MANAGENENT SCHOOL LUZERN (BHMS)
– CENTRO EUROPEO FORMAZIONE E ORIENTAMENTO (CEFO)
– RAPPRESENTANZA IN ITALIA DELLA COMMISSIONE EUROPEA
– COSPE
– CRCC ASIA
– CROCE ROSSA ITALIANA
– ECAMPUS
– EDUCATION FIRST (EF)
– ESL - SOGGIORNI LINGUISTICI
– EUROPEAN PERSONNEL SELECTION OFFICE (EPSO)
– FINANCIAL UNIVERSITY UNDER THE GOVERNMENT OF THE RUSSIAN FEDERATION
– FULBRIGHT
– INSIDE FACTORY
– INVEST YOUR TALENT IN ITALY
– ISTITUTO PER GLI STUDI DI POLITICA INTERNAZIONALE (ISPI)

– JUST KNOCK
– LUNARIA
– MEDICI SENZA FRONTIERE
– ONE
– PIXEL
– ROME BUSINESS SCHOOL
– SAVE THE CHILDREN
– SCHOOL OF ORIENTAL AND AFRICAN STUDIES (SOAS)
– PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – DIPARTIMENTO PER LA GIOVENTù - SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E ALL’ESTERO
– SISCOS
– SPORTELLO STAGE
– TELEFONO AZZURRO
– TURIN SCHOOL OF DEVELOPMENT
– UNICEF
– UNITED NATIONS DEPARTMENT OF SOCIAL AFFAIRS (UN/DESA)
– UNITED NATIONS INDUSTRIAL DEVELOPMENT ORGANIZATION (UNIDO)
– UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE
– UNIVERSITà DEGLI STUDI DI MESSINA
– UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVA
– UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO
– UNIVERSITà DEGLI STUDI MARIA SS. ASSUNTA DI ROMA (LUMSA)
– UNIVERSITA’ EUROPEA DI ROMA
– UNIVERSITA’ PER STRANIERI DI PERUGIA
– URBE AERO
– WEP
– WORLD BANK GROUP
– WORLD FOOD PROGRAMME (WFP)
– YOUTH ACTION FOR PEACE ITALIA (YAP)

Le due giornate della Manifestazione verranno svolte secondo il seguente programma:

13  MARZO - 9.30 - 16.30  APERTURA AL PUBBLICO DELL’AREA ESPOSITIVA

- 10.30-12.30  REVISIONE CV CON CARRIERE INTERNAZIONALI [Aula 19A]
- 11.00 INTRODUZIONE ALLA SCENA POLITICA ATTUALE: COME CONDURRE UNA CAMPAGNA ELETTORALE – UNINT - DANILO BRESCHI e BRUNO POGGI [Aula 19B]
- 11.30  PRESENTAZIONE: INVESTIRE IL TUO TALENTO IN ITALIA – MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE - MARIA LUISA PAPPALARDO [Aula 12]
- 14.30 – 16.30  SESSIONI SIMULTANEE
RECRUITMENT SESSION CON ONE (YOUTH AMBASSADORS) - GIADA CICOGNOLA [Aula 12]
RECRUITMENT SESSION CON MEDICI SENZA FRONTIERE (STAGE IN AMMINISTRAZIONE) - MARIA LUISA GAROFALO [Aula 21]
RECRUITMENT SESSION CON GIOVANI NEL MONDO (FESTIVAL DELLE CARRIERE INTERNAZIONALI 2018 PROMOTER E COORDINATORI) GNM STAFF [Aula 19B]  
REVISIONE CV CON CARRIERE INTERNAZIONALI [Aula 19A]
PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E ALL’ESTERO - ROBERTO ANDREANI [Aula 12]

14 MARZO - 9.30 – 16.00  APERTURA AL PUBBLICO DELL’AREA ESPOSITIVA

- 10.00 – 12.00  SESSIONI SIMULTANEE
RECRUITMENT SESSION CON COSPE in inglese (DIVERSE POSIZIONI) [Aula 21]
RECRUITMENT SESSION CON IL SERVIZIO CIVILE (DIVERSE POSIZIONI) [Aula 5]
RECRUITMENT SESSION CON YAP (DIVERSE POSIZIONI) [Aula 19B]
RECRUITMENT SESSION CON TELEFONO AZZURRO (RELAZIONI ISTITUZIONALI E ADVISORY) [Aula 12]
REVISIONE CV CON CARRIERE INTERNAZIONALI [Aula 19A]
- 14.30 – 16.30  SESSIONI SIMULTANEE
RECRUITMENT SESSION CON AMNESTY INTERNATIONAL (STAGE E VOLONTARIATO) [Aula 5]
RECRUITMENT SESSION CON CEFO (DIVERSE POSIZIONI) [Aula 6]
SIMULAZIONI COLLOQUIO IN GRUPPO – SPORTELLO STAGE [Aula 7]
MOBILITA' IN EUROPA – SVE AND EXCHANGE PROGRAMS – SCAMBIEUROPEI [Aula Magna]
RECRUITMENT SESSION CON COSPE in italiano (DIVERSE POSIZIONI)  [Aula 8]
REVISONE CV CON CARRIERE INTERNAZIONALI [Aula 19]

Compila il FORM online e completa il modello di candidatura! Il nostro staff selezionerà i profili confacenti alle richieste dei partner e contatterà in seguito gli interessati per fissare eventuali colloqui loco. La Fiera delle Carriere Internazionali ti aspetta!

Per maggiori informazioni:

www.internationalcareersfestival.org
www.carriereinternazionali.com 

INFO

Giovani nel Mondo Association
Via Policarpo Petrocchi 10
00137 Roma – Italia
0689019538
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Altre opportunità

La Brunel University of London mette a disposizione £110,000 di borse di studio per studenti eccezionali da ogni parte del mondo! Scegli il tuo corso di studi, iscriviti e candidati ora!

 

Per opportunità simili visita la sezione Formazione per le Carriere Internazionali!

 

Ente: La Brunel University si trova a Uxbridge, nel West London, è un’Università pubblica fondata nel 1966 e che in quarant’anni di attività ha conquistato un posto di primo piano sul panorama della formazione. La sua mission è sempre stata quella di coniugare il rigore accademico ad un approccio pratico, imprenditoriale e creativo. Negli ultimi anni ha investito più di 350 milioni di sterline in un programma di riqualificazione del campus ed ora possiede una vasta gamma di servizi. L’Università vanta otto scuole accademiche costituenti e circa 10 istituti di ricerca e conta oltre 15.200 studenti a tempo pieno. Il college della Brunel University è un campus di primo livello che grazie alla sua posizione a soli 45 minuti di metropolitana dal centro di Londra ed alle sue spettacolari attrezzature sportive attira ogni anno centinaia di studenti italiani e stranieri garantendo così un positivo e stimolante clima internazionale

 

Dove: Londra, UK

 

Destinatari: Studenti o laureati di talento

 

Quando: Anno scolastico 2017/2018

 

Scadenza: 31 maggio 2017

 

Descrizione dell’offerta: La Brunel University ha l’obiettivo di fornire più di £ 110.000 di sostegno finanziario a students eccezionali, laureati triennali o magistrali e offre:

- 50 Borse di studio di £ 3000 sul costo delle tasse universitarie

- gli studenti selezionati avranno la possibilità di rappresentare la Brunel University come ‘’Ambasciatori’’

 

Requisiti: I candidati devono possedere i seguenti requisiti:

- essere stati valutati dalla Brunel University come idonei a partecipare ai loro corsi di studio

- esser stati accettati in un programma di laurea triennale o magistrale

- non aver usufruito di alcuna borsa di studio dall’Università

- impegnarsi a ricoprire la posizione di Student Ambassador

 

Documenti richiesti: E’ necessario allegare alla propria candidatura un saggio di 500 parole (sulle attività, risultati e qualità personali rilevanti per l'applicazione). È possibile candidarsi solo una volta.

 

Retribuzione: La borsa di studio è di  £3000

 

Guida al’Application:  E’ possibile fare domanda per una borsa di studio tramite il portale dello studente eVision, dal 31 Maggio 2017 23:59 (GMT)

 

Informazioni utili: Per maggiori informazioni sul sistema universitario britannico clicca qui

 

Link utili:

Link all’offerta

 

Contatti:

Brunel University London

Kingston Lane

Uxbridge

Middlesex UB8 3PH

Tel: +44 (0)1895 274000

Fax: +44 (0)1895 232806

Security: +44 (0)1895 255786

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



A cura di Marta Della Monaca

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE





Manca un mese ormai all’apertura del Festival delle Carriere Internazionali, ed anche a conclusione di quello che è stato il Tour per le maggiori università italiane sicuramente la volontà di continuare a portare avanti la voglia di conoscere, capire e comprendere quello che veramente è il mondo delle carriere internazionali si trova alla base della condivisione di queste esperienze. L’apporto maggiore per entrare in questo mondo è la ricca testimonianza degli ospiti con cui abbiamo avuto il piacere di collaborare durante questi mesi e che continueranno ad essere presenti in quelli futuri. Oggi abbiamo il piacere di presentarvi Roberta Zaccagnini, Responsabile Ufficio Attivismo della sezione Italiana Amnesty International, che ha risposto alle nostre domande per carriereinternazionali.com.

Cara Roberta Zaccagnini, è stato un piacere collaborare con lei e usufruire della sua testimonianza durante i vari incontri formativi con i giovani. Spesso e soprattutto tra i giovani l’idea di carriera internazionale non è chiara e presenta una molteplicità di possibilità tra le quali è difficile orientarsi. Alla luce delle sua esperienza e del suo ruolo di Responsabile per l’Ufficio Attivismo in Amnesty International, Sezione Italiana, che cosa intende lei per Carriera Internazionale?

 

Sicuramente il mondo delle carriere internazionali è tanto vario quanto complesso. La possibilità di entrare in questo mondo significa, secondo la mia opinione, soprattutto l’opportunità di lavorare in una realtà basata su un modello di solidarietà internazionale in cui ogni diritto violato in qualsiasi parte del mondo, anche lontana, ci riguarda personalmente.

La realtà di Amnesty International  è una delle più dinamiche nell’ambito della cooperazione e sicuramente sarebbe un punto di forza per ogni giovane interessato al settore. Parlando di formazione pratica, quali sono le opportunità di collaborazione che Amnesty International offre ai giovani, studenti e laureati?

 

La realtà di Amnesty International è molto aperta ai giovani e alle persone in genere che sanno mettersi in gioco con la loro esperienza. Si va dallo stage, dal volontariato in sede alle opportunità di lavoro in tutti i settori in cui siamo organizzati: comunicazione, finance, services, educazione, campagne, policy e lobby, attivismo, raccolta fondi. La più grande opportunità che offre è quella di fare attivismo in qualsiasi parte d’Italia contribuendo così a una fortissima crescita personale in termini di conoscenze e, soprattutto, di competenze.

 

Grazie davvero per le parole spese a sostegno dei giovani e delle loro opportunità in questo ambito. Se potesse dare un ultimo consiglio alla luce di quanto detto, cosa direbbe ai nostri ragazzi?

 

Il mio consiglio più grande deriva sicuramente dalle esperienze maturate sul campo. Affiancare a uno studio rigoroso e appassionato che non trascura l’aspetto linguistico, una dimensione forte del fare in cui si vivono e si testano varie realtà del terzo settore, a livello di volontariato e attivismo. Alcune di queste esperienze sono dirimenti rispetto alla strada che può essere scelta tra le tante. Il criterio principale di scelta però dovrebbe essere quella del tempo: incamminarsi sulla strada in cui l’orologio non si guarda, ovvero quella che ci piace di più e che, più di tutte, incontra le nostre attitudini. Capire presto a quale livello di cambiamento si vuole operare (sul campo o meno, nella cooperazione o nell’advocacy, a contatto con i beneficiari o meno, nei programmi o nel fundraising, etc) è la prima e migliore garanzia per una scelta professionale felice.



A cura di Eleonora Mantovani
Carriereinternazionali.com

Alla conclusione del Tour delle Carriere Internazionali, quello che rimane di questa esperienza che ha toccato le maggiori università italiane è sicuramente la volontà di continuare a portare avanti la voglia di conoscere, capire e comprendere il mondo delle carriere internazionali. L’apporto maggiore per entrare in questo mondo è stata la ricca testimonianza degli ospiti con cui abbiamo avuto il piacere di collaborare durante questi mesi. Oggi abbiamo il piacere di presentarvi Maria Luisa Garofalo, HR Specialist di Medici Senza Frontiere Italia, che ha risposto alle nostre domande per carriereinternazionali.com.

 

Cara Maria Luisa Garofalo, è stato un piacere collaborare con lei e usufruire della sua testimonianza durante i vari incontri formativi con i giovani. Alla luce delle sua esperienza e del suo ruolo di Hr Specialist  in Medici Senza Frontiere, ci racconti della realtà della sua organizzazione

Medici Senza Frontiere: Indipendenti. Neutrali. Imparziali. MSF è un’organizzazione medico-umanitaria fondata nel 1971 da medici e giornalisti. MSF aiuta le persone in tutto il mondo, dove ce n’è più bisogno, fornendo assistenza medica alle popolazioni colpite da conflitti, epidemie, catastrofi naturali o escluse dall’assistenza sanitaria. Al momento ci sono progetti in corso in quasi 70 Paesi.

Per molti, MSF è sinonimo di équipe mediche d’emergenza che affrontano catastrofi, guerre ed epidemie in tutto il mondo. Non molti sanno che MSF fa anche qualcos’altro: testimoniare quello che vede, far sentire la voce delle persone che assiste, accendere i riflettori su crisi che continuano nell’ombra e nel silenzio. Per funzionare sul campo, la “macchina” di MSF ha bisogno di attività di sensibilizzazione, reclutamento degli operatori umanitari e raccolta fondi, attività svolte dalle varie sezioni tra cui quella italiana, attiva dal 1992. Da allora le attività di MSF sono cresciute senza sosta, grazie a un team di professionisti in comunicazione, fundraising, risorse umane e amministrazione che ogni giorno con il loro lavoro negli uffici internazionali supporta l’azione di MSF nei contesti più critici del pianeta.

Spesso e soprattutto tra i giovani l’idea di carriera internazionale non è chiara e presenta una molteplicità di possibilità tra le quali è difficile orientarsi. Che cosa intende lei per Carriera Internazionale?

Ci possono essere diversi tipi di carriera internazionale e, a seconda del tipo di organizzazione per la quale si lavora o del ruolo che si svolge, le variabili sono moltissime. Ciò che accomuna le diverse opzioni è un’elevata esposizione a contesti e colleghi con background diversi, culture ed esperienze diverse. Chi decide di intraprendere una carriera internazionale si apre a opportunità e sfide continue, difficoltà e soddisfazioni grandissime e, comunque, alla possibilità di soddisfare la sete di curiosità nei confronti del mondo. Un percorso professionale internazionale porta a una mobilità su una scala geografica maggiore e amplia le opportunità di carriera, offrendo un panorama e una scelta più vasta.

 

La realtà di Medici Senza Frontiere  è una delle più dinamiche nell’ambito degli interventi umanitari internazionali e sicuramente sarebbe un punto di forza per ogni giovane interessato al settore. Parlando di formazione pratica, quali sono le opportunità di collaborazione che MSF offre ai giovani, studenti e laureati?

Le opportunità che MSF offre a studenti e neo-laureati sono moltissime. Abbiamo 14 posizioni di Stage  e 4 di Servizio Civile aperte ogni anno, all’interno dei nostri team di Comunicazione, Raccolta Fondi, Risorse Umane e Finanza e controllo. I nostri percorsi formativi hanno generalmente una durata di sei mesi e i ragazzi che collaborano con noi hanno l’opportunità di osservare da vicino le attività di una ONG internazionale e di partecipare attivamente al loro svolgimento.

Per quanti sono interessati a svolgere attività di ricerca tesi o project work sulle attività di MSF, ci impegniamo, compatibilmente con la disponibilità del nostro staff, a fornire informazioni e dati relativi alle nostre attività.

Un altro modo che i giovani hanno di entrare in MSF è diventando Dialogatori, supportando la raccolta fondi dell’Organizzazione, attraverso un lavoro che permette di sviluppare doti di comunicazione e team work, conciliando anche la flessibilità del lavoro in turni.

Infine, MSF ha una rete di volontariato molto sviluppata, che conta 15 Gruppi Locali di volontari distribuiti su tutto il territorio nazionale, che supportano le attività dell’organizzazione in termini di sensibilizzazione e raccolta fondi.

 

Grazie davvero per le parole spese a sostegno dei giovani e delle loro opportunità in questo ambito. Se potesse dare un ultimo consiglio alla luce di quanto detto, cosa direbbe ai nostri ragazzi?

Il mio consiglio per chi ambisce a una carriera internazionale è quello di lanciarsi: non aspettate che le opportunità vi vengano a bussare alla porta ma uscite, andate a cercare cosa può offrirvi il mondo, mettetevi alla prova! Una volta individuato il percorso che vi interessa, concentratevi su quali sono i requisiti minimi (lingue, corso di studi, esperienze professionali ecc.) e cercate di ottenerli. Preparazione e proattività sono le parole chiave. Cercate di fare esperienza, anche il volontariato può essere fondamentale e permettervi di sviluppare competenze tecniche e trasversali che vi saranno preziose nel percorso lavorativo.

 

A cura di Eleonora Mantovani

Cosa c’è di meglio di studiare immersi nel panorama rilassante della Cornovaglia? Se sei alla ricerca di un’esperienza accademica all’estero, l’Università di Exeter fa per te! Ogni anno offre a studenti provenienti da tutto il mondo la possibilità di usufruire di borse di studio per accedere ai corsi di Master per studi umanistici e sociali!

 

Per opportunità simili visita la sezione Formazione per le Carriere Internazionali!

 

Ente: L’Università di Exeter (UNEXE) è stata fondata nel 1955 ed è una delle università più prestigiose del Regno Unito nominata università dell’anno dal Sunday Times nel 2013. L'università ha la sua sede principale nella città di Exeter, Devon, dove si trova l'istituto di istruzione superiore ed ha altri tre campus: Streatham, St Luke (entrambi in Exeter) e Tremough in Cornovaglia. Streatham è il campus più grande ed è considerato uno dei più belli del Regno Unito poiché posizionato all’interno di un parco verde a pochi passi dal centro storico di Exeter. L’Università è, inoltre, membro del Roussel Group  per il suo contributo alla ricerca ed è un’istituzione accreditata del Association MBAs per l'importanza e la completezza dei suoi corsi di istruzione superiore. La borsa di studio Global Excellence è finalizzata a studenti internazionali che intendono iscriversi ad un Master per l’anno accademico 2017/2018. L’ammontare della borsa è interamente finanziato dal Ministero degli Esteri e del Commonwealth britannico (FCO) e dalle organizzazioni partner dell'Ateneo

 

Dove: Exeter, Devon, UK

 

Destinatari: Laureati interessati ad una formazione post-laurea presso un college di prestigio

 

Quando: Anno accademico 2017/2018, i corsi avranno inizio nell'autunno 2017

 

Scadenza: 25 Settembre 2017

 

Descrizione dell’offerta: L’Università di Exeter offre a laureati la possibilità di ottenere una borsa di studio per Masters in studi umanistici e sociali  riconosciuti dal Consiglio di Ricerca Economica e Sociale (CESR) e dal Arts and Humanities Research Council. Partecipando al Master Global Excellence per studenti internazionali, il candidato avrà l'opportunità di:

- essere e rimanere aggiornato per quanto riguarda le più recenti ricerche

- frequentare lezioni tenute da personale accademico eccellente e leader di ricerca a livello internazionale

- avere la possibilità di accesso ad una vasta gamma di programmi disponibili part-time, full-time o di formazione a distanza

- avere la possibilità di studiare in un ambiente vivace e dinamico

- partecipare alle attività di ricerca di cui l'Università di Exeter ne è leader internazionale

 

Requisiti: I candidati devono possedere i seguenti requisiti:

- essere in possesso del diploma di laurea

- avere un eccellente background accademico

 

Documenti richiesti: Non specificato, eventuale documentazione verrà richiesta al momento della candidatura dai responsabili della selezione

 

Retribuzione: La borsa di studio è di £7,500

 

Guida al’Application:  E’ possibile candidarsi alla borsa di studio contattando il personale per l’ammissione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Informazioni utili: L’Università di Exeter mette a disposizione numerose borse di studio per Master e Corsi di laurea ogni anno per ogni facoltà riservate a studenti internazionali che coprono parte o l'intero ammontare del costo dell'iscrizione, ti invitiamo a consultare il sito ufficiale dei finanziamenti per scoprire la borsa di studio che fa per te!

 

Link utili:

Link all’offerta

Link per consultare altre borse di studio offerte dall’Università di Exeter

 

Contatti:

Prince of Wales Road

Exeter, Devon UK

EX4 4SB

Pagina contatti



A cura di Marta Della Monaca

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE





Come avviare una Carriera Internazionale di successo

 

Il Carriere Internazionali in Tour conclude il suo viaggio attraverso l’Italia con un’altra tappa nel centro Italia! La bella città di Perugia ospiterà l’ultima tappa dell’evento che ha permesso l’incontro tra centinaia di giovani e importanti organizzazioni internazionali e specialisti del settore, un’iniziativa ideata e promossa dall’Associazione Giovani nel Mondo. Scopri di più sul nostro sito internationalcareersfestival.org.

Non perdere il prossimo appuntamento e raggiungici a Perugia il 6 dicembre 2016, presso l’università per Stranieri di Perugia, Palazzo Gallenga - Sala Goldoni, dalle ore 14.30 alle ore 18.00. Un intervento della dott.ssa Daniela Conte, fondatrice dell’Associazione Giovani nel Mondo, aprirà la Conferenza a cui prenderanno parte: Prof. Jacopo Caucci, Console onorario di Spagna, Amnesty International, The ONE Campaign, Comitato Giovani UNESCO, Just Knock. I partecipanti alla Conferenza avranno un primo importante incontro con esperti del settore, proseguendo nella ricerca e la costruzione di un proprio personalissimo percorso all’interno del mondo delle carriere internazionali.

La partecipazione all’evento è gratuita: prenota il tuo posto e compila il nostro form online! Di seguito il programma dettagliato dell’evento:

Come avviare una Carriera Internazionale di successo

6 dicembre 2016
Università per Stranieri di Perugia
Sala Goldoni – Palazzo Gallenga
ore 14.30 – 18.00
Piazza Fortebraccio 4, 06123 Perugia

 

 

 

Ore 14.30 Registrazione dei partecipanti

 

Ore 15.00Carriereinternazionali.com – Daniela Conte – Founder Gli strumenti per avviare una carriera internazionale

 

Ore 15.30Amnesty International – Zeno Filippi – Head of Organizational Development and Human Resources Unit – Una carriera per i diritti umani

 

Ore 16.00 – The ONE Campaign Giada Cicognola – Coll.to in videoconferenza – Progetto Youth Ambassador, Italia

 

Ore 16.20 – Console onorario di Spagna – Prof. Jacopo CaucciAttività del consolato onorario di Spagna in Umbria

 

Ore 16.40 – Comitato Giovani UNESCO – Alessia ChiriattiLa mia Esperienza al CNI UNESCO

 

Ore 17.00 Just Knock – Marianna Poletti Trovare lavoro inviando idee al posto del CV

 

 

La deadline per la registrazione al Festival delle Carriere Internazionali si avvicina! Visita il nostro sito, clicca su APPLY e scegli il progetto che preferisci tra: ROMEMUN - ROME BUSINESS GAME - ROME PRESS GAME- CORSO DI ORIENTAMENTO ALLE CARRIERE INTERNAZIONALI. Sei pronto a metterti in gioco? Non perdere altro tempo! Ti aspettiamo a Roma dall’11 al 14 marzo per l’evento più atteso dell’anno!

 

Per maggiori informazioni:

www.internationalcareersfestival.org

www.carriereinternazionali.com

 

INFO

Giovani nel Mondo Association

Via Policarpo Petrocchi 10

00137 Roma – Italia

0689019538

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Da pochi giorni il World Food Programme (WFP) ha una nuova portavoce per l’Italia, la dott.ssa Marina Catena, che ha accettato di rilasciare alla redazione di carriereinternazionali.com un’intervista per raccontarci la sua vita e la sua esperienza e anche per dare ai nostri utenti spunti e consigli utili ad una carriera internazionale.

 

La carriera della dott.ssa Catena potrebbe essere addotta come esempio di “Carriera Internazionale” ai più alti livelli.

Il taglio dei suoi studi è chiaro fin dall’inizio. Dopo il Diploma presso lo United World College - Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico (Duino), prestigioso college internazionale presieduto da Nelson Mandela e dalla Regina Noor di Giordania, ha conseguito una laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS. Tra i primi studenti ad aderire al programma ERASMUS, ha frequentato l’Institut d’Etudes Politiques di Strasburgo ed e’ stata hostess di volo AIR FRANCE.

Da allora la sua carriera è stata un crescendo.

 

Marina Catena ha iniziato la sua carriera internazionale a Bruxelles presso la Commissione Europea dove ha lavorato 7 anni (1992-1999) ricoprendo numerosi incarichi presso la DG Politiche Regionali, DG Relazioni Esterne, DG Sviluppo e Cooperazione e ad ECHO.

È stata consigliere politico del Ministro degli esteri francese Bernard Kouchner - Rappresentante Speciale ONU in Kosovo (UNMIK) come responsabile delle relazioni con la società civile kosovara e con i leader politici, impegnandosi strenuamente per la partecipazione delle donne alla ricostruzione del Paese. Nel 2003 è stata inviata a Baghdad (Iraq) presso la Coalition Provisional Authority come consigliere dell’Inviato della Presidenza del Consiglio S.E. Amb. Antonio Armellini per la Missione “Antica Babilonia”. A maggio 2005 e’ diventata Tenente dell’Esercito Italiano (Riserva Selezionata) ed e’ partita per la missione di pace UNIFIL in Libano come casco Blu ONU. 

 

Dal 2008 e’ stata fino a qualche settimana fa la Direttrice del World Food Programme per la Francia e il Principato di Monaco ed ha ideato e lanciato la campagna  “805 million names” realizzata con il calciatore Zlatan Ibrahimovic che ha riscosso un successo globale (oltre 26 milioni di visti, 6000 articoli e oltre 30 premi internazionali). 

La dott.ssa Catena ha pubblicato diversi libri (Il treno di Kosovo Polje – SELLERIO; Una donna per soldato – RIZZOLI) e numerosi saggi sulla sua esperienza internazionale in prima linea. Oltre che su tematiche legate allo sviluppo, la pace, i diritti umani , il suo impegno è stato sempre orientato alla promozione del ruolo della donna in ogni contesto, anche in quelli che fino a dieci o venti anni fa potevano essere considerati off limits per il “gentilsesso” quali l’esercito o in paesi che vivono un deficit di pari opportunità. La sua storia di donna in prima linea e’ raccontata nel suo TED Talk “ the magic of names”. A questo proposito ha ricevuto numerosi premi con la settimana scorsa il Premio Minerva a Campidoglio.

Libano (UNIFIL)

 

Alcune settimane fa, Marina Catena è stata nominata Portavoce Italia per il World Food Programme delle Nazioni Unite. Nonostante i numerosi impegni, la dott.ssa Catena ci ha dimostrato subito una grande disponibilità, tale da restituire la dimensione della consapevolezza di questa professionista.

Nel corso dell’intervista le abbiamo rivolto domande perché possiate trovare ispirazione e spunto per il vostro futuro.

 

Dott.ssa Catena Quali sono le sfide e i principali obiettivi per il suo nuovo percorso professionale al World Food Programme?

 

Assumere il ruolo del portavoce del World Food Programme significa far conoscere l’organizzazione in Italia sia per le attività svolte sia per i valori di cui è portatrice. In questo frangente storico, le crisi umanitarie sono tante e di ingente portata e l’attenzione del WFP va proprio ai contesti più complessi quali Iraq, Siria, Sud Sudan, Yemen.

Inoltre il WFP è impegnato attivamente nel raggiungimento dei Sustainable Development Goals, in particolare l’eradicazione della fame, la lotta alla malnutrizione e la promozione dell’uguaglianza di genere.

Il problema principale in questo momento è riuscire a catturare l’attenzione dell’opinione pubblica su temi delicati come le crisi umanitarie, i contesti di guerra o la malnutrizione. Si tratta di sviluppare l'abilità di saper comunicare e di trasmettere i concetti perché le persone partecipano attivamente alle campagne supportando il nostro lavoro.

 

Può raccontarci in cosa consiste il ruolo di Portavoce in Italia del WFP? Quali sono oggi i canali principali attraverso i quali il WFP comunica i suoi importanti messaggi?
Il mio lavoro consiste principalmente nel raccontare quello che i nostri operatori vedono, ascoltano, sperimentano in giro per il mondo e ovviamente nei contesti più difficili e nelle aree di crisi.  Una volta raccolti testimonianze e report, è necessario veicolare le informazioni al grande pubblico come alle istituzioni per far passare messaggi tanto importanti quanto efficaci sugli interventi in questi contesti critici.

È innegabile come oggi molta dell’informazione passi dai nuovi canali di comunicazione come i social media che rendono ancora più delicato il lavoro di Portavoce perché oltre alla diffusione delle informazioni e dare un volto all’organizzazione diventa indispensabile monitorare con responsabilità i contenuti pubblicati dai media per evitare fraintendimenti e restituire un’informazione che sia la più precisa possibile.

Altro punto importante del lavoro del Portavoce è la creazione della consapevolezza, quella Awareness che permette di trasferire anche i valori oltre alle informazioni. La campagna “805 million names” realizzata con il supporto del calciatore Zlatan Ibrahimovic ne è stata la dimostrazione: attraverso la partecipazione di un personaggio di rilievo internazionale è stato possibile dare un impatto di portata planetaria, come hanno dimostrato i numeri.

Foto durante il making of del film con Zlatan Ibrahimovic.

 

L’idea di una carriera internazionale per i giovani è spesso affascinante ma al tempo stesso nebulosa e poco chiara vista la molteplicità di possibilità tra le quali è difficile orientarsi. Alla luce della sua esperienza quale consiglio darebbe ad un giovane che vuole intraprendere questo percorso lavorativo?

Intraprendere una carriera non solo internazionale ma che porti prestigio alle istituzioni per le quali si lavora richiede un numero elevato di qualità e competenze.

Innanzitutto le lingue. Sembrerà scontato, ma la conoscenza perfetta di più lingue straniere è un requisito fondamentale, per le lingue cui vanno coltivate, studiate e curate al meglio.

A mio avviso la chiave per riuscire davvero è il sacrificio accompagnato da una grande motivazione. È necessario spesso sacrificare molte cose dagli affetti, alla famiglia. Solo una forte motivazione e una altrettanto forte determinazione possono aiutare.

Non secondaria risulta la propensione a viaggiare, a spostarsi, cambiare ambienti e stili di vita. Anche in questo caso è richiesto spirito di sacrificio.

Ci tengo a dire che oggi i nuovi mezzi di comunicazione hanno accelerato i tempi di trasmissione delle informazione ma non hanno abbreviato i tempi di riuscita. La Carriera richiede tempo.

 

Quali sono a suo parere le competenze importanti per lavorare in ambito internazionale, quale il vero il valore aggiunto in un lavoro come il suo?

Ritengo fondamentale la capacità di comunicare in maniera chiara. Andare al nocciolo della questione, adottare una strategia comunicativa chiara e lineare e seguirla sempre.

È facile in questo lavoro perdersi in discussioni, ma la ricerca di una soluzione o di un accordo internazionale richiedono una grande determinazione, chiarezza di intenti e la capacità di saperli comunicare all’esterno.  

Aiuta molto sviluppare lo spirito critico per andare oltre le parole e comprendere quale sia la posta in gioco.

 

Il World Food Programme è sempre molto attento ai giovani, come dimostra anche la lunga collaborazione con la nostra Associazione e l’aver patrocinato in questi anni il RomeMUN e il Festival delle Carriere Internazionali. Quali sono le modalità con le quali i giovani possono avvicinarsi al WFP, sia in un’ottica di volontariato che di esperienze professionali?  

Al World Food Programme, tutti i Dipartimenti offrono opportunità di tirocini e stage. Questo è un ottimo modo per iniziare una carriera di buon livello. Bisogna tenere presente che è necessario iniziare presto, dato che l’età media di un consulente è 27-28 anni.  È necessario anche considerare che ottenere un contratto duraturo non è molto facile. Bisogna essere pronti a muoversi, cambiare, insomma essere aperti al cambiamento.

 

Va anche detto per chiarezza che sebbene si acceda da giovani è necessario avere delle competenze precise. La specializzazione è la chiave per accedere a questo tipo di carriera: saper fare qualcosa di preciso è fondamentale.

 

Cosa cerca il World Food Programme in un giovane?

Certamente da un giovane non ci si aspetta un curriculum strutturato, ma aver già maturato diversi tipi di esperienze è sicuramente un punto importante.

Io invito a non trascurare il curriculum accademico. Avere buona media, un voto di laurea elevato, laurearsi in tempi brevi per i giovani restano presupposti indispensabili.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan

 

A cura di Carriere Internazionali.

Una Carriera Internazionale tra Istituzioni e ONG

Il Carriere Internazionali in Tour volge al termine e dopo aver toccato alcune delle più importanti città italiane torna a casa. La decima tappa del Tour verrà ospitata da una delle più famose università  d’Italia, l’Università La Sapienza di Roma. L’Associazione Giovani nel Mondo vi aspetta numerosi, pronta ad assistervi e a rispondere a tutte le vostre domande e curiosità. L’evento è gratuito! Compila il nostro form online.

Agenda alla mano e non perdere questo importante appuntamento con il Carriere Internazionali in Tour! L’appuntamento è fissato per il 5 dicembre 2016 dalle ore 14.00 alle ore 18.00, nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma  presso il Palazzo del Rettorato - Piazzale Aldo Moro, 5. Prenderanno parte all’evento: UN-DESA, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Amnesty International, Croce Rossa e tanti altri ospiti. Un’occasione unica per tutti coloro ancora alla ricerca del proprio percorso professionale, desiderosi di confrontarsi con professionisti del settore e pronti a mettersi in gioco nell’intricato e avvincente mondo delle carriere internazionali.

Ecco il programma della penultima tappa del Tour:

Una Carriera Internazionale tra Istituzioni e ONG
5 dicembre 2016
La Sapienza – Università di Roma
Aula Magna
Palazzo del Rettorato – Piazzale Aldo Moro, 5
ore 14.00 – 18.00

Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 14.30 - Welcome remarks – Università di Roma La Sapienza

Ore 14.45Carriereinternazionali.com – Founder – Dott.ssa Daniela Conte, Come avviare una carriera internazionale di successo

Ore 15.30 – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Roberto Andreani, Il Servizio Civile Nazionale all’estero

Ore 16.00 – Amnesty International – Roberta Zaccagnini, Responsabile Ufficio Attivismo, Una carriera per i Diritti Umani

Ore 16.30 – Croce Rossa – Simone Sgueo, Head of Human Resources, Opportunità e profili junior a CRI

Ore 17.00 – Medici Senza Frontiere – Maria Luisa Garofalo, Opportunità professionali nel mondo dell’umanitario

Ore 17.30 – The ONE Campaign – Mauro LavagnaProgetto Youth Ambassador, Italia

 

La data di scadenza per l’iscrizione al Festival delle Carriere Internazionalisi avvicina, hai tempo fino al 16 DICEMBRE! Non perdere altro tempo e diventa protagonista di uno dei quattro progetti del Festival: ROMEMUN, ROME BUSINESS GAME, ROME PRESS GAME, INTERNATIONAL CAREERS FESTIVAL!  Per saperne di più visita il nostro sito, scopri il percorso che fa per te e inizia il processo di registrazione.

Per maggiori informazioni:
www.internationalcareersfestival.org
www.carriereinternazionali.com

INFO
Giovani nel Mondo Association
Via Policarpo Petrocchi 10
00137 Roma – Italia
0689019538
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rubrica

Servizio Volontariato Europeo

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.