Incontro fra i Popoli offre stage e tirocini a studenti universitari in varie sedi del mondo, con eventuale aiuto per la tesi! Affrettati e candidati subito!
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: Incontro fra i Popoli ONG è un'associazione popolare di cooperazione e solidarietà internazionale, sorta nel 1990 e fondata sul volontariato. È ONG (Organizzazione Non Governativa) riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri ai sensi della legge 49/87 ed è accreditata presso l'Unione Europea. È ONLUS (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. n. 460/19997. Partecipa all’AOI (Assemblea delle ONG Italiane) e del Forum SaD (coordinamento di associazioni di Sostegno a Distanza). Incontro fra i Popoli opera principalmente in quattro settori: Cooperazione fra i Popoli, Cultura ed Educazione,
Scambi culturali, Sostegno a Distanza.
 
Dove: a scelta tra
-         Congo: Kinshasa, Shabunda, Uvira, Bukavu, Goma, Mboko, Kindu, Kabinda
-         Camerun: Maroua
-         Ciad: Moundou
-         Nepal: Kathmandu, Surket
-         Sri Lanka: Mannar, Trincomalee
-         Romania: Beius
-         Italia: Cittadella
 
Destinatari: Studenti universitari
 
Quando: Periodo da concordare
 
Scadenza: Stage e tirocini aperti tutto l’anno
 
Descrizione dell’offerta: Agli universitari Incontro fra i Popoli propone lo stage o il tirocinio in una delle sue sedi in Italia o presso uno dei suoi partner nel mondo. I settori possibili sono: programmi e progetti di tipo rurale, microcredito, cooperativismo, tecnologia meccanica, idraulica, ambientale, fasce sociali deboli (donne e bambini), cultura, formazione, educazione scolastica ed oltre, agro-alimentare, agro-forestale, imprenditoria, sanità, ecc.
Ogni stagista-tirocinante, prima di avviare la sua esperienza, segue un breve percorso di formazione presso la sede dell’associazione in Italia. E’ in quest’occasione che vengono scelti località e argomenti del lavoro universitario: è previsto infatti un aiuto a elaborare la propria tesi, per chi lo richiedesse.
 
Requisiti: Non sono richiesti particolari requisiti. Fondamentali sono però l’interesse e la sensibilità alle tematiche sociali e al volontariato.
 
Costi/retribuzione: Non prevista
 
Documenti richiesti: Lettera standard per candidati all’estero o per candidati in Italia
 
Guida all’application: Segui le procedure richieste in Lettera standard per candidati all’estero; Lettera standard per candidati in Italia
 
Informazioni utili: Incontro fra i Popoli ha sede operativa a Cittadella (Padova). Per quanto riguarda il colloquio, se vieni da lontano, puoi alloggiare nella casa di accoglienza messa a disposizione dall’associazione stessa con un contributo minimo di 5 euro a notte.
 
Link utili:
 
Contatti utili:
Contrà Corte Tosoni 99, 35013 Cittadella (PD) - tel/fax: 049 5975338 - Cell. 335 8367012 (Leopoldo) - Cell. 335 8367030 (Maria)
Via Museo 9, 36061 Bassano del Grappa (VI)
Via Citolo da Perugia 35, 35138 Padova
Via Archimede 15, 20068 Peschiera Borromeo (MI) - Cell. 347 1507373 (Claudia)
Via Albareto 1, 43100 San Secondo Parmense (PR) - tel. 0521-873029 - Cell. 3396411952
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
“Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUIe scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
Safe Passage cerca risorse per un progetto di volontariato internazionale nelle scuole del Guatemala
 
 “Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato” 
 
Ente: Safe Passage è una ONG internazionale che aiuta circa 550 bambini in Guatemala, provvedendo alla loro educazione, ai servizi sociali, e cercando di offrire una concreta possibilità per sconfiggere la povertà che le loro famiglie hanno vissuto da generazioni. I volontari sono parte integrante della struttura dell’Ong e ogni anno circa 50 volontari di tutto il mondo partecipano ai progetti di volontariato. 
 
Dove: Antigua, Guatemala
 
Destinatari: Giovani dai 18 ai 45 anni
 
Quando: I progetti di volontariato cominciano in diversi periodi dell’anno. Ogni progetto ha una durata minima di almeno 5 settimane
 
Scadenza: I programmi di volontariato sono aperti tutto l'anno
 
Descrizione dell’offerta: I candidati saranno inseriti come Assistenti nelle classi di alcune scuole del Guatemala. I volontari avranno il compito di fornire supporto al personale scolastico, affiancare gli insegnanti e assistere gli studenti. Avranno così la possibilità di seguire almeno 25 studenti nelle loro attività scolastiche quotidiane, esercitarsi con la pratica della lingua spagnola ed avere una concreta esperienza nell’ambito dell’insegnamento sotto la supervisione di uno staff competente e preparato. I volontari con una conoscenza avanzata della lingua spagnola, potranno insegnare Inglese, Arte e Pensiero creativo.
 
Requisiti:
 
- Buona/ottima conoscenza della lingua spagnola
- Ottime capacità di adattamento a contensti multiculturali. 
- Creatività 
- Flessibilità
- Energia
- Gradita passata esperienza nel lavoro con bambini o esperienze di volontariato in paesi in via di sviluppo
 
Documenti richiesti: Application form
 
Costi/retribuzione: Ai volontari è richiesto il pagamento di una quota per la candidatura, per le spese amminisrative, di viaggio e di trasporto in loco. Le spese di vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti. Il dettaglio dei costi è disponibile sul sito dell’Organizzazione
 
Guida all’applicationPer applicarsi alle diverse posizioni di volontariato internazionale bisognerà seguire i seguenti steps
 
- Completare ed inviare l’application form disponibile sul sito, insieme al proprio Cv e a 2 lettere di referenze all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
- Versare i 50$ non rimborsabili per partecipare alla selezione
- Dopo il ricevimento dei documenti, l’Ong invierà un modulo con alcune domande che permetteranno di completare il profilo del candidato.
- Al termine del processo verranno selezionati i profili adeguati
 
Informazioni utiliIl Guatemala è uno stato dell'America Centrale. Confina a nord e nordovest con il Messico, ad nordest con il Belize a sud e sudest confina con El Salvador e con l'Honduras. Si affaccia a ovest sull'Oceano Pacifico e a est sul golfo dell'Honduras, ampia insenatura del Mar dei Caraibi.
Il Guatemala è una repubblica presidenziale, da qualche anno la situazione politica è abbastanza stabile ma nel recente passato vi sono stati diversi colpi di stato e periodi di guerra civile. L'attuale capo di stato, in carica dal 2012, è Otto Pérez Molina. La lingua ufficiale è lo spagnolo.
 
Link utili:
Link dell'offerta
 
Contatti utili
Mail di contatto Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
“Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
 
13-12-2013

Actionaid

Nome dell’ente:
ACTIONAID
 
Chairman:
Il direttore esecutivo della Segreteria Internazionale di ActionAid è Chris Kinyanjui.
Invece, il presidente di ActionAid Italia è Orietta Maria Varnelli.
Data di fondazione:
La branca originaria da cui nacque ActionAid è fondata nel 1972 in Gran Bretagna.
Il primo passo per la fondazione di ActionAid Italia si ha nel 1989, quando l’ong inglese apre una sezione di “Azione Aiuto” a Milano, unica attività erano le adozioni a distanza di bambini etiopi.
E’ nel 1998 che l’ente viene riconosciuto ONLUS dallo Stato Italiano e 8 anni dopo ONG.
Il ramo italiano fa ora parte di ActionAid International.
 
Collocazione:
ActionAid International ha proprie istituzioni operative attualmente in più di 60 Paesi.
 
La sede centrale:   
ActionAid – International Secretariat,
Postal Address - PostNet Suite 248, Private Bag X31,
Saxonwold 2132, Johannesburg, South Africa. 
Tel.: +27 11 731 4500
Fax: +27 11 880 8082
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La sede italiana:  
ActionAid International Italia Onlus 
Via Broggi 19/a 20129, Milano
Tel.: (+39) 02.742001
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
                                   
Obiettivi:
ActionAid mira a combattere la fame, la povertà, le discriminazioni, promuovendo altresì il rispetto dei diritti umani.
L’Organizzazione lavora quindi al fine di:
1)      Garantire il diritto al cibo di tutte quelle persone cui viene negato;
2)      Promuovere un nuovo stile di governance che sia equa e partecipata (Accountability)
3)      Combattere la marginalizzazione e l’oppressione delle donne, difendendone i diritti e promuovendone la partecipazione e la promozione sociale come reale fattore di sviluppo, non solo economico, ma culturale
4)      Favorire la reale diffusione di una educazione di qualità e che non solo sia aperta a tutti, ma che a tutti i minori riesca ad arrivare
5)      Ricostruire socialmente ed economicamente quelle realtà dove guerre e catastrofi naturali hanno condotto i Paesi ad una situazione di emergenza assoluta
 
Descrizione dei progetti/attività dell’ente
Le attività di ActionAid per raggiungere gli obiettivi sopra citati sono numerose e variegate:
Fame: portareil sostegno diretto alle comunità locali perché raggiungano la sicurezza alimentare; supporto ai movimenti, alle reti e alle associazioni di contadini per la condivisione di pratiche agro-ecologiche e sostenibili, conoscenze tecniche e capacità; campagne a sostengo dei diritti dei contadini; azioni di pressione nei confronti dei decisori politici (su temi quali: sostenibilità, maggior controllo sulle multinazionali, diritto al cibo)
Accountability: perlopiù pressione politica affinché valori quali trasparenza, rendicontabilità, partecipazione e responsabilità diventino punti cardine dell’azione economica e politica; in quest’ottica ActionAid chiede il rispetto dell’accordo internazionale che prevede la devoluzione dello 0,7% del PIL nazionale come aiuto pubblico allo sviluppo
Donne: prevenzione e contrasto delle violenze sulle donne; campagne di sensibilizzazione e informazione sulla violenza di genere e pressione politica sulle istituzioni perché ci siano cambiamenti concreti a livello legislativo; studi e ricerche condotte nell’ottica del “gender studies” Educazione: progettazione e implementazione di progetti e programmi educativi volti soprattutto a donne e bambini, ma non trascurando metodi e azioni ad hoc che puntino alla formazione degli adulti; costruzione di centri educativi; pressione a livello nazionale e internazionale per rendere l’istruzione davvero gratuita e di qualità.
Emergenza: aiuti umanitari di prima necessità; interventi volti alla prevenzione e all’abbattimento dei rischi di disastri; ricostruzione materiale, economica e sociale con attenzione a ché sia un processo duraturo e sostenibile, e non solo emergenziale; intervento in favore di popolazioni che vivono in teatri di guerra.
 
Opportunità:
Le opportunità offerte dall’ente possono così dividersi:
-          Attivista: è una figura di volontario che mette a disposizione il proprio tempo per promuovere le campagne di sensibilizzazione dell’ente
-          Dialogatore “face to face”:è una figura che si occupa di sensibilizzare quelle persone che si dimostrino interessate, a sostenere regolarmente, e non, i progetti e le campagne promosse da ActionAid; una figura che quindi lavora nel settore della comunicazione e del fundraising
Requisiti:
-condivisione della mission dell’ente
-buone capacità comunicative, relazionali e di lavoro in team
-pregressa esperienza nel settore (opzionale)
Condizioni economiche: retribuzione minima garantita e incentivi al raggiungimento degli obiettivi.
 
Per candidarsi: inviare una mail con CV e lettera motivazionale al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
  • Consulenti e figure professionali:spesso l’ente è alla ricerca di figure professionali specifiche che portino le loro capacità e competenze al servizio della mission di ActionAid. Le figure richieste sono tra le più diverse, si può visitare il seguente link per essere sempre aggiornati. .
Chi volesse proporre la propria candidatura anche in assenza di annunci per posizioni aperte può indirizzare il proprio CV a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , indicando l’area di interesse.
 
In action…:
Nel 2009, in occasione del  30° anniversario della Convenzione per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione contro le donne (CEDAW) approvata dalle Nazioni Unite, ActionAid insieme ad altre organizzazioni ha lanciato la campagna “Lavori in corsa: 30 anni CEDAW”, per diffondere informazioni sull’importanza di questo strumento di diritto internazionale, sia per il nostro paese che per i paesi in via di sviluppo. La piattaforma “Lavori incorsa: 30 anni CEDAW” monitora costantemente la performance dell’Italia nell’attuare la condizione, producendo analisi indipendenti sulla condizione delle donne nel nostro paese.
Per maggiori informazioni clicca qui

Link utili:
 
Valentino Prudentino
Pubblicato in No Profit
Ogni anno, per il mese di dicembre a Roma (e in altre città italiane), il movimento Paese dell’Arcobaleno (Comunità di Sant'Egidio) organizza la raccolta di giocattoli usati. Il "Rigiocattolo" è appunto il nome dell'iniziativa di vendita di giocattoli.

Nei due mesi precedenti vengono avviate le raccolte dei giocattoli usati nelle scuole e nei quartieri. I bambini e gli adolescenti del movimento portano i loro giocattoli e coinvolgono altri compagni a fare lo stesso.
Le piazze si trasformano in un villaggio del Paese dell'Arcobaleno: i bambini, nelle strade attorno, distribuiscono gli inviti e chiedono alle persone di comprare un rigiocattolo, spiegando il senso dell'iniziativa. La piazza è invasa dalle bancarelle e i bambini e gli adolescenti sono impegnati a vendere, consigliare, spiegare. Poi ogni acquirente viene accompagnato alla cassa ed al banco per i pacchetti (con carta riciclata, naturalmente). Moltissime persone passano e acquistano i regali per Natale. I canti e le musiche della "band del Paese dell'Arcobaleno" (composta interamente  da ragazzi e da bambini) attirano moltissime persone.
 
Un giocattolo usato svolge diverse funzioni:
-Per i bambini: Serve a rallegrare altri bambini e aiuta a rendere il Natale pieno di gioia anche per quei piccoli che non hanno la fortuna di ricevere regali nuovi .
-Per l’ambiente: Il giocattolo va riutilizzato perché i materiali plastici con cui è costruito sono in genere inquinanti, per questo bisogna farlo vivere il più a lungo possibile, perché quando si getta via nei rifiuti, finisce in un inceneritore o in una discarica, continuando ad inquinare l'ambiente.

Dal 1998 bambini e ragazzi del movimento hanno dato vita all'iniziativa. Essi stessi si sono fatti promotori fra i coetanei e con il loro entusiasmo hanno coinvolto migliaia di persone e raccolto più di 7.000 giocattoli.

Lo scorso anno sono stati venduti in tutto più di 6000 giocattoli. I 1000 rigiocattoli invenduti sono stati inviati in Albania per l'ospedale pediatrico di Tirana e per i rifugiati kossovari.
L'iniziativa viene ripetuta ogni anno non solo a Roma ma in molte altre città italiane ed europee, e rappresenta un'opportunità per tutti di recuperare i giocattoli.
 
Main partner del "Rigiocattolo" 2010 è il gruppo assicurativo AXA MPS, che, in un’ottica di protezione del futuro e di attenzione verso una società sostenibile, promuove iniziative in materia di education delle nuove generazioni e sostiene progetti di tutela dell’infanzia”.
 
Link utili:
  
Dove: Tutto l'anno, i giocattoli possono essere consegnati in:
Via del Porto Fluviale, 2 - 00154 Roma
 
 Quando: giovedì e sabato h.17-19
 
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie
Nome dell’ente:Oxfam International.
 
Chairman dell’ente: il ruolo di Presidente Onorario è attualmente vacante. Il ruolo di direttore esecutivo è ricoperto da Winnie Byanyima.
 
Data di fondazione: Oxfam International è stata costituita nel 1995 da un gruppo di organizzazioni non governative indipendenti. Il loro obiettivo era quello di lavorare insieme per un maggiore impatto sulla scena internazionale per ridurre la povertà e l'ingiustizia. A questa rete di ONG aderisce OXFAM Italia.
 
Collocazione: il Segretariato Internazionale ha sede ad Oxford, Regno Unito. La Segreteria gestisce uffici a Bruxelles, Ginevra, New York, Washington DC e Brasilia. Ad oggi ci sono 17 organizzazioni membri della confederazione Oxfam International, con sedi in Australia, Belgio, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Hong Kong, Irlanda, India, Italia, Giappone, Messico, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Quebec, Spagna e Stati Uniti.
Sede centrale:
Oxfam House
John Smith Drive Cowley
Oxford OX4 2JY
United Kingdom
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Fax: +44 1865 472 600
Phone: +44 1865 473 727
 
Obiettivi: la visione di Oxfam è un mondo giusto senza povertà. Lo scopo di Oxfam è di contribuire a creare soluzioni durature all'ingiustizia della povertà. Oxfam lavora a contatto con la comunità, cercando di influenzare i potenti del mondo e sensibilizzarli sul tema della povertà. Oxfam ritiene che il rispetto dei diritti umani sia l’unico modo duraturo per sconfiggere la povertà e l’ingiustizia, permettendo alle persone di far valere la loro dignità e garantendogli uno sviluppo sostenibile.         
Descrizione dei progetti/attività dell’ente: Oxfam lavora con migliaia di organizzazioni partner locali, concentrandosi su alcuni settori chiave:
·         Sviluppo: programmi a lungo termine per sradicare la povertà e combattere l'ingiustizia.
·         Emergenze: immediata assistenza salva-vita per le persone colpite da catastrofi naturali o da conflitti.
·         Campagne: Oxfam si presenta come parte di un movimento globale per il cambiamento, attraverso l’innalzamento della consapevolezza pubblica sulle cause della povertà e l’incoraggiamento alla gente comune ad agire per un mondo più giusto.
Opportunità: Oxfam pubblica costantemente annunci per opportunità di lavoro, internship e volontariato. Per consultare le vacancies disponibili consultare il Link. Per fare volontariato presso Oxfam, consultare il linko direttamente il sito di Oxfam Italia.
 
Link utili:
 
Linda Patumi
 
Pubblicato in No Profit
Nome: “Save the Children International”.
 
Data: "Che ogni bambino affamato sia nutrito, ogni bambino malato sia curato, ad ogni orfano, bambino di strada o ai margini della società sia data protezione e supporto".
Queste le parole di Eglantyne Jebb, che nel 1919, colpita dalle terribili condizioni di vita dei minori in Europa dopo la prima guerra mondiale, fondò Save the Children.
Nel 1923 Eglantyne scrisse la prima Carta dei Diritti del Bambino , sancendo quelli che sono i diritti inviolabili di cui ogni bambino dovrebbe godere. Successivamente venne adottata dalla Società delle Nazioni, e in seguitò ispirò l'attuale Convenzione ONU sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza del 20 novembre 1989.
 
Collocazione: Save the Children è la più grande e importante organizzazione internazionale indipendente per la difesa dei diritti dei bambini, e opera in oltre 120 Paesi al mondo con uno staff di circa 14 mila persone . Nel corso degli anni, Save the Children si è occupata dei maggiori problemi che hanno afflitto l'infanzia e l'adolescenza, contraddistinguendosi per la propria indipendenza, laicità e internazionalità.
 
Obiettivi: La missione principale di questa Ong, in Italia come nel resto del mondo, è quella di assicurare ad ogni bambino il rispetto dei suoi diritti - quello alla salute, alla nutrizione, al cibo, ad una dimora e all'educazione – in modo tale da proteggerlo da ogni tipo di violenza, abuso e sfruttamento. Un altro aspetto sul quale punta molto questa organizzazione è  quello di ascoltare i minori, con l’obiettivo di coinvolgerli in ogni decisione che li riguarda e impegnarsi affinché il loro punto di vista sia preso in considerazione.                                       
 
Descrizione delle attività: Lavorando a stretto contatto con le comunità locali, Save the Children porta aiuti immediati, assistenza e sostegno alle famiglie in difficoltà; crea cambiamenti positivi e duraturi nella vita dei bambini nei luoghi dove opera. Le attività riguardano l'educazione, la risposta alle emergenze, la riduzione della povertà, la lotta all'Aids, la salute e il contrasto allo sfruttamento e abuso.
Aree di intervento:
-          Protezione
-          Educazione
-          Salute
-          Sviluppo economico – Sicurezza alimentare
 
-          Emergenza
Opportunità: Save the Children ricerca costantemente nuovo personale da inserire nel suo staff che opera a livello mondiale, allo scopo di rispondere in maniera efficace ed immediata. Sul sito è possibile visualizzare le vacancies in cui saranno incluse le risorse competenti e formate nei vari ambiti di intervento, a seconda delle esigenze specifiche dell’emergenza.
Link utili:
Lavorare con Save the Children:
 
 
Matteo De Vita
Pubblicato in No Profit
Nome dell’ente: Associazione di promozione sociale Joint.
 
Data di fondazione:
L’Associazione è stata fondata nel 2003 da un gruppo di ragazzi che condividevano esperienze ed interessi comuni nel campo della sociologia e della pedagogia. L’associazione è attiva, ora, soprattutto con progetti rientranti nei programmi di formazione e mobilità internazionale promossi dall’Unione Europea.
 
Collocazione:
La sede:  via Giovanola 25/C 20142, Milano
Tel.02 45472364 Fax 02 45070956
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Obiettivi:
L’associazione di promozione sociale Joint ha come obiettivo principale la promozione la mobilità internazionale e l’educazione non formale secondo i principi promossi dai programmi della Commissione Europea come  “Youth in Action”.
 
Descrizione dei progetti/attività dell’ente: L’associazione si occupa soprattutto di progettazione, supporto, promozione e implementazione su scala locale, regionale, nazionale e internazionale di progetti del programma “Gioventù in azione”, il programma della Commissione dell’Unione Europea che promuove progetti internazionali per l’educazione non formale dei giovani e formazione degli operatori. Tra le tipologie di progetti si ricordano:
 
-          Scambi giovanilicon finalità pedagogica di apprendimento in un contesto non formale e internazionale e si rivolgono a giovani di età compresa  tra 18 e 30 anni, attraverso l’interazione e lo scambio di vedute su temi diversi;
 
-          Servizio Volontario Europeo: (SVE o EVS in inglese) è un progetto, rivolto ai giovani dai 18 ai 30 anni che offre la possibilità di svolgere un’attività di volontariato all’estero per periodi di durata variabile (tra 2 settimane e 12 mesi). Joint offre posizioni aperte nello SVE in diversi Paesi, europei e del sud del mondo;
 
-          Seminari e Training Course: sono occasioni di confronto tra operatori e giovani interessati a specifici ambiti di approfondimento, mediante lo scambio di buone pratiche, la partecipazione a workshops e il supporto di formatori esperti.
 
Opportunità:
Le opportunità offerte dall’ente sono variegate:
-        Youth in Action:Innanzitutto ci si può candidare ad uno dei progetti europei di cui sopra che, ovviamente, variano in destinatari, caratteristiche e requisiti;
Per gli SVE ;
Per gli Scambi Internazionali e i Training Course: ;
 
-        Leader:L’ente Joint ricerca e seleziona continuamente giovani disponibili ad accompagnare un gruppo di giovani ad uno scambio culturale all’estero come leader; il ruolo di accompagnatore prevede lo svolgimento di alcuni compiti prima dello scambio culturale (acquisto dei biglietti, selezione dei partecipanti e preparazione del gruppo pre-partenza), durante lo scambio culturale (la raccolta dei biglietti di viaggio dei partecipanti, la consegna delle foto dello scambio, la partecipazione alle attività giornaliere e alle riunioni dei leader), e al termine dello scambio culturale per la valutazione finale. Per diventare accompagnatore di scambi europei è sufficiente aver partecipato ad almeno due scambi culturali come partecipante, avere almeno 18 anni e avere partecipato all’iter di formazione previsto dalla Joint per gli accompagnatori di scambi europei, che verrà concordato.
Per candidarsi vai alla pagina dedicata;
 
-        Stage: l’ente ricerca giovani interessati ad un’esperienza di stage relativa a settori quali quelli dell’organizzazione, gestione e implementazione degli scambi internazionali e di tutte le attività promosse dall’organizzazione. E’ richiesta la disponibilità di almeno 3 mesi ed è previsto un rimborso spese da concordare.
Per maggiori informazioni vai alla pagina web dedicata .
 
 
In action…:
L’associazione Joint, a dimostrazione del suo lavoro inerente la mobilità internazionale promosso dall’Unione Europea, sta cercando adesso volontari per partire con un progetto SVE in Grecia.
Per maggiori informazioni: clicca qui

Link utili:
Sito Joint:  Joint ;
Contatta Joint: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito SVE ;
Per gli scambi internazionali e i training course clicca qui .
 
Valentino Prudentino
Pubblicato in No Profit
07-11-2013

Greenpeace

Nome: Greenpeace
 
Data: Nel 1971, motivati dalla visione di un mondo verde e pacifico, un piccolo gruppo di attivisti partirono da Vancouver per denunciare i test nucleari segreti effettuati dagli Stati Uniti ad Amchitka. I membri di questa spedizione sono considerati i fondatori di Greenpeace.
 
Collocazione: Greenpeace è un'associazione non violenta, che utilizza azioni dirette per denunciare in maniera creativa i problemi ambientali e promuovere soluzioni per un futuro verde di pace. E' indipendente e non accetta fondi da enti pubblici, aziende o partiti politici. Con circa tre milioni di sostenitori in tutto il mondo, Greenpeace è uno dei più grandi movimenti ambientalisti del mondo; si ispira ai principi della noviolenza  e si finanzia esclusivamente con il contributo di singoli individui che condividono gli ideali e la missione.
 
Obiettivi:
·         Favorire una rivoluzione energetica per combattere i cambiamenti climatici.
·         Difendere gli oceani dalla pesca distruttiva.
·         Proteggere le ultime foreste primarie.
·         Lavorare per il disarmo e la pace.
·         Promuovere l’agricoltura sostenibile, proteggendo la biodiversità.
 
Descrizione delle attività: Greenpeace è formata da una rete di uffici nazionali e regionali interdipendenti che lavorano insieme a Greenpeace International, ad Amsterdam.
Il ruolo di Greenpeace International è di avviare e coordinare i programmi e le attività di campagna ed è finanziata dagli uffici nazionali che, a loro volta, vivono delle donazioni fatte dai sostenitori dei rispettivi paesi.
Tutti gli uffici sono tenuti a sostenere Greenpeace International con il 18% delle loro entrate, mentre Greenpeace International, oltre a finanziare le campagne internazionali, ad assicurare la manutenzione della flotta e a investire in ricerca scientifica e innovazione tecnologica, lavora su specifiche campagne internazionali in paesi chiave e aiuta economicamente gli uffici più piccoli che non riescono ad autofinanziarsi.
 

Opportunità: Greenpeace ricerca tutto l'anno dialogatori per il programma di Dialogo Diretto. Attualmente lavoriamo a Roma, Milano, Torino e Napoli e abbiamo due gruppi di dialogatori che viaggiano per l’Italia nei nostri Travelling Team. In determinati periodi dell'anno, Greenpeace accoglie stagisti presso i dipartimenti comunicazione e marketing. Per maggiori info, Clicca qui.

Link utili:
 
Pubblicato in No Profit

Nome dell'ente: YAP - Youth Action for Peace Italia

Chairman dell’ente: YAP Italia nasce dall’esperienza di solidarietà vissuta da un gruppo di giovani studenti durante l’alluvione a Firenze.

Data di fondazione: YAP Italia fu fondata nel 1971.

Collocazione: Via Marco Dino Rossi 12/g Roma.

Orari di apertura:

Lunedí - Venerdí, dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

Tel.: 06 7210120

Fax: 06 7220194

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Obiettivi: Youth Action for Peace Italia é un’associazione nazionale ed internazionale, laica, non governativa e senza fini di lucro. Promuove la visione di un mondo senza guerre e cerca di favorire lo sviluppo solidale dei popoli attraverso l'educazione alla cultura della pace e alla convivenza nella diversità. La sua missione è quella di far capire ai giovani che i continui cambiamenti nel mondo, sia a livello locale che globale, sono positivi e inevitabili. Il loro obiettivo è quello di permettere ai giovani, inclusi coloro che sono vittime di discriminazione, di trasformare la società grazie alla loro partecipazione attiva. Lo YAP Italia contribuisce allo sviluppo di una società equilibrata basata su principi di solidarietà, uguaglianza, sviluppo sostenibile e pace. Sostiene, inoltre, iniziative locali create per rafforzare la società civile e promuove tipologie di dialogo non violento, interculturale, intergenerazionale e costruttivo per facilitare la gestione dei conflitti internazionali, locali e personali.

Descrizione dei progetti/attività dell’ente: Le attività principali di YAP sono: campi di volontariato internazionale (è possibile partire per un campo di lavoro anche se non si hanno ancora 18 anni. Esistono, infatti, i cosiddetti “teen camps”, rivolti a giovani volontari dai 15 ai 17 anni), seminari e training, progetti di volontariato a medio e lungo termine e progetti di Servizio Volontario Europeo (consente ad un giovane volontario tra i 18 ed i 30 anni residente in una Paese membro dell'Unione Europea, in Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Sud Est Europeo, Turchia, Area mediterranea e America Latina di svolgere un'attività di volontariato nei paesi appena citati, per un periodo di tempo compreso tra i 6 ed i 12 mesi), campagne di sensibilizzazione. Organizza scambi bilaterali di volontari provenienti da Paesi diversi e tra varie associazioni a livello internazionale, nazionale e locale. Grazie a questi scambi permette a giovani di diversa estrazione e provenienti da diverse esperienze sociali e culturali di scoprire un luogo attraverso la solidarietà ed il volontariato internazionale, partecipando a piccole iniziative di sviluppo locale.

Link utili:

YAP Italia

ONG

Sara Faonio

Pubblicato in No Profit
Nome dell’ente:Cesvi – Fondazione di partecipazione ONG e Onlus
 
SEO e General Manager dell’ente: Daniela Berbacchi
 
Data di fondazione: il Cesvi nasce il 18 Gennaio 1985 da un'esperienza di volontariato in Nicaragua. Nel 1987 Cesvi realizza il suo primo progetto in Uruguay per lo sviluppo agricolo, con la collaborazione degli ex esuli politici del “Frente Amplio”. L’anno seguente il Ministero degli Affari Esteri riconosce il Cesvi come Organizzazione Non Governativa. Nel 2000 Cesvi è la prima organizzazione non profit in Italia a vincere l'Oscar di Bilancio
 
Collocazione: la sede di Cesvi è a Bergamo:
Via Broseta 68/a
ingresso da via Vela 1,
24128 Bergamo
Telefono 035 2058058
Fax 035 260958
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Obiettivi: Cesvi è un'organizzazione laica e indipendente che opera per la solidarietà mondiale. Cesvi opera con la convinzione che l'aiuto alle popolazioni diseredate a causa del sottosviluppo, o più sfortunate a causa di guerre, calamità naturali e disastri ambientali, non dia sollievo solo a chi soffre, ma contribuisca anche al benessere di tutti noi sul pianeta, "casa comune" da preservare per le future generazioni. Nell'acronimo Cesvi, le parole cooperazione e sviluppo sottolineano che il Cesvi fonda la sua filosofia d'azione nella promozione del protagonismo e della mobilitazione collettiva dei beneficiari per favorire il loro progresso. Per questa ragione il Cesvi è fortemente impegnato affinché gli aiuti internazionali non si riducano a mera beneficenza e non siano influenzati dall'egoismo dei donatori
 
Descrizione dei progetti/attività dell’ente:le attività di aiuto umanitario che Cesvi vuole mettere in atto in tutto il mondo a favore delle popolazioni bisognose si collocano lungo la filiera del soccorso per assicurare la sopravvivenza e superare l'emergenza, della riabilitazione e ricostruzione di strutture distrutte da guerre o calamità, e dei programmi e progetti di cooperazione per lo sviluppo di gruppi sociali e comunità povere. Tra le tante attività del Cesvi è necessario citare l’impegno per la lotta all’Aids e alla malaria, la gestione delle emergenze, il diritto al cibo e la protezione dei bambini
 
Opportunità: ci si può informare riguardo alle opportunità di stage e lavoro presso il Cesvi al seguente link
 
Link utili:
Pubblicato in No Profit

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.