Il Master in Global Economics and Social Affairs (GESAM) è un programma internazionale organizzato dalla prestigiosa Università Ca' Foscari di Venezia, in collaborazione con l'Organizzazione Internazionale del Lavoro. Il programma del Master offre una vasta gamma di discipline interessanti, dall'economia, dalle relazioni internazionali alle discipline giuridiche,tenute interamente in lingua  inglese. GESAM prepara leader del futuro ad affrontare sfide globali, e fornisce agli studenti le competenze essenziali per identificare e interpretare le problematiche a livello internazionale e le loro tendenze. Il Master è progettato per persone che desiderano intraprendere una carriera internazionale e acquisire competenze manageriali al fine di coniugare tendenze di mercato e competitività con la sempre crescente necessità di promuovere lo sviluppo sostenibile con particolare attenzione agli aspetti sociali e ambientali. L'ultima parte del corso è una Summer School a Ginevra, inoltre mentre si redige la tesi finale lo studente avrà la possibilità di frequentare un periodo di studio e ricerca presso una delle istituzioni partner dell’università. Quest'anno è la sua quinta edizione e sono aperte le iscrizione a questo straordinario Master internazionale

Qui di seguito è riportata un’interessante intervista fatta ad Alessia, una studentessa che ha già frequentato il corso GESAM. Leggendo il suo percorso capirai perchè il Master-GESAM è unico nel suo genere.

 

Perchè hai scelto il Master GESAM?  

A: Ho scelto il Master GESAM perché era il compromesso perfetto per avvicinarmi a discipline nuove per me, quali l'economia ed il diritto, pur collegandosi ai miei studi precedenti e all'approfondimento della lingua Inglese. Inoltre, fungeva da importante 'ponte' tra il mondo accademico e quello lavorativo, con la possibilità di trascorrere un periodo di ricerca e studio all'estero.  

 

Pensi che sia stato utile svolgere il Master interamente in lingua inglese?

A: Il fatto che sia interamente svolto in lingua Inglese è sicuramente un valore aggiunto. In un mondo globalizzato come quello in cui viviamo, la Lingua inglese ha un'importanza chiave per la comunicazione e la diplomazia internazionale. Inoltre, la possibilità di interfacciarsi con Docenti ed esperti provenienti da tutto il mondo permette l'acquisizione di un quadro generale più ampio e approfondito.

 

Il corpo docenti del Master GESAM si compone di Professori universitari, di Funzionari delle Organizzazioni non governative e delle Istituzioni e di Tecnici, sia nazionali che internazionali, esperti in ambito economico, giuridico e sociale. Condivideresti con noi un ricordo positivo della formazione in aula che più ti è rimasto impresso?

A: Nel corso delle settimane di lezione è possibile approfondire diversi aspetti, a seconda dei temi trattati. Ho apprezzato moltissimo le analisi e i confronti studenti-docente, volti ad uno scambio di pareri, talvolta contrastanti, ma sempre costruttivi.

 

Com’è stata l’esperienza della Summer School a Ginevra?

A: La Summer School è stata la ciliegina sulla torta, abbiamo visto la teoria delle lezioni diventare pratica. Abbiamo avuto modo di visitare gli Headquarters dell'ILO, delle United Nations e del WTO, e anche di visitare la splendida città di Ginevra.

 

Il Master GESAM offre agli studenti la possibilità di svolgere lo stage in diverse realtà, in Italia o all’estero, presso Ong, Centri di Ricerca, Imprese, Banche, Istituzioni, costruendo una proposta personalizzata e adeguata alle esigenze di ogni studente. Com’è stata la tua esperienza di internship?

A: Ho svolto il mio stage presso un'azienda che intrattiene rapporti commerciali con l'estero e che mi ha dato la possibilità di sfruttare molto la mia conoscenza di diverse lingue straniere. Ma le opportunità proposte erano davvero tantissime: Ong, Organizzazioni Internazionali, Centri di ricerca.

 

A chi consiglieresti di iscriversi al Master GESAM?

A: Sicuramente a chi vuole intraprendere la carriera diplomatica e politica, ma anche a chi è interessato alla gestione aziendale volta all'internalizzazione delle imprese.

 

Oggi, di cosa ti stai occupando?

A: Una volta terminato il master, ho deciso di iscrivermi alla Magistrale in Relazioni Internazionali considerati sia la possibilità di accedere direttamente al secondo anno e sia i programmi d'esame molto inerenti a i temi del Master. Dopo la laurea vorrei rimanere nell'ambito internazionale, ma non so ancora in quale parte nel mondo! 

Vuoi saperne di più su questo programma unico? Scoprirai più dettagli sul Master-GESAM in questo articolo

 

a cura di Maria Longombardo

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Pubblicato in Rubrica

 

Il terzo settore è un mondo vastissimo e complesso, che sempre più chiede ai propri collaboratori competenze specifiche ed alta professionalizzazione.

Quando si pensa al mondo del lavoro nelle ONG ad esempio, la mente va alla figura dell’espatriato, del cooperante, che parte per missioni e progetti lontani, in aree di conflitto, guerra o povertà, per dare il proprio contributo ad emergenze umanitarie o programmi di sviluppo.

Ma il mondo delle organizzazioni no profit è molto più ampio. Sempre più vacancies parlano di Fundraising, raccolta fondi verso privati, aziende, fondazioni; comunicazione e campagne di sensibilizzazione, digital communication e social media, analisi dati e statistica, finanza e controllo di gestione, management e sviluppo organizzativo, profit-no-profit, Corporate Social Responsabilities, social enterprise e finanza etica.

Spesso guardando ai requisiti delle vacancies delle organizzazioni no profit ci si scoraggia, non avendo conoscenze specifiche su questi temi, o sulle linee guida dei finanziatori istituzionali, piuttosto che l’esperienza richiesta.

Ma come entrare in questo mondo? Come specializzarsi nel settore andando oltre la teoria? Siamo sicuri che l’offerta formativa esistente possa rispondere a queste nuove esigenze degli ETS (enti del terzo settore)?

“Come HR Manager di Amref e specialista delle Risorse Umane e recruiting da molti anni in diverse ONG ed organizzazioni del settore, posso sicuramente affermare che una delle maggiori criticità delle organizzazioni è reperire personale qualificato, per le sedi e per l’estero” dice la Dott.ssa Paola Cocchi. “Personale che abbia non solo l’indispensabile motivazione e bagaglio valoriale, ma anche il know-how tecnico e gli strumenti trasversali di project management necessari per poter rispondere ai requisiti stringenti delle figure professionali ricercate”

Da questo input nasce l’offerta didattica del Master in Cooperazione Internazionale, frutto dello studio e dell’analisi delle esigenze e del contesto del terzo settore svolto da LUISS Business School ed Amref Health Africa Onlus. Un programma formativo che va ben oltre l’approfondimento dei temi del Ciclo del Progetto, per allargare lo sguardo sulle nuove skills e professionalità del settore. Un Master specialistico che nasce dall’unione del rigore accademico di una prestigiosa Business School all’esperienza di una ONG internazionale che opera sul campo da oltre 60 anni.

“Quando gli studenti del Master andranno in Africa a visitare i progetti che avranno analizzato e lavorato in aula, per la field-visit di metà semestre, parleremo della loro implementazione e gestione, degli strumenti di raccolta fondi istituzionale e privata per consentirne l’avanzamento, della loro gestione amministrativa e finanziaria, della loro comunicazione e valutazione. Perché di questo si parla quotidianamente in una ONG” conclude la Dott.ssa Cocchi

E quando gli studenti entreranno nelle organizzazioni a fine corso per le internship, porteranno con loro degli strumenti facilmente applicabili, realmente utili alle realtà in cui si andranno ad inserire, un bagaglio di conoscenze, competenze e metodologie specifiche che potranno essere vero valore aggiunto in termini di professionalità, efficacia ed innovazione per tutto il settore.

Vuoi scoprire di più sul Master in Cooperazione Internazionale?

Sito web ufficiale

Scarica Brochure

Articolo di presentazione da carriereinternazionali.com

 

Pubblicato in Rubrica

“Ius & Nomos – diritto e formazione” è un’associazione costituita da avvocati ed operatori del diritto esperti in materia di tutela internazionale dei diritti dell’uomo. Il suo primo obiettivo è quello di diffondere la cultura giuridica relativa alla materia dei diritti fondamentali garantiti dalla legislazione italiana, comunitaria e internazionale promuovendo altresì le politiche ed i principi sanciti in materia dalle istituzioni comunitarie ed internazionali. Obiettivo ultimo dell’associazione è quello di fornire un servizio informativo costantemente aggiornato attraverso la costituzione di un Osservatorio dedicato ai temi più importanti ed attuali legati al diritto dell’immigrazione. L’associazione collabora con i maggiori Enti Istituzionali, università ed organismi di rilevanza nazionale ed internazionale (U.N.H.C.R. - United Nations High Commissioner for Refugees, il C.I.R. – Consiglio Italiano Rifugiati e la Federazione Italiana Emigrazione Immigrazione) che perseguono obiettivi analoghi al fine di formulare proposte nella direzione di una sempre maggiore tutela dei diritti fondamentali della persona. A tal fine l’associazione fornisce assistenza ed orientamento legale aderendo a specifici progetti in materia di tutela dei diritti fondamentali della persona. Le attività formative sono dedicate esclusivamente all’aggiornamento professionale degli operatori del diritto e degli operatori comunitari ed internazionali interessati al perfezionamento del proprio know-how nel settore della tutela internazionale dei diritti dell’uomo. La progettazione dei corsi di formazione che vengono proposti ha come obiettivo quello di utilizzare al meglio la professionalità dei propri docenti. La metodologia didattica adottata è sempre di taglio teorico-pratico - questo al fine di favorire sia chi è già professionalmente attivo, sia chi desidera introdursi nel settore. L’idea di fondo è quella di sopperire ad oggettive lacune del nostro sistema formativo post-universitario da una parte (i.e. carenza di nozioni-competenze pratiche come completamento di quelle teoriche), e di accesso a settori specifici del mercato del lavoro che abbiano un orientamento ed un indirizzo europeo e/o internazionalistico dall’altra.

 

Nell’ambito delle attività di formazione, l’associazione sta promuovendo il corso di specializzazione “DIRITTO DELL’IMMIGRAZIONE E RICONOSCIMENTO DELLA PROTEZIONE INTERNAZIONALE”, nella sua XI edizione.



IL CORSO

 

Il Corso di Specializzazione “DIRITTO DELL’IMMIGRAZIONE E RICONOSCIMENTO DELLA PROTEZIONE INTERNAZIONALE” (oltre 150 ore di alta formazione) vuole favorire una migliore specializzazione ed una maggiore mobilità  intra-europea, facilitando il collegamento tra le competenze professionali degli operatori del diritto con le competenze specifiche di chi invece opera o vuole operare presso organizzazioni nazionali ed internazionali, studi legali, uffici di consulenza ed orientamento, o Enti attivi nel settore della tutela internazionale dei diritti dell’uomo – diritti cd. trasversali ed interdisciplinari che influenzano, ed anzi sono sempre più “vincolanti”, nei più diversi ambiti; spaziando dal diritto in senso stretto (dall’ambiente, all’immigrazione, alla tutela della famiglia o alla garanzia del giusto processo), fino a materie quali la conciliazione stragiudiziale, la comunicazione, la protezione sociale e la mediazione interculturale, ed in generale tutte le materie che promuovono direttamente o indirettamente la gestione “dell'integrazione”.

 

La scadenza dell’iscrizione al corso è stabilita per il 31 gennaio 2018.

 

Il corso si terrà a Roma, da febbraio ad ottobre 2018.

 

BENEFICIARI E PROFILO IN USCITA

 

Il corso è diretto ad avvocati, consulenti legali, operatori socio-legali, consulenti del lavoro, giuristi, ricercatori, praticanti legali, mediatori culturali, assistenti sociali, funzionari delle pubbliche amministrazioni, nonché a coloro che operano nel settore delle politiche comunitarie ed internazionali interessati ad acquisire gli strumenti idonei, sia pratici che teorici, necessari per la corretta gestione ed applicazione della normativa – in ambito nazionale ed europeo - relativa all’immigrazione, alla tutela dei rifugiati e al riconoscimento della protezione internazionale.

Il corso è altresì finalizzato all’inserimento lavorativo, anche in stage, presso organismi nazionali o internazionali (imprese, organizzazioni, associazioni, ONG, studi legali) operanti nel settore e/o nostri partners.

 

OBIETTIVI DEL CORSO E METODOLOGIA DIDATTICA

 

-  Dare l’opportunità di specializzarsi ed ampliare la propria competenza professionale nel settore dell’immigrazione, per il quale il mercato del lavoro richiede oggi i maggiori aggiornamenti

-  Costruire team o networks professionali interdisciplinari. Favorire dunque la creazione di figure professionali innovative che abbiano un profilo interdisciplinare: il ruolo di tali figure è ormai indispensabile e sarà sempre più centrale. L'obiettivo finale è ottenere best practices, un elevato grado di trasversalità e flessibilità nel lavoro, risultati concreti condivisi, capacità di creare networks altamente qualificati

-  Far acquisire la giusta preparazione sia a livello teorico-generale che pratico-specifico grazie a:

-Simulazione di casi pratici

-Esercitazioni scritte settimanali e gruppi di lavoro

-Laboratori Didattici Multidisciplinari: attraverso il lavoro di gruppo, i corsisti si confronteranno con immigrati e richiedenti asilo, al fine di individuare le problematiche dei flussi migratori ovvero simulare la raccolta storia da parte delle ONG e l’audizione innanzi alla Commissione Territoriale per il riconoscimento della Protezione Internazionale.

-Redazione di atti, ricorsi, temi e pareri relativi a casi e problematiche attuali e di maggior interesse

- Incoraggiare la diffusione dei migliori strumenti operativi

- Approfondire la rilevanza delle informazioni sui Paesi di Origine (ECOI - European Country of Origin Information)

-Fornire il più completo e aggiornato pacchetto formativo in materia



L’ISCRIZIONE AL CORSO COMPRENDE:

 

Oltre 150 ore di alta formazione

- Prove pratiche (esercitazioni in aula, homework, questionari a risposta multipla, redazione temi, pareri e consulenze, atti, ricorsi nazionali ed internazionali). N.B. Le tracce saranno assegnate in base al profilo formativo-professionale dei corsisti: (a) professioni forensi; (b) operatori umanitari, operatori socio-legali e mediatori culturali

- Tutto il materiale didattico necessario (dispense, formulari, slides di approfondimento, aggiornamenti ed integrazioni in tempo reale via e-mail)

- Tutoring in aula e supporto didattico -organizzativo a cura della dott.ssa Nohemy Graziani

- Assistenza on-line per richieste, informazioni ed integrazioni materiale didattico

-  Workshops di approfondimento

-  Partecipazione attiva ai Laboratori Didattici Multidisciplinari

-  Stages: selezionati dalle organizzazioni del partenariato promotore

Il numero massimo di 30 iscritti al fine di garantire una elevata qualità didattico-formativa.



INFORMAZIONI E CONTATTI

Link al bando

www.jusnomos.com – www.iusnomos.eu

Segreteria organizzativa:  06/89016876

3286140900 (Avv. Giovanna Intorcia)   

Numero verde gratuito: 800.926.124

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  



a cura di Daniela Esposito

 

Negli ultimi anni l’Università degli Studi Internazionali di Roma - Università degli Studi Internazionali di Roma -  UNINT ha largamente ampliato la propria offerta didattica, mostrando grande capacità di adattamento ad un mondo globalizzato e in continuo cambiamento. UNINT offre oggi una gamma diversificata di corsi di Laurea Magistrale, ponderati sulle esigenze di tutti quei giovani che vogliano costruirsi un bagaglio di conoscenze e di competenze che li renda immediatamente pronti ad affrontare il mondo del lavoro.

 

Il modello di formazione adottato da UNINT si fonda su tre pilastri:

- internazionalità: capacità di comprendere e affrontare le sfide di un mondo in continuo cambiamento

- legame con il mondo del lavoro: tramite un’offerta formativa innovativa e in linea con le esigenze della società e delle professioni

- qualità della vita universitaria: caratterizzata da un ambiente caldo e dallo stretto rapporto con lo staff accademico.

 

Infatti, la denominazione della UNINT come Università degli Studi Internazionali, non è un caso. Essa rispecchia lo spirito internazionale, oltre che la realtà di un ambiente di apprendimento efficiente e aperto allo scambio interculturale. A tal riguardo basti considerare le parole del dott. Fabio Bisogni, consigliere di amministrazione UNINT che considera strategica la dimensione internazionale.

 

Quali corsi di Laurea Magistrale offre la UNINT? I nuovi studenti potranno scegliere tra due corsi nella Facoltà di Interpretariato e Traduzione - Interpretariato e Traduzione  e Lingue per la Comunicazione Interculturale e la Didattica e quattro diversi Curricula in Economia e Management Internazionale. Vediamoli nel dettaglio.

 

Interpretariato e Traduzione (LM-94) con percorso a scelta tra interpretazione o traduzione prepara alle professioni di interprete di conferenza, parlamentare e di trattativa o di traduttore specializzato. Il Corso di Laurea fornisce le competenze necessarie per svolgere l’attività professionale in contesti specialistici contraddistinti da elevato livello di complessità nei settori economico, giuridico, socio politico, editoriale, informatico, multimediale e biomedico. Tra le più ricche in Italia, l’offerta formativa dà la possibilità di scegliere tra ben otto lingue di studio: arabo, cinese, francese, inglese, portoghese e brasiliano, spagnolo, russo e tedesco.

 

La Facoltà di Interpretariato e Traduzione è affermata a livello internazionale e vanta numerosi riconoscimenti: è fra i tre membri italiani della Conferenza Internazionale permanente degli Istituti Universitari di Traduttori e Interpreti (CIUTI) e fa parte della rete European Master's in Translation (EMT).

 

Lingue per la Comunicazione Interculturale e la Didattica (LM-37) prepara professionisti negli ambiti delle lingue e delle letterature straniere in grado di utilizzare le proprie competenze in molteplici direzioni: insegnamento di lingue o di italiano come lingua straniera, consulenza linguistica ed editoriale, responsabilità di uffici specializzati in relazioni internazionali o traduzione.

Il corso prevede, tra le varie materie, lo studio ad un livello avanzato di due lingue straniere (A e B) a scelta tra francese, inglese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco e delle relative culture, con possibilità di inserire tra le attività affini lo studio della lingua cinese e araba.

 

Economia e Management Internazionale (LM-77) – curriculum in Beni di Lusso, Made in Italy e Mercati Emergenti ha l’obiettivo di formare una nuova generazione di manager in grado di operare nei settori di punta del Made in Italy, con particolare attenzione ai mercati emergenti. Il corso, particolarmente adatto ai laureati in ambito economico o linguistico, è caratterizzato dall’erogazione del 50% degli insegnamenti in lingua inglese.

 

Economia e Management Internazionale (LM-77) – curriculum in Relazioni Internazionali prepara professionisti con solide competenze nelle relazioni internazionali e nella gestione di organizzazioni governative e non governative. Con parte degli insegnamenti in lingua inglese, il curriculum combina conoscenze di tipo politologico e competenze relative al management e all’economia, contando su numerosi docenti provenienti da prestigiose istituzioni internazionali.

 

Economia e Management Internazionale (LM-77) – curriculum in Consulenza Aziendale e Innovazione Digitale vuole formare esperti nelle professioni classiche dell’economia (dottore commercialista, consulente e funzionario aziendale) ma con un’impronta tutta moderna, fornendo quelle competenze che permettono di lavorare all’interno di imprese operanti nella moderna economia digitale.

 

Economia e Management Internazionale (LM-77) – curriculum in Marketing Digitale e Mercati Globali forma professionisti specializzati nell’elaborazione ed implementazione di strategie di marketing basate sull’utilizzo del canale digitale e rivolte ai mercati internazionali, coniugando le conoscenze dei mercati internazionali con competenze tecnico-pratiche riguardanti l’e-business, il marketing digitale e le tecniche di comunicazione e web design.

 

Per un approfondimento sulle Lauree Magistrali in Economia e Management offerte dalla UNINT, leggi I nuovi scenari della formazione accademica: studiare Economia digitale e Management internazionale alla UNINT e l’intervista al Prof. Antonio Magliulo, ex Preside della Facoltà di Economia.

 

A partire dall'anno accademico 2017-18 la UNINT attiva corsi extra-curricolari incentrati sulle soft skills finalizzati a fornire competenze integrative utili per migliorare il metodo di studio e le attitudini verso il mondo del lavoro, ad esempio public speaking, intelligenza emotiva, leadership, team building.

 

Insomma, se sei alla ricerca di un corso di Laurea che si adatti ai tuoi bisogni e alle esigenze di un mondo in continuo cambiamento, la UNINT ti offre proprio ciò che stai cercando!

Guida all'application: per tutte le informazioni su moduli, immatricolazione e regolamento consulta la seguente pagina: Come iscriversi

 

Link utili:

UNINT

 

Contatti utili:

Via Cristoforo Colombo 200– 00147 Roma.

  1. +39 06.510.777.1 - F. +39 06.51.22.416

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Segreteria di Presidenza:

Telefono: 06.510.777.254

Fax: 06.510.777.270

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Segreteria Studenti:

Tel 06.510.777.401

Fax 06.510.777.270

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Piccoli accorgimenti per fare “bella figura”

 

Il vantaggio della lettera di presentazione è quello di avere una struttura molto semplice, che incornicia la comunicazione in modo da rendere la lettura scorrevole e, in ogni caso, i contenuti ben posizionati.

Ecco cosa non bisogna mai dimenticare nella stesura di una lettera di presentazione:

- i dati del mittente (nome, cognome, numero di telefono e indirizzo mail);

- i dati del destinatario (possibilmente nome e cognome, per indirizzarla ad una persona precisa)

- il luogo e la data (la lettera deve essere aggiornata, non bisogna dare l’impressione di avere inviato un documento datato o lasciato al caso, con testi standard);

- il consenso al trattamento dei dati personali aggiornato (con riferimento al d.lgs. 196/2003: deve essere segnalato soprattutto nel Curriculum Vitae, ma indicarlo nella lettera è segno di completezza).

Possiamo suddividere la lettera in tre paragrafi principali.

Prima di tutto, chi siamo e perché stiamo scrivendo? È consigliabile non ripetere nuovamente nome e cognome (a cui sono dedicati altri spazi). Le uniche armi a nostra disposizione sono le parole: non importa quanto appariremo simpatici o affabili nel saperci relazionare tramite la lettera di presentazione (queste saranno carte da giocare in sede di colloquio), ma quanto dimostreremo di saper andare dritti al punto. NO a "mi chiamo Mario Rossi, sono un ingegnere...", e invece Sì a "sono un giovane laureato" (se laureati con il massimo e in breve tempo, si può usare l’espressione "sono un brillante neolaureato in"), oppure se si ha già esperienza, ci si può presentare tramite il ruolo professionale (senza riferimenti alle mansioni, che sono nel CV!): sono un perito chimico, un marketing manager, un ingegnere elettronico, un informatico, un esperto selezionatore, un operaio specializzato, ecc.

 

Seconda regola fondamentale è quella di specificare perché la nostra candidatura dovrebbe essere scelta.

Questa fase rappresenta certamente il paragrafo più importante della lettera di presentazione, ed è spesso l’unica parte considerata attentamente dal lettore del CV. Cambia in base al livello di anzianità professionale di ciascuno. Dobbiamo quindi essere perspicaci, stiamo giocando una carta importante, dove inserire sinteticamente ma in maniera efficace:

- la motivazioni: chiarire quelle che ci portano a cercare una specifica posizione di lavoro e parlare dei nostri stimoli: perché abbiamo scelto quell'Azienda piuttosto che un’altra?

- gli obiettivi: gli obiettivi professionali che ci poniamo a breve e a medio-lungo termine. Cosa stiamo cercando in quest’Azienda? Su quali basi pensiamo di poter raggiungere questo traguardo?

- le qualità e punti di forza: possono essere stage e tirocini, altre esperienze di lavoro, tesi e ricerche su tematiche di interesse aziendale, esperienze all’estero, la conoscenza (certificata) di più lingue ed anche un particolare interesse personale per attività strategiche dell’Azienda.

Infine, i ringraziamenti e conclusioni.

Con la parte conclusiva possiamo appellarci dichiaratamente all’attenzione del lettore (“la ringrazio per l’attenzione”), affermando di essere a disposizione per ogni ulteriore chiarimento riguardo la candidatura e, nel frattempo, di restare in attesa di una sua risposta, invitandolo a contattarci nuovamente, indicando i nostri recapiti diretti e le nostre disponibilità.

Una cosa importante: è fondamentale differenziare di volta in volta la lettera di presentazione per dare valore aggiunto alla nostra candidatura. La lettera può avere una parte simile o uguale per tutte le candidature, ma va adattata mettendo in luce ogni volta l’esperienza o la competenza più in linea con l’annuncio.

Importante tenere sempre a mente che l’obiettivo della lettera di presentazione, così come quello del curriculum vita, è quello di andare al colloquio. Ricordate anche che la lettera di presentazione non è il cv, non è necessario ripetere ogni singola esperienza. La lettera serve a sottolineare il perché si è il candidato o la candidata giusto/a per la posizione. Per cui le vostre esperienze devono essere valorizzato alla luce del profilo richiesto nella call.

 

di Giuditta Pecorari 

Pubblicato in Rubrica

Oggi studiare l’economia tradizionale non basta: si richiedono competenze trasversali che rappresentino un vantaggio competitivo da spendere in un contesto altamente concorrenziale in cui i mercati sono per definizione globali e il digitale rappresenta il principale strumento di comunicazione e commercializzazione. Da questa consapevolezza nasce la nuova offerta formativa della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi Internazionali di Roma – UNINT che offre  un Corso di laurea triennale in Economia e management d’impresa Curriculum Digital Business o International Business avente l’obiettivo di formare laureati in grado di rispondere alla crescente domanda di figure professionali idonee a svolgere funzioni gestionali e di consulenza all’interno di imprese operanti nella moderna società digitalizzata e nei mercati internazionali.

Il percorso formativo è articolato in modo da fornire una solida conoscenza dei fondamenti della gestione e del decision-making aziendale, dei metodi dell’analisi economica, degli strumenti statistico-matematici e dei loro impieghi in ambito economico e manageriale e delle basi del diritto.

A partire dal secondo anno, gli studenti hanno la possibilità di scegliere tra due curricula di approfondimento: il curriculum in Digital business, incentrato sui processi di digitalizzazione aziendale, e il curriculum in International business, che prevede l’acquisizione di conoscenze specialistiche sulla gestione dei processi di internazionalizzazione.

Entrambi i curricula si caratterizzano per un bilanciamento ideale tra corsi di base e professionalizzanti, e prevedono l’acquisizione di strumenti e competenze idonee a favorire sia l’immediato ingresso nel mondo del lavoro che la prosecuzione degli studi magistrali nell’ambito dell’economia e del management.

Il Corso di laurea si contraddistingue per l’elevata attenzione dedicata alla formazione linguistica, grazie alla presenza di un corso biennale di English for Business previsto nei primi due anni e di un laboratorio di Economic Communication inserito al terzo anno. Per gli studenti che scelgono il curriculum in International business, inoltre, il piano di studi prevede 5 insegnamenti in lingua inglese e lo studio di una seconda lingua straniera a scelta tra spagnolo, francese, tedesco, cinese, russo, arabo e portoghese erogati grazie alla sinergia con la Facoltà di Interpretariato e Traduzione.

Il profilo professionalizzante del Corso di laurea è completato dalla presenza in tutti e tre gli anni di attività laboratoriali e di corsi finalizzati all’acquisizione di competenze trasversali (soft skills).

Prima dell’inizio delle lezioni la Facoltà organizza per i nuovi studenti un Precorso di Matematica finalizzato a colmare eventuali lacune nelle capacità logico-matematiche e armonizzare le conoscenze iniziali degli immatricolandi. Il precorso è aperto a tutti gli studenti, è facoltativo e non vincolante ai fini dell'iscrizione.

 

Per agevolare l’accesso agli studi universitari agli studenti meritevoli la Facoltà di Economia adotta il Quoziente di merito, un innovativo sistema di determinazione della retta basato sui risultati conseguiti nello studio. Per scoprire di più sulla politica di merito UNINT clicca qui.

 

La Facoltà di Economia si presenta come un ambiente ideale per stimolare il confronto tra docenti e discenti grazie a un ideale rapporto studenti/docenti, oltre 70 accordi con università europee ed extra-europee per lo svolgimento di periodi di studi all’estero e oltre 700 convenzioni per opportunità di stage in Italia e all’estero.

Scopri di più all’Open day del 13 settembre 2018. Registrazioni al seguente link.


Contatti
Ufficio orientamento
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel: 06 510 777 409

L’Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT rappresenta oggi un punto di riferimento per quanti intendano confrontarsi con un metodo di studio improntato alla dimensione internazionale e all’innovazione digitale. I corsi di laurea triennale e magistrale delle Facoltà di Economia e di Interpretariato e Traduzione, nonché i corsi di alta formazione si contraddistinguono per l'elevato grado di specializzazione e per il carattere marcatamente interdisciplinare, elementi ormai cruciali ai fini di una piena realizzazione professionale.

La sinergica coesistenza delle tre realtà d’eccellenza dell’Ateneo – la Facoltà di Interpretariato e Traduzione, la Facoltà di Economia e la Scuola di Scienze della Politica – consente agli studenti di acquisire una formazione che dà accesso a brillanti carriere internazionali nel quadro delle relazioni internazionali, della diplomazia, dell’interpretariato e della traduzione, dell’economia e del management internazionale.

Per osservare questa realtà più da vicino, Carriereinternazionali.com ha incontrato il Preside della Facoltà di Economia della UNINT, prof. Antonio Magliulo, che ci racconta quali sono i punti di forza di questo Ateneo dalla spiccata vocazione internazionale.

 

Prof. Magliulo, può raccontarci qualcosa in più sulle lauree magistrali in economia offerte dalla UNINT?

L’economia è considerata la regina delle scienze sociali perché ha l’ambizione, talvolta la pretesa, di insegnare agli uomini a scegliere in modo razionale e cioè a perseguire gli scopi desiderati utilizzando al meglio le risorse disponibili.

Alla UNINT abbiamo compiuto una scelta che riteniamo possa consentire ai nostri studenti di tagliare con successo i traguardi desiderati. Anziché frammentare l’offerta formativa, abbiamo attivato un solo corso di laurea magistrale, in Economia e Management Internazionale, quello più diffuso e forse più apprezzato da imprese e istituzioni. Ma lo abbiamo articolato in curricula in modo da declinare e applicare il corpus di conoscenze economico-manageriali in quattro distinti ambiti disciplinari e settoriali: la consulenza aziendale, il marketing digitale, il Made in Italy e le relazioni internazionali, con insegnamenti comuni ai quattro indirizzi e insegnamenti caratterizzanti ciascun curriculum. Lo studente si laurea in Economia e Management Internazionale e, forte delle conoscenze e competenze acquisite, si prepara ad operare in uno degli ambiti prescelti.

Perché avete scelto di inserire un curriculum specifico in relazioni internazionali?

Perché anche nell’area delle relazioni internazionali sono necessarie, e lo saranno sempre di più in futuro, conoscenze e competenze economico-manageriali.

Riflettiamo un attimo. Viviamo in una “società senza stato”, una “global (and intercultural) society without a global government”. Chi governa il mondo? ci si chiede con sempre maggiore insistenza. E la risposta, pressoché unanime, è: nessuno in particolare, nel senso che manca, nel sistema internazionale, un’autorità suprema assimilabile ad uno Stato. Esiste invece un sistema di governo o global polity in evoluzione che comprende stati nazionali, organizzazioni intergovernative e non governative e persino grandi imprese transnazionali. Pensiamo a questi numeri. Nel 1945 esistevano 50 stati, oggi sono quasi 200. Nel 1951 operavano 123 organizzazioni intergovernative, oggi sono quasi 8.000. Sempre nel 1951 agivano 832 organizzazioni non governative, oggi sono quasi 57.000.

Di cosa si occupano gli attori della scena internazionale? Come usano il loro tempo e le loro energie? Lo sappiamo: svolgono una funzione essenziale nel “governo del mondo” promuovendo la cooperazione allo sviluppo, la difesa dell’ambiente, la protezione dei diritti umani, l’accoglienza dei migranti. E nella loro azione quotidiana devono gestire progetti, procacciarsi capitali, organizzare risorse umane, rendere conto agli stakeholders del proprio operato. Ovvero: devono essere dei manager delle relazioni internazionali.

Ecco perché abbiamo attivato un curriculum in Relazioni Internazionali. Perché crediamo nel connubio tra Economia e Politica (con le iniziali maiuscole). Il curriculum unisce due tradizionali aree del sapere umano: quella giuridica-politologica (con insegnamenti di Politica Internazionale e Diritto Internazionale e dell’Unione Europea) e quella economico-manageriale (con insegnamenti di Economia Internazionale, Management, Accountability e Negotiation). Entrambe collocate in una prospettiva storica, perché senza la storia non si capisce nulla del presente: non si può lavorare in una ONG o in un’agenzia ONU senza conoscere, sia pure a grandi linee, la storia di quell’organizzazione o la genesi del sistema internazionale (chiedere, per credere, ai responsabili dei colloqui di lavoro).

Dunque un curriculum innovativo nei contenuti che mira ad integrare aree tradizionalmente separate (nei corsi di Scienze Politiche manca l’area manageriale e in quelli di Economia manca[va] l’area politologica). Ma le innovazioni riguardano anche il metodo e non solo i contenuti.

Gli insegnamenti sono in italiano e in inglese e gli studenti che lo desiderano possono trascorrere soggiorni all’estero in una delle tante università con cui abbiamo sottoscritto accordi di cooperazione. Oltre al programma Erasmus, c’è la possibilità di conseguire un double degree con l’Università di Sofia e altri accordi internazionali sono in procinto di essere sottoscritti. Infine, il corpo docente è composto da accademici e professional per arricchire l’imprescindibile sapere teorico con la ricchezza unica che promana dall’esperienza pratica.

Posso prepararmi al concorso diplomatico con questa laurea magistrale?

Certo, la nostra laurea, la LM-77, è tra quelle che abilitano a partecipare al concorso diplomatico. Anzi, siamo pronti, nel caso in cui vi sia un sufficiente numero di studenti interessati, ad organizzare uno specifico Corso in preparazione del Concorso con una serie di attività didattiche che riprendono e rafforzano le conoscenze acquisite durante il biennio.

Perché un esperto in relazioni internazionali ha bisogno di competenze economiche?

Per le ragioni che indicavo prima. Un esperto in relazioni internazionali – sia che intraprenda la carriera diplomatica o che voglia operare all’interno di un’organizzazione internazionale – dovrà, nella sua vita professionale, gestire una molteplicità di risorse umane e finanziarie, negoziare con attori diversi, pubblici e privati, e rendere conto del proprio operato. Non vorrei esagerare, ma credo di poter dire che solo nel nostro curriculum magistrale si trovano, adeguatamente armonizzati, insegnamenti (in inglese e affidati ad esperti internazionali) come Management of International Organizations and NGOs, Accountability of International Organizations and NGOs, Negotiation and Project Management, International Organizations e insegnamenti come Politica Internazionale e Diritti Umani, Economia e Storia delle Relazioni Internazionali, Diritto Internazionale e dell’Unione Europea.

Il rapporto con le realtà economiche del territorio è sempre più importante per uno studente anche prima della laurea. Come facilita UNINT questo rapporto tra studenti, aziende e organismi internazionali?

La presenza di docenti-professionisti facilita il rapporto col mondo reale delle organizzazioni internazionali. Inoltre, abbiamo recentemente sottoscritto una convenzione esclusiva con l’Associazione Giovani nel Mondo che ci permette di sviluppare un dialogo quotidiano con gli attori della scena internazionale e quindi di offrire ai nostri studenti opportunità di stage e occasioni di lavoro.

Una delle novità della UNINT per l'a.a. 2017/2018 riguarda le soft skills, può dirci qualcosa di più in merito?

Oltre ad integrare l’area giuridico-politologica con quella economico-manageriale vorremmo coniugare le conoscenze e competenze di base (le cosiddette cognitive skills) con le non cognitive o soft skills che, come noto, mirano a sviluppare la personalità dello studente ed in particolare le capacità relazionali. A questo fine abbiamo predisposto un programma che prevede una serie di attività extracurricolari che vanno dal public speaking al team building.

Parallelamente stiamo progettando un “percorso di eccellenza”, certificato, che mira a fornire ulteriori conoscenze e competenze a coloro che intendono intraprendere una carriera nelle ONG con moduli didattici dedicati alla Global Advocacy, al Fundrasing ed altre rilevanti tematiche.

In conclusione vorrei dire che può iscriversi al nostro corso di laurea magistrale non soltanto chi è in possesso di un diploma di laurea triennale in Economia, Scienze Politiche o Giuridiche ma anche chi ha acquisito almeno 50 CFU nei settori scientifico disciplinari indicati nel Regolamento Didattico del corso di studio. Per esempio, molti degli attuali studenti provengono da Lingue e Mediazione Culturale.

L’importante è la motivazione e l’attitudine allo studio delle discipline previste. Il prossimo anno attiveremo anche un Precorso di Economia destinato a coloro che desiderano acquisire o rafforzare conoscenze di base. Ma forse ancora più importante è il fatto che i nostri docenti sono disposti a fare insieme e accanto agli studenti l’intero percorso di studi.

Link Utili:

Sito UNINT

Facoltà di Interpretariato e Traduzione

Facoltà di Economia

Corso di laurea magistrale in Scienze Politiche

 

LA REDAZIONE

Pubblicato in Rubrica

L’Università UCAM offre il Master's in Business Administration, il Master’s in European Union Studies and Human Rights e il Bachelor in Business Administration, programmi interamente in inglese e con pratica in Aziende ed Istituzioni Internazionali

 

La Spagna è al terzo posto tra i paesi europei per maggior numero di studenti stranieri grazie ad un sistema universitario di alta qualità.

I titoli ottenuti in Spagna, oltre ad essere riconosciuti in Europa, hanno un valore importante per i mercati emergenti dell’America Latina ma anche per gli Stati Uniti, la Russia, l’India e la Cina.

La UCAM, Università Cattolica di Murcia, si caratterizza per un’alta qualità formativa, un’attenzione personalizzata allo studente ed un forte legame con il mondo del lavoro.

 

L’Università Cattolica di Murcia, offre 54 Master e 30 corsi di Laurea, in inglese e spagnolo.

Tra i Master e corsi di Laurea in lingua inglese, i seguenti sono particolarmente indicati per chi vuole intraprendere una carriera internazionale: MBA - Master's in Business Administration, Master’s in European Union Studies and Human Rights, e, per gli studenti non laureati, il Bachelor in Business Administration.

 

MBA - Master's of Business Administration

 Il Full-time MBA - Master in Business Administration - della UCAM è stato strutturato per sviluppare il potenziale di leadership dei partecipanti, dando loro una prospettiva globale, preparandoli, con un approccio basato su situazioni reali, ad un mercato del lavoro in continuo cambiamento.

Il programma, interamente impartito in inglese e della durata di un anno, è stato ideato per offrire una solida preparazione nell’amministrazione di impresa. Il Full-time MBA offre 360 ore di lezione, un minimo di 150 ore di tirocinio in aziende nazionali ed internazionali e 990 ore di lavoro pratico, individuale o di gruppo.

Questo MBA offre ai laureati provenienti da diversi background accademici - giurisprudenza, comunicazione, ingegneria, arte e salute, solo per citarne alcuni - la possibilità di sviluppare ulteriormente la loro carriera professionale.

Il Master, infatti, prepara gli studenti ad avviare un'attività in proprio come imprenditori, lavorare come

amministratori d’impresa, economisti, amministratori di progetto ed esperti in risorse umane, o a ricoprire qualsiasi altra posizione manageriale in un'azienda.

Per raggiungere questo obiettivo, il corpo docente è composto sia da accademici che da dirigenti di imprese che sanno assistere gli studenti nello sviluppo delle loro conoscenze nel campo del  business.

Con un totale di 60 CFU, il MBA è un Master ufficiale riconosciuto in tutta Europa ed offre accesso diretto ai programmi di dottorato offerti dall’Università.

Può accedere al Master chiunque sia interessato ad internazionalizzare il proprio curriculum, e a migliorare le proprie prospettive di carriera internazionale. Per accedere è necessario avere una Laurea Triennale o Magistrale, in qualsiasi settore, e la conoscenza della lingua inglese a livello B2.  

Le iscrizioni sono già aperte. Selezioneremo un massimo di 25 studenti; il costo è di 8.900 €

 

Master’s in European Union Studies and Human Rights

 Il Master’s in European Union Studies and Human Rights ha un approccio multidisciplinare che permette agli studenti di ottenere una conoscenza a 360 gradi dell'Unione Europea. Si tratta di un percorso che fornisce ai partecipanti la preparazione teorica e pratica per lavorare, tra gli altri, nelle Istituzioni europee, in Organizzazioni internazionali e nella gestione di progetti europei.

E’ un programma innovativo, il cui corpo docente include accademici di alto livello specializzati nei diversi ambiti dell’Unione Europea e professionisti impegnati in Istituzioni internazionali.

Il corso, della durata di un anno, prevede un periodo di tirocinio in aziende o Istituzioni della durata minima di 250 ore. Durante il Master, inoltre, gli studenti potranno avere la possibilità di visitare le Istituzioni europee a Bruxelles.

 Può accedere al Master chiunque sia interessato ad approfondire gli studi sull’Unione Europea e i diritti umani, a internazionalizzare il proprio curriculum, e a migliorare le proprie prospettive di carriera internazionale.

 Le iscrizioni sono già aperte. Selezioneremo un massimo di 25 studenti; il costo del corso è di 5.800 €

 

Bachelor in Business Administration

 Il corso di Laurea in Business Administration, della durata di 4 anni (240 ECTS), è impartito in inglese ed è ideato per offrire una solida preparazione nell’amministrazione di impresa.

Questa Laurea è diretta a studenti che vogliono sviluppare una carriera nel management di aziende nazionali ed internazionali. Il corso è stato strutturato per sviluppare il potenziale di leadership dei partecipanti, dando loro una prospettiva globale, preparandoli, con un approccio basato su situazioni pratiche e reali, ad un mercato del lavoro in continuo cambiamento.

Gli studenti avranno modo di fare pratica in azienda, acquisendo così, da subito, un’esperienza di lavoro internazionale.

Le classi con un ridotto numero di studenti, provenienti da diverse parti del mondo, permette di massimizzare l’attenzione personalizzata per ogni alunno.

Inoltre, studiando in inglese in un contesto spagnolo, gli studenti hanno modo di perfezionare allo stesso tempo due delle lingue più parlate al mondo.

Gli studenti potranno anche accedere al programma Erasmus o aderire ad altri programmi di scambio con importanti università in Europa e nel mondo.

Una scelta molto valida, quindi, soprattutto se si considera che secondo il consorzio europeo U-Multirank (Ranking mondiale di università), la facoltà di Economia della UCAM è la prima in Spagna per esperienza educativa globale, qualità dei corsi e dell’insegnamento.

Il costo è di 6.000 euro l’anno

 

Per i Master e corsi di Laurea, i servizi di Orientamento al Lavoro della UCAM sono a disposizione degli studenti,  questi comprendono il SOIL – “Orientation and Work Placement Service”, il “Portal de Empleo”, il portale del lavoro dell’Università e la rete di impiego Erasmus, un servizio che promuove l’occupazione degli studenti internazionali nelle migliori aziende in tutta la Spagna.

 

Guarda la testimonianza di alcuni dei nostri studenti italiani:

https://www.youtube.com/watch?v=TB-G0MA3LgM

https://www.youtube.com/watch?v=AVzoVIxtCg8

Link utili:

Pagine web: in Spagnolo e in Inglese 

 

 

Gli altri  Master in inglese della UCAM sono:

 Master's MBA Sports Management

Master's High Performance Sport: Strength and Conditioning

Master's Innovation and Tourism Marketing

Master´s in Hospitality Management

Master's in Oral Surgery and Implant Dentistry

Master's Master in Bilingual Education

 

Gli altri  Corsi di Laurea in inglese della UCAM sono:

Bachelor's Modern Languages

Bachelor's Physical Activity and Sport Sciences

 

Contatti utili:

UCAM - Università Cattolica di Murcia

Campus de los Jerónimos, Nº 135

Guadalupe 30107 (Murcia) - Spagna

Telefono: +34 968278724

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Vorresti imparare a scrivere un progetto? Ti piacerebbe conoscere le tecniche per costruire un budget e saper rendicontare? Se sei interessato ad arricchire la tua formazione nel settore del no profit partecipa ai nuovi corsi di formazione organizzati dall’Associazione Più Vita onlus, avrai l’occasione di conoscere gli strumenti e le tecniche della Progettazione per la Cooperazione Internazionale e l’Educazione allo Sviluppo, sperimentando in prima persona il lavoro del progettista.

 

Ente. Più Vita Onlus è un'organizzazione senza fini di lucro che lavora da oltre dieci anni per la Cooperazione e l'Educazione allo Sviluppo nei paesi del Sud del mondo, realizzando progetti a favore dei bambini che vivono in condizioni di povertà e disagio per dare loro maggiori strumenti e competenze per un futuro più ricco di opportunità.

Il lavoro dell’Associazione si sviluppa in Nicaragua, Repubblica Dominicana e in Italia con il fine di sostenere lo sviluppo delle popolazioni più svantaggiate, con particolare attenzione ai bambini e alle donne che vivono sotto la soglia di povertà e di garantire loro il rispetto dei diritti umani fondamentali: istruzione, alimentazione e assistenza medica.

Per maggiori informazioni visita il sito

  

CORSO PROGETTARE PER IL TERZO SETTORE

 

Quando: 25 - 26 e 31 maggio

 Dove: sede dell’Associazione a Roma

 Scadenza Iscrizioni: 17 maggio

 Il corso si svolgerà in tre giornate ed ha l’obiettivo di illustrare le nozioni fondamentali del ciclo del progetto, dall’elaborazione dell’idea alla sua formulazione attraverso il quadro logico, fino alla valutazione ex post.

 

Programma

- Bandi enti pubblici e privati: ricerca, analisi e studio di fattibilità

- Proposta progettuale: ciclo del progetto, elaborazione idea di progetto, formulazione progetto e quadro logico (obiettivi, attività, risultati attesi, indicatori di valutazione)

- Partenariato: ricerca dei partner, relazioni, documentazione necessaria

- Chiusura e consegna presentazione di un progetto

- Introduzione alle fasi di post-approvazione: gestione delle attività di progetto, valutazione in itinere e finale

- Esercitazione finale: simulazione della presentazione di un progetto, si lavorerà al testo di un bando mettendo in pratica tutte le fasi precedentemente analizzate e studiate.

 

 

CORSO RENDICONTAZIONE E BUDGETING

 Quando:  22 e 23 giugno

Dove:  sede dell’Associazione a Roma

Scadenza Iscrizioni: 15 giugno

 Il corso si svolgerà in due giornate e permetterà di acquisire le competenze fondamentali per la costruzione di un budget di progetto e la sua relativa rendicontazione. 

 

Programma

Costruzione di un budget

- Metodo di rendicontazione

 

Le lezioni si terranno presso la sede dell’Associazione Più Vita onlus a Roma, in via Fabio Numerio 46, dalle ore 9.00 alle ore 15.00. Entrambi i corsi saranno composti da lezioni teorico-pratiche attraverso le quali ogni partecipante verrà coinvolto nella simulazione delle attività spiegate.

Al termine del corso verrà rilasciato l’attestato di frequenza e i materiali delle lezioni.

 Docente

Il corso sarà tenuto dalla Dott.ssa Graziella Tedesco, Responsabile dell’Ufficio Progettazione di Più Vita onlus. Progettista e Formatrice, Consulente per la Cooperazione Internazionale, con una pluriennale esperienza nella gestione, rendicontazione e progettazione per l’Educazione allo Sviluppo.

  Modalità di partecipazione_

Per iscriversi ai corsi occorre compilare  il FORM ONLINE presente sul sito web www.piuvitaonlus.org o scrivere una mail ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando Nome, Cognome, Numero di telefono, Email ed eventuale ruolo ricoperto attualmente dal partecipante all’interno di una organizzazione/associazione entro il termine massimo indicato per i rispettivi corsi. In base alla composizione dell’aula le persone iscritte verranno ricontattate per la conferma dell’iscrizione e le indicazioni sul versamento della quota di partecipazione.

 

Contributo di partecipazione

Il contributo di partecipazione è di 170,00€ per il corso “Progettare per il Terzo Settore” e di 150,00€ per quello di “Rendicontazione e Budgeting”. E’ previsto uno sconto di 10,00€ per tutti coloro che decideranno di prendere parte ad entrambi i corsi e per coloro che hanno già frequentato un corso di formazione organizzato da Più Vita onlus.Il contributo raccolto sarà interamente devoluto a sostegno dei progetti di Più Vita onlus, consultabili al seguente link

 

Info

Per informazioni sul programma dettagliato dei corsi consultare il sito web www.piuvitaonlus.org alla pagina Cosa Facciamo/Corsi di Formazione, scrivere una mail ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamare il numero di telefono 06 99929866.

 

Scarica la scheda del corso Progettare per il Terzo Settore

Scarica la scheda del corso Rendicontazione e Budgeting

L'Università di Newcastle offre borse di studio internazionali e studenti UE laureandi e post-laurea! Iscriviti adesso e inizia il tuo anno accademico presso la Newcastle University!

 

Per opportunità simili consultare la sezione Formazione

 

Ente: I Newcastle Colleges vennero fusi per formare il King's College nel 1937. Nel 1963, quando l'Università federale fu stato sciolta, il King's College divenne l'Università di Newcastle upon Tyne. L'università ha cambiato il suo nome in Newcastle University nel 2006. L'Università di Newcastle ha una reputazione di livello mondiale per l'eccellenza della ricerca e stanno portando avanti importanti sfide nel campo sociale, che hanno un impatto significativo nella società globale; in particolare sostenibilità e rinnovamento sociale. L'eccellenza della ricerca dell'Università è stata premiata nel 2014 Research Excellence Framework, dove la Newcastle University si è posizionata: 16 ° nel paese per qualità di ricerca, 3 ° nel Regno Unito sempre per la qualità della ricerca, 8 ° nel Regno Unito per la qualità della ricerca medica e nella top 12 di Geografia, Scienze Sociali, Architettura e Pianificazione.

 

Dove: Newcastle, Inghilterra

 

Destinatari: studenti interessati e in possesso dei requisiti

 

Durata: Non Specificata, la chiamata è prevista per il mese di settembre 2017

 

Scadenza: non c’è una scadenza specificata. Tuttavia, i ragazzi sono invitati a presentare la domanda il prima possibile

 

Descrizione dell’offerta: La Newcastle Law School ha borse di studio disponibili per gli studenti UE che intendono perseguire gli studi presso la Newcastle University in uno dei seguenti programmi internazionali:

- International Business Law

- Environmental Regulation and Sustainable Development

- International Law

 

Sono disponibili le seguenti borse di studio:

 - 5 borse parziali di £ 3.000 per i candidati internazionali

- 2 borse parziali di £ 2.500 per candidati dell'UE

- 1 borsa di studio piena ad uno studente internazionale

 

Requisiti: Le borse di studio sono concesse esclusivamente in base al merito accademico, come riconoscimento di eccellenza accademica. I candidati ideali devono possedere le seguenti qualifiche:

- neolaureati in Giurisprudenza

- studenti che hanno completato il loro corso prima del settembre 2016

- quelli che attualmente stanno conseguendo qualifiche giuridiche professionali

- laureati non in legge, ma in una disciplina relativa al programma

- Studenti internazionali e studenti UE

 

Costi/retribuzioni: da £2,500 a £3,000

 

Guida all’application: I candidati devono creare un account personale sul sito dell'ateneo (vedi link utili) e candidarsi on-line selezionando lo specifico corso di laurea o post-laurea.

 

Informazioni utili: I richiedenti la cui prima lingua non è l'inglese e che non hanno intrapreso un programma di studio in cui l'inglese è materia di insegnamento sarà richiesto di dimostrare un'adeguata conoscenza della lingua per lo studio post-laurea in Giurisprudenza. La base di competenza linguistica è 6.5 del titolo IELTS con almeno 6,5 nello scritto.

 

Link utili:

Pagina Offerta

Sito ufficiale Newcastle University

Pagina Account Personale

 

Contatti utili:

Newcastle University

Newcastle upon Tyne

Tyne and Wear

NE1 7RU

UK

 

tel. number: +44 (0) 191 208 6000



A cura di Gregory Marinucci



La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.